Franchigia e auto a noleggio

06 Apr Franchigia e auto a noleggio

Oggi volevo parlare di una cosa che ho da poco scoperto e che mi ha molto sorpreso, ma che mi ha anche confermato quanto le assicurazioni di oltremanica siano molto più innovative e dinamiche di quelle “nostrane”, molto spesso ingessate in atteggiamenti e mentalità ormai vetusti.

Mi sono recato in Inghilterra per lavoro per qualche giorno e ho avuto necessità di noleggiare un’auto, cosa che in realtà mi succede piuttosto spesso anche in Italia.

Al desk dell’autonoleggio, come consueto, mi è stata proposta la garanzia che loro chiamano “zero excess”, che in Italia coincide con una sorta di garanzia di riduzione o eliminazione di responsabilità per i danni recati al veicolo o per il suo eventuale furto.

Inutile dire che questo importo era quasi pari alla tariffa di noleggio, ma in questo siamo sostanzialmente allineati anche da noi.

Combinazione delle combinazioni, leggendo il Sunday Times proprio in quei giorni, ho trovato un articolo approfondito sulle tariffe degli autonoleggi e relative garanzie.

Un trafiletto, però, è quello che più mi ha sorpreso: esiste una assicurazione che per circa 49 sterline (poco più di 50 euro) è in grado di offrire una copertura “zero excess” per un intero anno, indipendentemente dal numero di noleggi, coprendo addirittura le forature e i danni al parabrezza.

Se si viaggia spesso con un ‘auto a noleggio, trovo che questa soluzione sia magnifica e che possa far risparmiare parecchio danaro.

Ma in Italia?

Ho cercato qualcosa di equivalente, ma senza successo. Qualcuno di voi conosce qualcosa di simile?
Ma soprattutto, se esistesse, secondo voi potrebbe avrebbe successo?

6 Commenti
  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:09h, 09 Luglio Rispondi

    Ciao Paolo!
    Premetto che, nonstante abbia dedicato un post sulle franchigie dell’assicurazione auto all’estero, non mi ritengo molto esperto su questo.
    Probabilmente il tuo assicuratore auto in Italia puo’ darti un parere meglio formulato.

    So che alcune compagnie di noleggio aspettano l’ultimo secondo per poterti quasi imporre l’acquisto di un’assicurazione aggiuntiva, dunque è molto meglio considerare le varie opzioni in anticipo.
    Molte offrono almeno una copertura base per le auto a noleggio, con le loro polizze standard.

    La CDW copre i danni o perdita del veicolo. Questa garanzia solitamente è inclusa nel costo del noleggio assieme alla copertura per furto (TP).

    La copertura estesa invece è supplementare e copre 1 milione di dollari per responsabilità civile a terzi e 100.000 dollari qualora l’incidente accada con un automobilista non assicurato o se l’assicurazione avesse massimali troppo bassi rispetto al danno.
    Come massimale non mi sembra molto alto, prova dunque a chiedere ad Alamo il costo per aumentare la copertura..

    Mi dispiace non saperti dare ulteriore aiuto….

  • Paolo
    Postato alle 09:49h, 02 Luglio Rispondi

    Ciao Roberto, grazie della diponibilità.
    Volevo chiederti ancora un chiarimento riguardo il noleggio dell’auto negli stati uniti.
    Ho prenotato l’auto con Alamo, nella polizza ho :
    CDW full e l’Extended Protection.
    Ho chiesto loro se la copertura è totale…mi dicono di si ma, è proprio cosi ?

    Grazie e Saluti
    Paolo

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:15h, 25 Giugno Rispondi

    Ciao Paolo,
    in effetti quanto si organizza un viaggio da soli la scelta non è sempre facile, soprattutto quanto si parla di assicurazioni!

    Dunque, le assicurazioni viaggio più economiche, almeno quelle prese in consderazione da questo blog, offrono le stesse prestazioni di quelle più care. Quello che dovrai sempre tenere in considerazione sono le coperture ed i massimali, concentrandoti sul massimale spese mediche.
    Europ Assistance è la più conosciuta ed è un’assicurazione senza dubbio affidabile, ma spesso, messa in relazione con le altre, non è quella più vantaggiosa.

    Per darti subito un’idea, questi sono gli esempi per 2 settimane in USA:

    – Europ Assistance: spese mediche € 100.000 per persona, costo € 141 (www.prontopolizza.it)

    – Allianz Global Assistance (polizza Care): spese mediche massimale illimitato, costo € 139 (www.allianz-assistance.it)

    – Viaggi Sicuri (polizza Oro): spese mediche
    € 8 milioni per persona – costo € 62 (www.viaggisicuri.com)

    – Ami Easy (polizza personalizzata): spese mediche € 100.000, costo € 121 (www.filodiretto.it)

    Qualsiasi cosa tu possa scelgiere, ti consiglio di acquistare una polizza che preveda una copertura di almeno € 1 milione, soprattutto considerando la destinazione del tuo viaggio!.

    A presto.

  • Paolo
    Postato alle 10:22h, 24 Giugno Rispondi

    Ciao,
    sto aroganizzando un viaggio “fai da te” negli stati uniti, ho prenotato un volo, una macchina ed ora mi sto muovendo per prenotare l’assicurazione sanitaria, pensavo fosse più semplice sinceramente, ad ogni preventivo mi sorge un nuovo dubbio… quella proposta da europeassistance è uona buona copertura ? le assicurazioni alternative, meno care offrono lo stesso prodotto ?

    Grazie e ciao
    Paolo

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:12h, 07 Aprile Rispondi

    Ciao Giampaolo.
    Capisco benissimo quello mi racconti della Thailandia..ma fortunatamente, pur avendola visitata, non ho mai avuto la necessità di guidare….
    Comunque, questo è un link interessante…guarda se trovi qualcosa di utile: http://www.insurance4carhire.com/

    Ho cercato un equivalente italiano, ma come già scritto senza successo.
    A presto!!

  • Carli Giampaolo
    Postato alle 17:09h, 06 Aprile Rispondi

    Non ho trovato nulla, io uso la budget car in Thailandia spesso e mi faccio carico del costo FDW con franchigia di circa 100 € per danni… più volte ho il terrore che mi rubino l’auto ma se hai dei consigli
    ben vengano per 50 € direi che si può fare….

    Peccato che in Thailandia è cosi difficile aver ragione ed il gioco dello spennare lo straniero è una cosa abominevole… per non dire delle leggi che sono drammaticamente protezionistiche… Ciao

Scrivi un commento