Assicurazione Viaggio Stati Uniti

09 feb Assicurazione Viaggio Stati Uniti

Golden Gate BridgeLa sanità negli USA ha il triste primato di essere la più costosa al mondo. Anche in caso di emergenza dovrete fornire prova della vostra assicurazione viaggio e mostrarla alla reception dell’ospedale (o della vostra carta di credito, se non avete acquistato una polizza viaggio). Per darvi un’idea dei costi esorbitanti delle operazioni chirurgiche e dell’importanza di stipulare un’assicurazione viaggio prima della partenza, vi consiglio di leggere questo articolo del noto canale televisivo CBS dove racconta che un ventenne californiano senza assicurazione ha dovuto sborsare ben 55.000 dollari per un’appendicectomia.

Per facilitarvi la scelta fra le più importanti compagnie che propongono assicurazioni viaggio sugli USA ecco uno specchietto riassuntivo per il soggiorno di 14 giorni per un adulto di 40 anni:

Compagnia Prodotto     Premio
Assicurazionilowcost.it Polizza Essenziale

€ 31,63

Viaggi Sicuri Polizza Argento

€ 46,41

Columbus Direct Protezione Completa

€ 62,32

Allianz Global Assistance Travel Care

€ 129,00

Europ Assistance Viaggi No Stop Silver

€ 154,60

 

Nelle tabelle sottostanti sono elencate le coperture di ogni polizza assicurativa.

Assicurazionilowcost.it – Polizza Essenziale

Spese mediche € 1 milione
Assistenza & Rimpatrio Inclusa
Responsabilità Civile € 250,000

Viaggi Sicuri – Individuale Argento

Spese mediche € 5 milioni
Assistenza & Rimpatrio Inclusa
Bagaglio € 1.000
Responsabilità Civile € 250.000
Mancato Viaggio € 1.000
Interruzione soggiorno € 1.000
Infortuni Personali/Morte €10.000/€ 5.000

Columbus Direct – Protezione completa

Spese mediche € 5 milioni
Assistenza & Rimpatrio Inclusa
Responsabilità civile € 250.000
Bagaglio € 1.500
Infortuni in viaggio € 10.000

Allianz Global Assistance – Travel Care

Spese mediche Illimitato
Assistenza & Rimpatrio Inclusa

Europ Assistance – Viaggi NoStop Silver

Spese mediche € 1.000.000
Assistenza Domiciliare & Rimpatrio Inclusa
Bagaglio € 1.000
Infortuni in viaggio € 25.000

 

Dati aggiornati a Dicembre 2015

432 Commenti
  • Paola
    Postato alle 16:26h, 06 settembre Rispondi

    Ciao Roberto,
    andrò negli Stati Uniti dal 21/12 al 5/01 e volevo stipulare una polizza assicurativa sanitaria. Avrò con me anche la mia cagnolina Milla, che ha un anno e mezzo e mi chiedevo se esistono polizze che coprano a livello sanitario anche i cani.

    Grazie

    • Roberto Ricci
      Postato alle 10:22h, 15 settembre Rispondi

      Ciao Paola,

      ti consiglio questa polizza di 24assistance: http://www.dottordog.com/. E’ valida in tutto il mondo e copre la responsabilità civile verso terzi, la tutela legale e le spese per intervento chirurgico.

      Saluti

  • MADDALENA
    Postato alle 17:14h, 06 settembre Rispondi

    Sto valutando per un viaggio di 10 giorni negli USA l’assicurazione viaggio “assivia”, sottoscritta dalla rappresentanza generale per l’Italia della ERV.
    Mi potete dare dei pareri?
    Grazie

    • Roberto Ricci
      Postato alle 10:17h, 07 settembre Rispondi

      Ciao Maddalena,

      Assivia è un prodotto gestito dal personale di Viaggi Sicuri e sottoscritto da ERV Italia, dunque completamente affidabile. Le polizze sono molto complete in quanto offrono in un’unica soluzione sia le coperture che si attivano durante il viaggio (spese mediche, bagaglio, ritardo nel viaggio, ecc..) sia la cancellazione del viaggio prima della partenza. Nella copertura Elite c’è inoltre un’assoluta novità introdotta sul mercato italiano, ovvero la copertura per la franchigia (che ha costi davvero elevati) in caso di incidenti con la macchina noleggiata all’estero.

      Buon viaggio

      • MADDALENA
        Postato alle 22:47h, 10 settembre Rispondi

        Lei tra la polizza Viaggi sicuri e AssiVia quale sceglierebbe se fosse al mio posto?
        Grazie

        • Roberto Ricci
          Postato alle 15:19h, 19 settembre Rispondi

          Ciao Maddalena,

          dipende quali coperture vuoi acquistare. Se ti serve esclusivamente la polizza che si attiva durante il viaggio per coprire, ad esempio, spese mediche, bagaglio ed interruzione viaggio allora acquisterei la polizza Individuale di Viaggi Sicuri. Se invece vuoi coprire anche la cancellazione del viaggio prima della partenza allora acquisterei senza dubbio le polizza di livello Plus oppure Elite di AssiVia.

          Saluti

  • roberto pederielli
    Postato alle 17:35h, 05 maggio Rispondi

    Ciao Roberto
    per quanto riguarda le assicurazioni viaggi, e’ ancora possibile stiputale polizze da altri paesi all interno della comunita europea.
    Per esempio ho notato che il sito Columbus UK offre a prezzi inferiori migliori garanzie e maggiori massimali
    Grazie
    roberto

    • Roberto Ricci
      Postato alle 15:47h, 06 maggio Rispondi

      Ciao Roberto,
      con la Columbus UK, puoi acquistare se sei residente/domiciliato nel Regno Unito e parti dal là, altrimenti verrai indirizzato al loro sito Italiano. Se sei alla ricerca di una polizza economica che copra la cosa più importante, ovvero le Spese Mediche, ti consiglio http://www.assicurazionilowcost.it. Per qualsiasi dubbio, puoi scrivergli anche in chat, molto comodo per chi non ha tempo da perdere!
      Saluti,

  • LUCIA
    Postato alle 20:24h, 10 aprile Rispondi

    Caro Roberto, innanzitutto complimenti per il sito, è molto utile.
    Io partirò a breve per gli USA per un viaggio di lavoro di 47 giorni. Ho effettuato alcuni preventivi: il più vantaggioso risulta essere quello dell’AIG che con circa 160 Euro copre un massimale di spese mediche di 20.000.000 $. Leggendo sul tuo sito, mi pare però di capire che le polizze più consigliate siano invece viaggisicuri e columbus, che coprono però un massimale di soli 5-8.000.000 $. Mi chiedevo quale fosse la differenza e perchè allo stesso prezzo AIG copra massimali così elevati. Tu cosa mi consigli di acquistare?
    Grazie mille per l’aiuto,
    Lucia

    • Roberto Ricci
      Postato alle 13:03h, 11 aprile Rispondi

      Ciao Lucia,
      la polizza Silver (ovvero il livello più basso di AIG) ha un premio di € 165 ed offre un massimale per spese mediche di € 3 milioni (il massimale di € 20 milioni è incluso solo nel livello Platino che nel tuo caso costa ben € 203,99). La polizza Argento di Viaggi Sicuri ha invece un premio di € 140,20 e copre spese mediche fino ad € 5 milioni. Dunque, a conti fatti, l’assicurazione che risulta più vantaggiosa sia nel prezzo che per qualità dei massimali è Viaggi Sicuri.
      Buon viaggio

  • Stefania
    Postato alle 12:04h, 16 ottobre Rispondi

    Ciao
    tra una settimana partirò per il Messico con i miei genitori…e qui nasce il problema! Mio padre ha 72 anni e già per questo credo che molte assicurazioni non vadano bene ( per es. viaggisicuri ha come requisito un’età non superiore ai 65 anni).
    Le uniche che credo non presentino un limite di età sono Allianz o Europe Assistance che però sono parecchio care….
    Roberto sai consigliarmi ?
    Grazie !!!

    • Roberto Ricci
      Postato alle 12:16h, 21 ottobre Rispondi

      Ciao Stefania,

      purtroppo le assicurazioni che coprono anche gli over 65 sono un più costose. Prova anche http://www.erv-italia.it: le loro polizze coprono viaggi per persone fino ai 90 anni di età.

