Assicurazione viaggio e terrorismo: cosa coprono le polizze viaggio

18 dic Assicurazione viaggio e terrorismo: cosa coprono le polizze viaggio

Dal mio ultimo post sul terrorismo le assicurazioni viaggio, a fronte (purtroppo) delle vicissitudini degli ultimi anni e dunque di una sempre maggiore richiesta da parte del mercato, hanno deciso di modificare le condizioni contrattuali per quanto riguarda gli atti di terrorismo durante i viaggi all’estero. Vediamo nel dettaglio cosa è coperto dalle principali compagnia assicurative italiane.

ALLIANZ GLOBAL ASSISTANCE
Questa compagnia copre l’assistenza ed eventuali spese mediche in caso di atti terroristici ad esclusione di tutti gli atti con armamenti nucleari, radioattivi, tossici ed esplosivi. Il massimale è identico a quello delle spese mediche all’estero, che varia in base alla destinazione del viaggio.

AIG – HOLINS
Anche in questo caso le due assicurazioni coprono assistenza e spese mediche per atti terroristici all’interno del massimale delle spese mediche scelto durante l’acquisto.

VIAGGI SICURI – ASSIVIA – ASSICURAZIONILOWCOST.IT
Il terrorismo è coperto sotto la garanzia delle spese mediche e del rientro sanitario fino ad un massimale di € 1 milione in totale per evento. Le polizze non coprono atti di terrorismo se di tipo nucleare, chimico o biologico. Dunque, per fare un esempio pratico, le spese mediche derivanti da una sparatoria in mezzo ad una folla è coperto mentre una bomba nucleare non lo è.

EUROP ASSISTANCE
Questa compagnia copre l’assistenza ed eventuali spese mediche fino ad un massimale indicato durante l’acquisto, che varia in base alla destinazione di viaggio.
E’ inoltre presente un limite massimo di € 10 milioni per tutti gli assicurati coinvolti nell’evento. Questo limite riguarda tutti gli assicurati di questa compagnia e dunque non solo le persone assicurate nel medesimo certificato assicurativo.
Anche in questo caso la polizza non copre atti di terrorismo se di tipo nucleare.

AXA ASSISTANCE
I prodotti non coprono alcun sinistro legato ad atti terroristici.

COVERWISE
La copertura per atti terroristici è presente nelle garanzie dell’assistenza e delle spese mediche con i massimali prescelti durante l’acquisto con l’esclusione di attacchi nucleari, chimici o biologici.

COLUMBUS ASSICURAZIONI
Anche in questo caso la polizza prevede copertura per spese mediche ed assistenza in caso di atti di terrorismo (ad esclusione di attacchi nucleari, chimici o biologici). Il massimale previsto totale per evento è di € 2.500.000.

NOBIS FILO DIRETTO
Quest’assicurazione copre il terrorismo nei seguenti casi:

  • Annullamento Viaggio (formula all risk): la polizza copre la cancellazione del viaggio solo se gli atti sono avvenuti dopo la prenotazione e purché avvengano nel raggio di 100 km del luogo di soggiorno.
  • Invalidità permanenti e/o morte dell’assicurato come da massimale scelto durante l’acquisto.
  • Spese mediche ed assistenza con il massimale prescelto durante la fase di stipula.

Come quasi tutte, anche questa compagnia esclude il terrorismo con attacco nucleare, chimico o biologico.

IMAWAY – TRAVEL EASY
Anche queste due compagnie offrono le seguenti coperture in caso di atti terroristici (ad eccezione di attacchi nucleari, chimici o biologici):

  • Spese mediche ed assistenza con massimale relativo al livello di polizza acquistata.
  • Invalidità permanenti e/o morte dell’assicurato.
  • Annullamento (copertura top) del viaggio.

Ricordate sempre che tutte le coperture indicate sono valide esclusivamente se un paese non è sconsigliato dal Ministero degli Affari Esteri. Dunque, prima della partenza, è necessario verificare costantemente gli avvisi sul sito della Farnesina e conoscere le eventuali zone a rischio dove la copertura assicurativa non sarà attiva per nessuna tipologia di sinistro.

Nessun commento

Scrivi un commento