      Saluti

  • Giovanna
    Postato alle 03:07h, 15 agosto Rispondi

    Ciao Roberto
    grazie per il tuo bel sito e la tua disponibilita’.
    Vorrei chiederti un consiglio: sto partendo per un viaggio di un anno tra l’Indonesia, Malesia e Filippine e per adesso ho un biglietto di sola andata per Bali. Cercando online, mi sembra che l’unica compagnia che offra coperture annuali per soggiorni superiori ai 90 giorni sia la polizza di Europe Assistance “Viaggi No Stop TreSeiCinque”. ViaggiSicuri mi sembra copra per soggiorni continuative sino a 45 giorni, Allian fino a 100 giorni. Ti risulta? per caso, conosci alter compagnie che offrano polizze adatte al mio caso?
    mi sembra infatti che I massimali proposti da Europ Assistance siano piuttosto bassi.
    Grazie infinite per l’aiuto!
    Giovanna

    • Roberto Ricci
      Postato alle 15:59h, 18 agosto Rispondi

      Ciao Giovanna,

      non devi guardare le polizze Annuali Multiviaggio (che coprono tanti viaggi di durata limitata durante l’arco di un anno) ma le polizze che coprono un unico viaggio della durata massima di 365 giorni di permanenza all’estero, come la Viaggio No Stop di Europ Assistance o la Individuale di Viaggi Sicuri (Allianz non ha polizze per viaggi superiori a 100 giorni). Il problema è che senza biglietto di rientro non puoi acquistare una polizza con Viaggi Sicuri e forse nemmeno con Europ Assistance. Prova a contattarli e chiedere informazioni. Purtroppo però con questa polizza non sarà possibile avere un massimale più alto di € 200.000 nelle spese mediche.

      Saluti

  • seyed
    Postato alle 11:57h, 10 maggio Rispondi

    Buongiorno, io e la mia futura moglie andremo in viaggio di nozze in Giappone e Hawaii dal 7 settembre al 3 otttobre. Ho già acquistatoi biglietti aerei ed anche gli alberghi. saprebbe consigliarmi l’assicurazione viaggio secondo lei più completa e conveniente? che magari comprenda anche l’annullamento del viaggio. Grazie

  • Nicola
    Postato alle 18:53h, 17 aprile Rispondi

    Buongiorno
    consultando questo interessante raffronto ho verificato i preventivi per il viaggio che ci accingiamo a fare a New York: una settimana ad Agosto. Ricadendo nella polizza famiglia, mi pare che per l’ass Famiglia con assicurazionilowcost ottengo un ottima convenienza. che differenza c’è con la polizza famiglia di viaggisicuri??
    grazie saluti Nicola

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:55h, 17 aprile Rispondi

    Ciao Nicola,

    AssicurazioniLowCost ha un ottimo premio assicurativo in quanto copre esclusivamente le garanzie fondamentali per un viaggio all’estero: spese mediche, rientro sanitario e responsabilità civile. La polizza di Viaggi Sicuri invece offre anche coperture secondarie come quelle per il bagaglio personale, per la mancata partenza e per i ritardi aerei durante il viaggio. Se desideri acquistare solo le coperture principali per il tuo viaggio negli USA ti consiglio di acquistare la polizza di AssicurazioniLowCost risparmiando qualche soldino in più!

    Buon viaggio

  • Giulia
    Postato alle 13:35h, 27 marzo Rispondi

    Buongiorno,
    tra qualche mese dovrò partire insieme ad altre quattro persone per Ny ed una di queste è cardiopatica quindi cercando in giro ho trovato che solo la Globy rosso (che però da quello che ho capito la devo stipulare in agenzia) e la ERV classe A coprono la malattie preesistenti, quale mi consiglieresti? Inoltre gli altri quattro viaggiatori possono stipulare un’assicurazione diversa? O in caso accada qualcosa ci potrebbero essere dei problemi?
    Grazie mille.
    Giulia

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:44h, 27 marzo Rispondi

    Ciao Giulia,

    in caso di interruzione del viaggio oppure di rimpatrio potrebbero esserci alcuni problemi con l’acquisto di polizze con compagnie diverse, dunque ti consiglio di acquistare la stessa polizza per i tutti i componenti del viaggio. Sia Globy Rosso che ERV Italia vanno benissimo; ERV è più comoda perché puoi acquistarla autonomamente online mentre la Globy è un prodotto venduto solo tramite agenzia viaggi.

    Buon viaggio

  • Riccardo
    Postato alle 12:05h, 26 marzo Rispondi

    Buongiorno Roberto, ti ringrazio per la risposta e per la segnalazione sull’assicurazione per i gatti, fornisci davvero un servizio utile e prezioso.

    Ti chiedo un ultimo parere. Partendo dal presupposto che cerco la massima serenità per la mia famiglia in questi 6 mesi e considerando le nostre caratteristiche (di famiglia e di viaggio) puoi indirizzarmi su un’assicurazione piuttosto che su un’altra? Te lo chiedo perché stipulerei una polizza (oro o argento) con viaggisicuri.com ma in rete ho letto molte recensioni negative (soprattutto su tripadvisor). La consideri valida? Inoltre ho visto che Europe Assistance mi farebbe un prezzo simile ma le caratteristiche mi sembrano inferiori (es. in particolare la copertura delle spese mediche che in viaggisicuri è tra i 5 e gli 8 milioni ad assicurato mentre per Europe c’è scritto 250.000 (anche se poi nelle info dice 1 milione, è molto confuso)).
    Come se non bastasse alla voce “Infortunio” e “Morte” di viaggisicuri c’è un doppio asterisco che riporta che se l’assicurato ha meno di 18 anni la copertura passa, nel caso di infortunio, dai 10.000/40.000 (argento e oro) a 3.500.
    Capisci che avendo una bimba di 5 anni mi preoccupa un po’ la cosa.

    Che ne dici? Aspetto un tuo parer professionale prima di decidere, ti ringrazio.

    P.S. il link http://www.assicurazionilowocost.it che hai postato non funziona.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:51h, 26 marzo Rispondi

    Ciao Riccardo,

    la polizza Viaggi Sicuri è totalmente affidabile. Come ho già riportato in vari commenti nessuna compagnia assicurativa è esente da recensioni negative sul web. Se verifichi troverai commenti positivi e negativi su ogni assicurazione citata nel blog e ciò non significa che “non pagano”!. Purtroppo non è possibile avere il 100% dei clienti soddisfatti e molto spesso i commenti negativi sono fuorvianti: non possiamo assolutamente sapere con certezza quello che è successo durante il sinistro.
    La copertura Infortuni Personali di Viaggi Sicuri è un indennizzo aggiuntivo rispetto alle spese mediche che riguarda ESCLUSIVAMENTE gli infortuni a seguito di un’invalidità permanente (amputazioni o perdita della vista), dunque ha nulla a che fare con la copertura in caso di incidenti o malattie che invece ricadono nella garanzia delle spese mediche.
    Scusa per il refuso, il link giusto è: http://www.assicurazionilowcost.it/
    Saluti

  • Fiorella
    Postato alle 15:28h, 25 marzo Rispondi

    Salve,
    a metà maggio prossimo partirò per gli USA, per tre mesi.
    Sto cercando informazioni sul tipo di assicurazione medica specifica e adatta al visto J1. Si tratta di un viaggio di lavoro in un laboratorio di ricerca alla Columbia University.
    I requisiti sono:

    Coverage Requirement New Rule (effective 05/15/2015)
    Medical benefits $100,000
    Repatriation of remains $25,000
    Medical evacuation $50,000
    Deductible per accident or illness $500

    Io ho chiesto un preventivo all’europ assistance che prevede:
    Assistenza Incluso
    Rimborso Spese Mediche 200.000.00 euro
    Bagaglio 1.000.00 euro
    Responsabilità Civile 250.000.00 euro

    E’ adatta al mio caso?

    Grazie in anticipo
    Fiorella

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:15h, 25 marzo Rispondi

    Ciao Fiorella,

    Fuori dall’UE sarebbe opportuno avere un massimale milionario, verifica anche la polizza Individuale di http://www.viaggisicuri.com (oppure la polizza Studente se sei iscritta ad una università italiana) che nel livello Base ha un massimale di € 1 milione in caso di spese mediche, il rientro sanitario incluso e la RC fino a € 250.000 per persona assicurata. Ha inoltre 80 € di franchigia nelle spese mediche ed € 500 nella RC (puoi anche eliminarle acquistando l’opzione “Esonero Franchigia” al costo di € 9).

    Buon viaggio

  • Mariangela
    Postato alle 14:15h, 20 marzo Rispondi

    Buongiorno,
    io andrò un mese a Boston (US) per lavoro in un laboratorio di ricerca.
    Dovendo stipulare un’assicurazione sanitaria sono entrata in crisi. Dai vari forum è un delirio.
    Saprebbe consigliarmi un’assicurazioni che copra anche eventuali visite mediche dovute ad infortuni sul lavoro, e che non richieda di anticipare tutti gli eventuali costi?
    Grazie
    Mariangela

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:01h, 20 marzo Rispondi

    Ciao Mariangela,

    le assicurazione citate nel blog, sono per viaggi prettamente turistici e dunque molto spesso l’infortunio durante l’attività lavorativa è escluso, soprattutto se il lavoro è manuale o pericoloso. Ti conviene contattare l’assicurazione tramite email, spiegando bene il lavoro che svolgerai all’estero, e chiedere conferma. Ti lascio un po’ di nominativi di assicurazioni valide: http://www.viaggisicuri.com, http://www.europassistance.it e http://www.assicurazionilowocost.it.

    Buon viaggio

  • Riccardo
    Postato alle 17:41h, 17 marzo Rispondi

    Buongiorno Roberto!
    Sto pianificando un viaggio con permanenza di 6 mesi (da luglio 2015 a dicembre 2015) in Florida.
    Siamo io (35 anni), la mia compagna (26) e nostra figlia (4) e 2 gatti.
    Sto cercando districarmi tra le varie proposte assicurative ma non è il mio campo e sto davvero faticando. Vorrei che la polizza prevedesse il pagamento diretto delle spese mediche (no rimborso) alla struttura (idem per infortuni) e che avesse delle strutture convenzionate nella zona nella quale andremo a risiedere (Bradenton/Sarasota). il tutto naturalmente con dei massimali decenti. Insomma, voglio viaggiare ultra sereno e senza pensieri.

    Puoi consigliarmi? Ti ringrazio!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:00h, 17 marzo Rispondi

    Ciao Riccardo,

    le polizze http://www.viaggisicuri.com e http://www.assicurazionilowcost.it coprono direttamente le spese mediche se sono superiori ad € 300. Se sono invece inferiori (come ad esempio in caso di acquisto di medicinali o visita medica senza day hospital o ricovero ospedaliero) ad € 300 la Centrale Operativa ti chiederà di anticipare la somma e potrai chiedere il rimborso al rientro in Italia. Tutte le altre assicurazioni viaggio commercializzate in Italia prevedono il pagamento diretto solo per le spese mediche a seguito di un ricovero ospedaliero. Per le strutture convenzionate dovresti chiedere direttamente all’assicurazione ma penso che tutte le strutture siano accettate. Per i gatti puoi guardare qui: http://www.assicurazionecanegatto.it/.

    Buon viaggio

  • Stella
    Postato alle 00:53h, 13 febbraio Rispondi

    Ciao, devo andare negli usa per 6 mesi per uno stage al Caltech, vorrei sapere quale potrebbe essere la migliore assicurazione per visto J1. Ho dato un’occhiata ma non riesco a capire benissimo i vari premi, ecc . Sapresti consigliarmi? Grazie mille in anticipo

  • Roberto Ricci
    Postato alle 00:30h, 13 febbraio Rispondi

    Ciao Stella,

    ogni assicurazione ha le proprie richieste specifiche in merito all’assicurazione viaggio. Sicuramente il California Institute of Technology ti avrà rilasciato un documento con coperture e massimali richiesti e la cosa migliore è girare il foglio direttamente alle assicurazioni. In questo modo potranno confermarti se soddisfano tutti i criteri richiesti. Prova ad inviare una email anche a http://www.europassistance.it o http://www.viaggisicuri.com; quest’ultima compagnia ha un ottimo prodotto qualità/prezzo.

    Saluti

  • Luca
    Postato alle 21:34h, 11 febbraio Rispondi

    salve,
    Sto programmando un viaggio negli Stati Uniti di 3 mesi. Soffro di un coagulapatia, che prevede la trasfusione di piastrine in casi di sanguinamento. Vorrei portare alla vostra attenzione che Allianz non prevede la copertura delle spese conseguenti da malattie pregresse, né nel Travel Long Stay né nel Travel Care, come da foglio illustrativo:
    http://www.allianz-assistance.it/public/files/fascicoli_informativi/longstay/201408-travel_longstay.pdf
    ERV fortunatamente, ma sfortunatamente per me, copre tali spese esclusivamente per un massimo di 45 gg.
    Sig Ricci, Le sarei grato se potesse dare qualche indicazione su compagnia che coprano le spese derivanti da malattie pregresse, come nel mio caso, per periodi fino 90gg.
    Grato del Suo servizio.
    Saluti
    Luca

  • Roberto Ricci
    Postato alle 20:53h, 11 febbraio Rispondi

    Ciao Luca,

    purtroppo non conosco nessuna polizza italiana che copre le patologie pregresse per un periodo superiore ai 45 giorni di permanenza all’estero. Se non hai problemi a parlare in inglese, ti consiglio di contattare questa polizza anglosassone http://www.worldwideinsure.com/. Con questa compagnia, è possibile fare una richiesta di copertura per le malattie preesistenti comunicando l’esatta patologia dopodiché, decidono se può essere coperto o meno.

    Saluti

  • Sara
    Postato alle 16:40h, 11 febbraio Rispondi

    Buon pomeriggio Roberto. Il prossimo 22 Marzo io e il mio fidanzato(allo marito) partiremo per un viaggio di nozze di 11 giorni degli Stati Uniti con breve tappa in Canada per visitare la Cascate del Niagara. Stavo valutando le polizze disponibili e sono indecisa tra viaggisicuri, columbus protezione completa e allianz. Lei quale mi consiglia…o, se preferisce, sconsiglia delle tre?
    Grazie mille.
    Sara

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:52h, 11 febbraio Rispondi

    Ciao Sara,

    tutte e tre le assicurazioni citate vanno bene per il tuo viaggio di nozze! Viaggi Sicuri ha un buon rapporto qualità prezzo: la polizza oro per due persone costa poco più di 100 euro e copre le spese mediche fino a € 8 milioni per persona, il rimpatrio illimitato, la responsabilità civile fino a € 250.000 e tante altre coperture.

    Buon viaggio

  • chiara
    Postato alle 19:03h, 01 febbraio Rispondi

    Salve,
    io e mio marito stiamo organizzando un viaggio per quest’estate negli usa. Dobbiamo già da ora versare una caparra per la prenotazione. Vorrei stipulare una polizza per annullamento del viaggio essendo questo molto costoso. Vorrei capire se devo già da ora sottoscrivere la polizza o posso farlo anche successivamente a ridosso della data di partenza.
    Grazie mille
    Chiara

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:10h, 01 febbraio Rispondi

    Ciao Chiara,

    ogni assicurazione ha le proprie regole ma quasi sempre la polizza annullamento va acquistata entro 24/48 ore dal momento in cui prenoti il viaggio. Leggi attentamente i termini di acquisto della polizza annullamento sul sito o sulle condizioni contrattuali della compagnia che hai scelto.

    Saluti

  • Marcello
    Postato alle 16:22h, 26 gennaio Rispondi

    Salve, settimana prossima partirò per due settimane per gli stati uniti con moglie e figlio di un anno. Stavo facendo un pò di preventivi ma non capisco il fatto delle malattie pregresse. il bimbo ha al momento un pò di raffreddore (cosa che è ormai permanente da quando va al nido!!), se malauguratamente dovesse avere febbre (magari non strettamente legata al raffreddore) potrebbero non pagarmi le visite perchè malattia pregressa?
    grazie
    marcello

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:10h, 26 gennaio Rispondi

    Ciao Marcello,

    il raffreddore (o influenza) non è assolutamente una patologia preesistente! Una cardiopatia, il diabete oppure l’asma sono considerate delle patologie pregresse/croniche dalle assicurazioni viaggio. Se siete in buona salute (malanni di stagione a parte!) potete tranquillamente risparmiare un po’ ed acquistare una polizza con un premio assicurativo più contenuto. Ad esempio la polizza Famiglia di http://www.viaggisicuri.com ha molte coperture con massimali alti e un premio decisamente economico.

    Buon viaggio

  • Angela
    Postato alle 12:28h, 15 gennaio Rispondi

    Buongiorno,io e mio figlio, di tre anni, ci recheremo negli Stati Uniti dal 10 giugno 2015 al 03 settembre 2015. Sarei interessata ad una polizza viaggi che ci copra, soprattutto, in caso di spese mediche, sia ospedaliere che ambulatoriali, con pagamento diretto della compagna assicuratrice alla struttura ospedaliera e/o al medico per i costi necessari, senza anticipo di somme da parte mia. Ho dato un’occhiata alle polizze di viaggisicuri.com, assicurazionilowcost e columbus, ma non riesco a comprendere bene quale sarebbe la più adatta alle mie esigenze. Potrebbe darmi dei chiarimenti e un consiglio?
    Grazie mille.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:16h, 15 gennaio Rispondi

    Ciao Angela,

    tutte le assicurazioni che hai citato coprono direttamente le spese in caso di ricovero ospedaliero. La differenza è che Viaggi Sicuri e Assicurazioni Low Cost prevedono il pagamento diretto (senza bisogno che l’assicurato anticipi nulla) anche per le spese ambulatoriali se superiori a €300, dunque senza ricovero, purché indicativamente superiori ad € 300; mentre con Columbus le spese ambulatoriali saranno rimborsate al rientro in Italia qualunque sia l’importo, dunque dovrai anticipare la somma e chiedere il rimborso al rientro in Italia.

    Buon viaggio

  • Francesco
    Postato alle 12:54h, 07 gennaio Rispondi

    Salve Sig. Roberto,
    siamo una coppia che si appresta a partire per il viaggio di nozze negli USA, lo stesso durerà 20 gg. Stavo guardando e studiando varie compagnie di assicurazioni per capire quale fosse la migliore soluzione per noi. Come lei a ben scritto nei precedenti commenti è importante vedere il feedback degli assicurati ma se non si conosce il motivo reale che ha poi scaturito un feedback negativo non ha senso scartare l’agenzia di assicurazione. Noi vorremmo un assicurazione per quel che riguarda le spese mediche, infortuni, ricovero, interventi chirurgici, responsabilità civile, rimborso in caso di smarrimento valigie, ritardo o cancellazioni voli senza nessuna spesa anticipata da noi ma pagata dalla compagnia. Volevamo un suo consiglio su quale compagnia scegliere, quale secondo lei ci offre un buon prezzo con un massimo di massimale. Grazie mille per le sue considerazioni.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:05h, 07 gennaio Rispondi

    Ciao Francesco,

    nessuna assicurazione prevede il pagamento diretto di tutte le coperture. I sinistri che riguardano il bagaglio personale vengono aperti solo al rientro in Italia e, inoltre, il risarcimento dei biglietti aerei a causa di ritardi o di cancellazioni dei voli da parte della compagnia non è di competenza delle assicurazioni viaggio ma, appunto, delle compagnie aeree stesse. Discorso diverso per le spese mediche: tutte le compagnie citate nel blog prendono direttamente in carico dei costi in caso di ricovero ospedaliero (le visite mediche o gli acquisti in farmacia invece sono anticipati dall’assicurato e risarciti al rientro in Italia). Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com), ad esempio, per tutte quelle spese superiori a € 300 sarà necessario avvisare l’assicurazione, la quale prenderà direttamente in carico i costi sanitari. Tutti i costi inferiori sono risarciti al rientro in Italia. Se vuoi proteggerti contro un’eventuale cancellazione del viaggio, Viaggi Sicuri ha una polizza specifica (polizza annullamento) che deve essere acquistata entro massimo 48 ore dalla prima prenotazione che fai. Il premio va in base al costo totale della vacanza.

    Buon viaggio

  • CLAUDIA
    Postato alle 19:57h, 04 gennaio Rispondi

    Ciao Roberto
    l’ultimo post che vedo è di novembre 2014 spero che tu possa leggere e rispondere.
    Siamo un gruppo di 6 persone composto da 4 50enni e 2 25enni.
    Dobbiamo stipulare l’assicurazione per andare a New York.
    Il soggiorno sarà dal 1 all’8 maggio, per favore aiutaci
    dacci un consiglio, diciamo che non abbiamo particolari problemi di salute tranne me che soffro di coliche renali :(
    e che non sappiamo benissimo l’inglese.
    Grazie grazie
    Claudia

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:03h, 04 gennaio Rispondi

    Ciao Claudia,

    polizze come Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) oppure Assicurazioni Low Cost (www.assicurazionilowcost.it) hanno un ottimo rapporto qualità prezzo e sono indicate per viaggi negli USA in quanto hanno massimali milionari per le spese mediche. Tuttavia non coprono le preesistenze dunque in caso di colica renale non saresti coperta con queste compagnie. Potresti dunque acquistare una polizza con una delle due suddette compagnie per gli altri partecipanti al viaggio ed una polizza per te con ERV Italia (www.erv-italia.it): questa assicurazione è un po’ più cara ma offre copertura anche per le patologie preesistenti. Non preoccuparti per la lingua, la centrale operativa risponde sempre in italiano in caso di necessità.

    Buon viaggio

  • luca
    Postato alle 13:19h, 17 novembre Rispondi

    Buongiorno!Io mi trovo all’estero e da dove mi trovo vorrei fare un viaggio e quindi un assicurazione viaggio perchè altrimenti sarei scoperto..Le compagnie che ho contattato mi dicono che l’assicurato al momento della stipula deve essere in Italia, in quanto in caso di sinistro verrebbe richiesto un bigietto aereo con partenza dall’italia. Sapreste indicarmi qualche assicurazione che faccia al caso mio? Grazie e tanti saluti.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 07:00h, 17 novembre Rispondi

    Ciao Luca,
    purtroppo nessuna compagnia italiana da la possibilità di sottoscrivere una polizza se ti trovi già all’estero. Nel tuo caso ti suggerisco di sentire se è possibile acquistare una polizza con la compagnia World Nomads (www.worldnomads.it): ricorda però che il loro servizio clienti è in Australia quindi devi masticare un po’ d’inglese se vuoi comunicare con loro.
    Saluti

  • Jessica
    Postato alle 01:45h, 15 ottobre Rispondi

    Buonasera Roberto,
    fra qualche settimana partirò per un viaggio di piacere per una settimana a New York, per cui ho acquistato una polizza Allianz Care..quello che mi preoccupa di più per un viaggio negli Usa è il costo dell’assistenza sanitaria, per questo ho scelto Allianz che garantisce massimale illimitato per gli Usa.
    La polizza non copre però in alcun modo danni causati da atti di terrorismo, che con la crescente minaccia internazionale sono un rischio attuale..guardando qua e là non trovo polizze che coprano questo tipo di danni..sa darmi qualche consiglio?
    Nel caso dovessi trovare la polizza che li copre, è possibile stipularla o entrerebbe in conflitto con Allianz? Al momento ho solo acquistato Allianz Care ma non ho ancora firmato ed inviato la polizza..è considerata valida?
    Grazie per l’attenzione!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 00:41h, 15 ottobre Rispondi

    Ciao Jessica,

    come prima cosa ti suggerisco di dare un’occhiata alle condizioni di polizza, che trovi qui: http://www.allianz-assistance.it/polizze-assicurative/assicurazione-viaggi/care, in quanto il massimale illimitato presenta in realtà alcuni sottolimiti da tenere in considerazione durante il soggiorno all’estero. Purtroppo le assicurazioni viaggio italiane non coprono il terrorismo. Ho provato anche a verificare alcune compagnie anglosassoni ma purtroppo non ho trovato nulla per i residenti della UE.

    Buon viaggio

  • gerardo
    Postato alle 13:36h, 04 ottobre Rispondi

    Sono ancora io Roberto, ero quasi tentato a stipulare l’assicurazione con ViaggiSicuri, ma, dopo aver letto su internet tante esperienze negative da parte di alcuni utenti, mi trovo punto e accapo.
    Molti lamentano il fatto di aver dovuto anticipare somme, che nel più dei casi hanno tribolato a farsi rimborsare e, alcuni addirittura, sembrerebbe non siano riusciti nemmeno a riaverli.
    Non vorrei stipulare un’assicurazione che risparmio oggi e ci rimetto domani, anzi vorrei avere la garanzia che il viaggio non diventi un inferno.
    Per quello che ho capito io nei vari forum, sembrerebbe:
    tra quelle più care:
    Erv e Allianz, sono veramente care, la seconda ha massimali illimitati entrambe coprono malattie preesistenti, da quello che ho capito non fanno anticipare mai le spese sanitarie dopo aver contattato la Centrale Operativa .
    Columbus ed Europ assistance affidabili ma massimali bassi.
    Molto più economiche:
    AIG Travel Guard, massimali buoni ma difficoltà nell’assistenza.
    Coverwise, massimali ottimi, per il rimpatrio sanitario ho visto nel fascicolo informativo a pag. 20 nella sezione Spese Mediche al punto “d.” e sembrerebbe che è illimitato per europa e resto del mondo, hanno però una franchigia di 75 € e non ho capito se pagando qualcosa in più si può eliminare, inoltre in alcuni casi prevedono l’anticipazione delle spese.
    Viaggisicuri, massimali milionari ma quante brutte esperienze che ho letto…
    Assicurazione viaggi Low Cost costi bassissimi, ma poi…???
    HELP ME!!!
    CHE CONFUSIONE

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:22h, 04 ottobre Rispondi

    Ciao Gerardo,

    tutte le assicurazioni viaggio hanno pareri sia positivi che negativi in rete. Quelle che non hanno opinioni (positive e/o negative) esistono solo da qualche anno sul mercato italiano ed è solo una questione di tempo. Inoltre molto spesso i commenti negativi sono fuorvianti: non possiamo assolutamente sapere con certezza quello che è successo durante il sinistro. Potrebbe essere stato un errore umano da parte di un dipendente dell’assicurazione o, molto più sSpesso, è l’assicurato che non ha agito in maniera corretta (come ad esempio aver interrotto il viaggio senza avvisare l’assicurazione o richiesto il rimborso per una patologia preesistente) oppure semplicemente non è coperto perché la polizza acquistata NON copre qualsiasi evento (Ttante persone pensano di essere coperte per qualsiasi cosa solo per il fatto di aver pagato un premio assicurativo).
    Al contrario di quanto si pensa, Lle assicurazioni sono molto trasparenti in questo, su ogni sito trovi le condizioni di polizza da leggere prima dell’acquisto e non potrebbero mai declinare rifiutare un sinistro se incluso nella copertura in quanto andrebbero incontro a guai seri. Ti posso confermare che tantissimi commenti negativi sono dovuti dal fatto che l’assicurato non ha la minima idea del prodotto che ha acquistato. Detto questo ti confermo che Coverwise ha alzato il massimale del rimpatrio, pur mantenendo alcune esclusioni indicate nel contratto, e che non ho trovato sul sito la possibilità di eliminare la franchigia.
    Assicurazioni Low Cost è sottoscritta da ERV Italia, una delle compagnie assicurative di punta europee, dunque è totalmente affidabile. Non tutto quello che costa poco è sinonimo di incompetenza bassa qualità. Leggi qui perché questo prodotto offre un premio economico: http://www.assicurazionilowcost.it/ma-la-polizza-essenziale-serve.

    Saluti

  • gerardo
    Postato alle 18:27h, 29 settembre Rispondi

    Ciao Roberto, stò programmando un viaggio per New York con la mia compagnia.
    Siamo entrami 30entenni e stiamo valutando di stipulare un assicurazione o con allianz Usa Care o Viaggisicuri Oro.
    Il mio dubbio è questo, se maleauguratamente ci faccio male e dobbiamo sottoporci a un intervento chirurgico notevole (es. trapianto, protesi ecc.) che quindi richiede l’utilizzo di molte risorse quali sono i costi massimi che si potrebbero avere negli USA, in sostanza un intervento molto complesso quanto costa? e con quale assicurazione si può far in modo di avere dei familiari vicino?
    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:15h, 29 settembre Rispondi

    Ciao Gerardo,

    non conosco i costi sanitari nel dettaglio però posso dirti che un’operazione di appendicectomia, quindi un intervento relativamente banale, può superare i 50 mila dollari. Ed anche il rientro sanitario dell’assicurato può raggiungere cifre veramente elevate e creare moltissimi problemi qualora non fossi coperto con una polizza valida ed affidabile. Entrambe le polizze che hai citato coprono il viaggio dei familiari o dei compagni di viaggio in caso di rientro sanitario dell’assicurato. Tuttavia, la polizza Oro di Viaggi Sicuri offre molte più coperture a fronte di un premio decisamente più basso rispetto alla polizza Care di Allianz Global Assitance.

    Buon viaggio

  • Andrea
    Postato alle 01:08h, 28 settembre Rispondi

    Ciao, è la prima volta che faccio un viaggio da solo e quindi non son affatto pratico di assicurazioni sanitarie. A fine Ottobre partirò per 2 settimane per gli Stati Uniti. Mi son imbattuto in questo sito approfitto quindi per chiederti quale assicurazione mi consiglieresti di fare. Non mi sembrava male Viaggi Sicuri sia per il prezzo che poi per i vari premi, ma preferirei avere un consiglio da qualcuno più esperto. Grazie anticipatamente
    Andrea.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 00:34h, 28 settembre Rispondi

    Ciao Andrea,

    Viaggi Sicuri va benissimo! La polizza Individuale Argento ha un premio contenuto ed offre dei massimali congrui per un viaggio negli USA. E’ infatti molto importante verificare che siano comprese le seguenti coperture per un viaggio oltre oceano:
    – Spese Mediche: massimale milionario
    – Rientro Sanitario: massimale illimitato

    Buon viaggio

  • Carlotta
    Postato alle 02:12h, 11 settembre Rispondi

    Ciao, tra due mesi devo partire per new york per un periodo di almeno 6 mesi e mi sto informando sulle possibili assicurazioni. Porterò con me anche la mia cagnolina, una boston terrier di piccola taglia, e volevo sapere se è possibile avere un’assicurazione medica anche per lei.
    Spero tu possa aiutarmi :)

    grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 01:00h, 11 settembre Rispondi

    Ciao Carlotta,

    di solito tratto solo bipedi però puoi provare a dare un’occhiata a DottorDog di 24h Assistance (http://www.24hassistance.com/Dottordog.aspx), mi sembra una polizza molto completa in quanto puoi coprire la tua cagnolina contro spese veterinarie per intervento chirurgico, responsabilità civile per cose e persone ed anche la tutela legale!

    Saluti

  • Enrico
    Postato alle 19:44h, 09 settembre Rispondi

    ciao Roberto! Ho qualche dubbio sulle assicurazioni e vorrei dei chiarimenti se possibile! La prossima settimana mi trasferirò a san francisco con visto Esta e rimarrò per tre mesi fino a Natale per poi tornare a SF con l’esta oppure con visto lavorativo se trovo uno sponsor perché dovrei restarci fino a fine 2015. Attualmente ho già un’assicurazione annuale all inclusive con Cowervise che però è valida 1 mese di viaggio perciò dovrò procedere con effettuarne una nuova che non abbia il limite viaggio di 1/3 mensilità ma un gap annuale.
    Quale compagnia mi consigli e quale è la più economica?
    Posso sfruttare per il primo mese la mia Cowervise e farmi la polizza annuale mentre sono già a SF o devo farla prima di partire entro questa settimana?
    grazie
    Enrico

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:07h, 09 settembre Rispondi

    Ciao Enrico,

    ti confermo che non è possibile sfruttare il primo mese di copertura con Coverwise in quanto le polizze vanno acquistate prima della partenza dall’Italia per coprire l’intera durata di viaggio. Dunque dovrai stipulare una polizza prima della tua partenza dall’Italia fino al rientro a fine 2015. Le assicurazioni viaggio più economiche e con massimali adeguati per viaggi di lunga durata sono due:
    – Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com)
    – Assicurazioni Low Cost (www.assicurazionilowcost.it)
    Mi raccomando, non acquistare una polizza che non offre un massimale illimitato per il rientro sanitario ed una copertura con massimale milionario per le spese mediche.

    Buon viaggio

  • Luca
    Postato alle 12:55h, 29 agosto Rispondi

    Buongiorno,
    a breve partirò per gli stati uniti. Le assicurazione che in teoria dovrebbero coprire di più sono la Allianz Care e la Erv (A), che includono anche le preesistenze. Mi ha lasciato basito però la differenza che fanno tra ricovero ospedaliero e spese mediche: massimali altissimi (illimitato l’uno, 2,5 milioni l’altra) per interventi chirurgici e ricoveri, ma irrisori per le visite mediche (1,3 e 3 migliaia di €). Sostanzialmente senza ricovero non si è affatto coperti (tra l’altro, includono nelle “visite mediche” anche il Day Hospital!).
    Un politraumatismo agli arti, con dimissioni il giorno stesso, può costare 50mila dollari. Che ne pensa?

  • Luca
    Postato alle 12:50h, 29 agosto Rispondi

    Parziale rettifica di quanto precedentemente scritto: ho parlato con un (preparato) agente della ERV. Qualsiasi intervento ospedaliero (day hospital con trattamento ospedaliero, pronto soccorso, “semplice” visita per dolori acuti anche senza ricovero) rientra nell’ambito “ospedaliero” con 2500k € di massimale. Allianz, ricontattata telefonicamente, conferma che il pronto soccorso rientra nelle “visite mediche” con limite 1300€.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:35h, 29 agosto Rispondi

    Ciao Luca,

    vedo che hai fatto i compiti! Purtroppo alcune assicurazioni viaggio hanno questo tipo di sottolimiti nelle spese mediche; per questo consiglio sempre di non soffermarsi solamente al massimale indicato nel preventivo online ma di andare a verificare attentamente nelle condizioni contrattuali per eventuali limitazioni. A questo punto, dato che ti serve una polizza che copre le patologie pregresse, ti consiglio di acquistarla con ERV, così almeno sarai coperto con un massimale milionario in caso di prestazioni ospedaliere.

    Buon viaggio

  • Ilaria
    Postato alle 22:34h, 15 agosto Rispondi

    Ciao Roberto,

    io dovrei andare a vivere negli Stati Uniti per 6 mesi, però non riesco a capire se tutte queste assicurazioni coprono anche visite dal medico di base o specialistiche, o prescrizione di medicine. Nel senso, se ho bisogno di un antibiotico, chi me lo prescrive e chi me lo paga? E se ho un mal di orecchi o un mal di stomaco? Mi servirebbe anche un’assicurazione per le cure dentistiche, perchè ultimamente sto avendo tantissimi fastidi e purtroppo non ho molto tempo di risolverli prima di partire. Infine, preferirei ovviamente che si trattasse di pagamenti diretti, non di rimborsi. Tutti i siti che ho girato finora mi soddisfano poco, perchè non riesco a capire bene se avrò tutto quello che mi serve. Potresti consigliarmi per favore?

    Grazie infinite

  • Roberto Ricci
    Postato alle 22:04h, 15 agosto Rispondi

    Ciao Ilaria,

    se hai avuto dei fastidi ai denti prima della partenza non sarai coperta con una polizza viaggio se non include anche le patologie preesistenti. Ti consiglio di dare un’occhiata alle polizze proposte da ERV Italia (www.erv-italia.it) e prova ad inviare una email e chiedere se effettuano il pagamento diretto per qualsiasi tipo di spesa medica. Se quello che cerchi è un’assicurazione viaggio che paghi direttamente anche le piccole spese (€ 200/ € 300) credo che farai fatica a trovarla, per motivi logistici molte compagnie assicurative prevedono la presa in carico dei costi sanitari qualora la cifra sia più elevata.
    Buon viaggio

  • Valentina
    Postato alle 11:36h, 07 agosto Rispondi

    Buongiorno,
    dal 20 al 29 agosto sarò negli Usa e sono indecisa sulla compagnia da scegliere. Io e il mio ragazzo godiamo di ottima salute, quindi opterei volentieri per una polizza economica, ma ho (forse) commesso l’errore di navigare tra i vari forum dove si leggono esperienze negative, di persone che non hanno ricevuto un’adeguata assistenza. facendo i dovuti scongiuri, per chi non soffre di particolari patologie ma può aver bisogno di un consulto medico, quale compagnia consiglia? Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:20h, 07 agosto Rispondi

    Ciao Valentina,

    se navighi un po’ sul web, potrai notare che tutte le assicurazioni hanno recensioni negative sul web. Nonostante l’affidabilità delle compagnie assicurative (tutte le assicurazioni viaggio commercializzate in Italia sono iscritte a IVASS, l’organo che vigila l’attività assicurativa) non è comunque possibile avere il 100% dei clienti soddisfatti. Dato che non soffri di preesistenze, e non hai ragione di acquistare una polizza più costosa che copre anche questo genere di eventi, ti consiglio di dare un’occhiata a compagnie come AssicurazioniLowCost (www.assicurazionilowcost.it) oppure Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com), chiama i loro servizio clienti in orario ufficio per qualsiasi cosa, sono molto disponibili (Viaggi Sicuri 0541 51171 e Assicurazioni Low Cost 0541 709895).

    Buon viaggio

  • Mirko
    Postato alle 22:29h, 30 luglio Rispondi

    Ciao Roberto,
    leggo dai tuoi numerosi post che ERV ed Allianz dovrebbero coprire anche le patologie pregresse. In realtà ho contattato proprio Allianz in questi giorni perchè vorrei intraprendere un viaggio negli USA dal 9 al 29 Agosto 2014. Il 1 Agosto 2014, però, mia moglie dovrá fare un piccolo intervento chirurgico in day hospital. Allianz mi ha risposto che in caso di necessitá di cure mediche legate all’intervento non sarei coperto. Ti risulta, oppure è stata una risposta “sbrigativa”?

    Grazie mille,
    Mirko

  • Roberto Ricci
    Postato alle 21:12h, 30 luglio Rispondi

    Ciao Mirko,

    nelle condizioni della polizza Care di Allianz, che trovi qui http://www.allianz-assistance.it/pdf_isvap35/2013-07/care_it.pdf, non è indicato da nessuna parte che non sono coperte le patologie preesistenti o comunque problematiche legate a ricoveri prima della partenza. Dunque o l’operatore ha capito male la tua richiesta oppure hanno deciso che, essendo l’intervento troppo ravvicinato alla partenza, in questa specifica occasione preferiscono non assicurare tua moglie. Ti consiglio comunque di provare a ricontattare Allianz e chiedere maggiori informazioni a riguardo.

    Buon viaggio

  • Teresa
    Postato alle 15:36h, 24 luglio Rispondi

    Salve,
    tra pochi giorni partirò col mio ragazzo per un viaggio di 3 settimane degli Stati Uniti.
    Siamo entrambi 30enni e in buona salute, raramente siamo andati dal medico per piccoli traumi, congiuntiviti, cistiti, influenze e cose del genere, per cui inizialmente non avevamo pensato all’assicurazione sanitaria.
    Tuttavia informandoci ci siamo spaventati molto: anche se statisticamente quasi impossibile che ci capiti qualcosa, ci siamo convinti a stipulare un’assicurazione. Il problema è che ognuna di quelle più economiche mi sembra che non copra qualcosa, chi le condizioni mediche pregresse (che nella nostra storia clinica sono negative, ma se la compagnia assicuratrice ci marcia? se per una congiuntivite mi trovassi a pagare 2000 euro perché l’ho già avuta??), chi non paga direttamente ma rimborsa alla fine le spese (che possono arrivare tranquillamente a decine di migliaia di euro: dove li prendo??), chi per altri motivi che magari sto sottovalutando… Le uniche che mi sembrano più complete (sempre dal punto di vista sanitario)sono la ERV e la Allianz. Allora mi chiedo, che senso ha stipulare un’assicurazione economica? Sto per stipulare un’assicurazione pensando che tanto non mi servirà, giusto per essere sicura se si verifica quel caso rarissimo che inizialmente non volevo neanche prendere in considerazione. Allora che senso ha pagarne una che garantisce solo in parte? Vorrei conoscere la sua opinione sul target di queste assicurazioni più economiche e ricevere un suo consiglio Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:37h, 24 luglio Rispondi

    Ciao Teresa,

    come prima cosa ti confermo che è assolutamente necessario sottoscrivere una polizza per un viaggio negli Stati Uniti; i costi sanitari raggiungono cifre molto elevate anche per curare una semplice storta o distorsione alla caviglia. Inoltre, ti confermo che una patologia preesistente, prendendo i tuoi esempi, non è una febbre od una congiuntivite presa poche volte e curata con successo. Una patologia pregressa è una cistite (od una congiuntivite) cronica che si ripresenta ad intervalli regolari. Le polizze di ERV e Allianz sono le uniche assicurazioni che coprono persone con patologie preesistenti e per questo motivo costano più delle altre. Dunque, se non soffri di patologie pregresse o croniche, come mi sembra effettivamente di capire, non c’è ragione di pagare un premio più alto per includere una copertura che non ti serve.

    Buon viaggio

  • Sofia
    Postato alle 20:47h, 21 luglio Rispondi

    Ciao Roberto, l’8 di agosto io, mio marito e mia figlia di 4 anni partiremo per la Florida per 15 giorni e dobbiamo ancora acquistare l’assicurazione sanitaria e responsabilità civile. Avremo l’auto a noleggio per tutta la durata della vacanza e vorrei sapere quale è la migliore assicurazione in caso di incidente e quale la migliore in caso di infortuni o malattie. Attualmente stiamo valutando Allianz, Columbus, Erv e Viaggisicuri, ma siamo in alto mare ed abbiamo bisogno di un consiglio.
    Grazie.
    Sofia

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:36h, 21 luglio Rispondi

    Ciao Sofia,

    tutte le compagnie che hai citato vanno benissimo. Ti ricordo che le assicurazioni viaggio non offrono la responsabilità civile auto dunque, in caso di noleggio all’estero, dovrai verificare che ci sia anche un’assicurazione per sinistri in caso di danni al veicolo o a terze persone. Viaggi Sicuri, ad esempio, prende in carico di eventuali spese mediche degli assicurati a seguito di un incidente con un autovettura.

    Buon viaggio

  • Anna
    Postato alle 22:42h, 19 luglio Rispondi

    ciao,
    sono una dottoranda e a novembre(se avrò tutti i documenti in regola) partirò per San Francisco per un periodo di sei mesi. Ho letto molti siti di compagnie assicurative e ho richiesto tanti preventivi. La scelta è difficile: alcune hanno prezzi elevati, altre troppo bassi. Cosa mi consigli? La polizza deve rispondere ai requisiti per il visto J1.

    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 21:34h, 19 luglio Rispondi

    Ciao Anna,

    il costo di un’assicurazione viaggio non è indice di affidabilità, dunque non devi pensare che se una polizza costa meno delle altre allora non è sicura. Anzi, ti posso assicurare che mi è capitato di visionare condizioni contrattuali di polizze molto costose a fronte di massimali bassi. L’assicurazione che devi guardare per il tuo viaggio deve avere, oltre ai requisiti per il visto J1, un massimale milionario per le spese mediche ed un massimale illimitato per il rimpatrio dell’assicurato. Assicurazioni online economiche, come Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) o Assicurazioni Low Cost (www.assicurazionilowcost.it), hanno questo tipo di massimali e l’unica ragione per cui costano meno è perché non coprono le patologie preesistenti e non offrono copertura per gli over 65. Dunque, se non soffri di una patologia pregressa, non vedo perché tu debba spendere di più. Chiaramente, prima di acquistare la polizza, informati se soddisfano i requisiti per il visto.

    Saluti

  • Claudio
    Postato alle 19:57h, 18 luglio Rispondi

    Intanto faccio i miei complimenti a Roberto. Volevo solo dare un piccolo contributo alla domanda sulle malattie pregresse per 365 giorni.
    Personalmente mi assicuro per lunghi periodi con worldwideinsure che non copre le patologie pregresse di default, ma è possibile contrattare l’inclusione comunicando le patologie di cui si è a conoscenza.
    Per esempio l’anno scorso per un viaggio di 6 mesi in Thailandia ho comunicato di essere stato operato di calcoli renali (e di averne altri già nel rene) e di soffrire di ipertensione e mi hanno coperto le patologie pregresse per circa 100 euro di sovrappremio.

    Bisogna però ovviamente conoscere l’inglese, perché bisogna contattare il call ccnter e poi intavolare una trattativa.

    Saluti
    Claudio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:32h, 18 luglio Rispondi

    Ciao Claudio,

    grazie a te per il prezioso contributo. Terrò a mente la tua informazione per poterla fornire a chi soffre di patologie pregresse ed affronterà un lungo viaggio.

    Saluti

  • samy
    Postato alle 12:26h, 17 luglio Rispondi

    Ciao a tutti:)
    il 25 luglio parto per un anno in Canada!Sto valutando le proposte assicurative di Zurich e Europassistance, ma non riesco a decidere!Quale mi consigliate?
    Grazie mille!!!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:31h, 17 luglio Rispondi

    Ciao Samy,

    nelle condizioni generali della polizza viaggio, dentro il sito Zurich, non è riportato il massimale delle spese mediche in quanto vengono decisi in sede di acquisto dunque, qualora decidessi di acquistare una polizza con loro, verifica che sia milionario e che non ci siano eventuali sottolimiti nelle prestazioni. Ti confermo che anche Europassistance è una buona alternativa; ci sono però prodotti che a parità di coperture e massimali costano molto meno online come, ad esempio, Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) o AssicurazioniLowCost (www.assicurazionilowcost.it), prova a calcolare un preventivo anche con loro.

    Buon viaggio

  • Valentina
    Postato alle 00:20h, 16 luglio Rispondi

    Buona sera!

    Io il mio ragazzo questa estate con il mio ragazzo dobbiamo recarci negli Stati Uniti. Ci serve solo l’assicurazione sanitaria. Noi saremmo orientati per l’assicurazione della Columbus sono sufficienti i massimali? Lui poi soffre di asma ed e sotto normale terapia giornaliera e partiremo con tutta la scorta necessarie di medicine necessarie ( sia per la terapia che con per un’eventuale ma rara crisi) e con una ricetta del medico in inglese per la dogana. Ma in questo caso sarebbe coperto se dovesse essere necessario, sperando che non serva ovviamente? Perché ho letto che non copre per patologie preesistenti?

    Grazie mille e cordiali saluti
    Valentina

  • Roberto Ricci
    Postato alle 00:15h, 16 luglio Rispondi

    Ciao Valentina,

    Columbus Direct non copre le patologie pregresse dunque il tuo ragazzo non sarebbe coperto in caso di spese mediche legate all’asma. Visto che viaggiate negli Stati Uniti dove le cure mediche sono molto costose ti consiglio di dare un’occhiata anche a compagnie che coprono questo tipo di patologie come ERV Italia (www.erv-italia.it) oppure Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it).

    Buon viaggio

    • paolo
      Postato alle 03:30h, 07 marzo Rispondi

      salve e complimenti per il sito.
      A proposito delle patologie pregresse: ho consultato i fascicoli di ERV Italia classe A (https://www.erv-italia.it/acquisto/assistenza_spese_mediche/current/classeA) e la copertura semprerebbe espressamente esclusa. Mi sfugge qualcosa?
      Mi sembra poi che anche Allianza abbia di recento escluso tali coperture.
      Avrebbe qualche consiglio sul punto?
      Grazie in anticipo.
      Paolo

      • Roberto Ricci
        Postato alle 12:36h, 09 marzo Rispondi

        Ciao Paolo,

        ti confermo che purtroppo ERV ha cambiato di recente le condizioni contrattuali e purtroppo non copre più le patologie preesistenti. E’ rimasto solo un prodotto di Allianz che copre anche le patologie pregresse (Globy) ma viene venduto esclusivamente tramite agenzie viaggio. In questa pagina potrai calcolare un preventivo e scaricare il fascicolo informativo: http://globy.allianz-assistance.it//pages/login.asp.

        Saluti

  • Davide
    Postato alle 14:09h, 11 luglio Rispondi

    Ciao, sto confrontando due polizze sanitarie per un soggiorno di 12 giorni tra Canada e Stati Uniti.
    Viaggi sicuri e assicurazioni low cost sono uguali o sbaglio?
    La seconda mi viene a costare €17 in meno nonostante l’applicazione del codice sconto di viaggi sicuri.
    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:50h, 11 luglio Rispondi

    Ciao Davide,

    Ti confermo che la polizza di Low Cost è la più economica del web in quanto priva di coperture secondarie e non essenziali ai fini della sicurezza in viaggio. La Low Cost infatti copre solo spese mediche, assistenza e RC. Viaggi Sicuri invece include anche altre garanzie come il bagaglio, ecc.

    Saluti

  • Pietro82
    Postato alle 23:48h, 16 giugno Rispondi

    Su internet vedo che è molto conveniente la polizza Coverwise by AXA. Non capisco però dove stanno le differenze con altre polizze che prevedono premi più costosi.
    Sapresti aiutarmi ?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:55h, 16 giugno Rispondi

    Ciao Pietro,

    pur essendo una buona polizza, non mi sento di consigliare Coverwise in quanto ha un massimale basso in caso di rimpatrio (€ 5.500). Tieni conto che il rientro sanitario è la prestazione più cara in assoluto per quanto riguarda l’assistenza medica all’estero e può raggiungere facilmente cifre esorbitanti. Quando acquisto una polizza per me verifico sempre che il massimale per il rimpatrio sia illimitato. Molte assicurazioni, come ad esempio Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com), soddisfano questo requisito fondamentale.

    Saluti

  • Andrea
    Postato alle 20:28h, 15 giugno Rispondi

    Buonasera Roberto
    io e mia moglie partiremo per l’America il 6 agosto e staremo via per 20 gg, abbiamo visto diverse assicurazioni ma siamo indecisi quale stipulare sia medica che quella di annullamento viaggio compresa di volo.
    Saresti cosi gentile da aiutarci nella decisione considerando la tua esperienza?
    grazie mille in anticipo
    Andrea

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:53h, 15 giugno Rispondi

    Ciao Andrea,

    se vuoi acquistare un’unica polizza medica + annullamento (soluzione più costosa) puoi calcolare un preventivo della polizza personalizzata di Filo Diretto (www.filo-diretto.). Se invece vuoi risparmiare puoi acquistare una polizza Annullamento con Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) ed una polizza per le spese mediche durante il viaggio con Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com). Ti ricordo che con Viaggi Sicuri è attivo uno sconto del 12% se inserisci questo codice durante un preventivo online: ES2014.

    Buon viaggio

  • Elena
    Postato alle 18:44h, 09 giugno Rispondi

    Salve Roberto,
    quest’estate in agosto per 2 settimane io e mio marito avevamo intenzione di fare il giro della California.
    Avrei bisogno di sapere se esiste un’assicurazione che mi rimborsi nel caso di annullamento del viaggio causa revoca delle ferie da parte dei datori di lavoro.
    grazie mille
    Elena

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:42h, 09 giugno Rispondi

    Ciao Elena,

    ti consiglio di provare a contattare Europ Assistance (https://www.europassistance.it/) e chiedere se la revoca delle ferie è un motivo accettato per la rinuncia al viaggio. Nelle condizioni di contratto della polizza Annullamento è citato che è coperto qualsiasi motivo non prevedibile al momento dell’acquisto della polizza.

    Saluti

  • vincenzo
    Postato alle 02:47h, 04 giugno Rispondi

    ciao ROberto,fra due settimane partirò per il Canada per poco più di 3 mesi. Farò anche una capatina in Stati Uniti. Ho visto i prezzi di ERV e e Viaggisicuri per una polizza annuale. ERVE ha dei prezzi nettamente inferiori ma non si capisce una cosa: un viaggio di questa durata lo ricopre una assicurazione annuale o singola? Perchè alcune assicurazioni te lo dicono compilando i preventivi online, altre no. In ogni caso per questa tipologia di viaggio cosa mi suggerisci? grazie!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 01:21h, 04 giugno Rispondi

    Ciao Vincenzo,

    sei sicuro che le polizze di ERV costino di meno di quelle di Viaggi Sicuri? Ho calcolato dei preventivi e le polizze di ERV hanno un premio decisamente più alto. In ogni caso la polizze annuali multi viaggio (sia di Viaggi Sicuri sia di ERV) non fanno al caso tuo perché ogni singolo viaggio all’estero non deve superare una permanenza di 45 giorni. Dato che il tuo viaggio è di 3 mesi dovrai acquistare o una polizza Individuale di Viaggi Sicuri o una polizza Tutto Compreso o Assistenza e Spese Mediche di ERV Italia.

    Buon viaggio

  • adel
    Postato alle 14:33h, 12 maggio Rispondi

    Salve, vorrei se possibile porle una domanda a cui non riesco ancora a trovare risposta. Questa estate mi recherò negli Usa per un viaggio di piacere. Ho letto di diversa gente che approfitta della vacanza per sottoporsi ad operazioni che sono coperte ovviamente dalla loro ass. sanitaria. Nel mio caso, sono affetto da ptosi congenita, patologia che ho letto è coperta dall’ass. Il dubbio però, insorge quando si tratta di patologia preesistente al momento della stipula del contratto, condizione che vedrebbe il mio caso e che a quanto pare molte ass. non concedono. La mia domanda quindi è: esiste una qualche assicurazione che copra patologie preesistenti al momento della firma come la ptosi? Grazie.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:00h, 12 maggio Rispondi

    Ciao Adel,

    un conto è coprire spese mediche legate a patologie preesistenti e un conto è coprire un viaggio il cui scopo è sottoporsi a cure mediche. Nel secondo caso NESSUNA polizza viaggio ti coprirà i costi legati al ricovero. Nel primo caso invece ci sono alcune polizze che coprono anche in caso di infortuni/malattia legati a patologie pregresse. Ecco due nomi:
    – ERV Italia: http://www.erv-italia.it
    – Allianz Global Assistance: http://www.allianz-assistance.it

    Saluti

  • Claudio
    Postato alle 18:07h, 05 maggio Rispondi

    Buongiorno,

    a settembre 2014 dovro partire in vacanza per 2 settimane facende un tour della florida e poi cocludendo la vacanza a new york. E’ la prima volta che vado negli states e non so nulla di assicurazioni. Quindi la mia domanda scontata è:

    cosa devo fare? cosa mi consigli?

    Ciao e grazie
    Claudio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:00h, 05 maggio Rispondi

    Ciao Claudio,

    tutte le assicurazioni indicate nel blog vanno benissimo per un viaggio negli USA. In particolare ti consiglio una polizza che abbia un massimale milionario per le spese mediche ed il rimpatrio dell’assicurato a garanzia illimitata. Queste due compagnie, ad esempio, corrispondono alle caratteristiche richieste:
    1) Viaggi Sicuri: http://www.viaggisicuri.com
    2) Assicurazioni Low Cost: http://www.assicurazionilowcost.it

    Buon viaggio

  • Dani
    Postato alle 22:03h, 03 maggio Rispondi

    ciao Roberto,
    mio figlio partirà il 4 maggio con un amico per New York, sono due amici di 22 e 24 anni, per favore mi consigli un’assicurazione valida sia per i massimali, per il call center in italiano, per il pagamento in anticipo in caso di ricovero e anche altre spese mediche,copertura per i bagagli, rientro anticipato, R.C., praticamente una polizza completa e sicura.Il soggiorno durerà un mese.
    Grazie mille,
    Dani

  • Dani
    Postato alle 22:00h, 03 maggio Rispondi

    Ciao Roberto,
    ho appena scritto, ho sbagliato la data di partenza, volevo dire il 4 giugno, scusami….
    Ciao e grazie,
    Dani

  • Roberto Ricci
    Postato alle 21:16h, 03 maggio Rispondi

    Ciao Daniela,

    ti consiglio Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com): la polizza Individuale Oro (o Studente Deluxe se tuo figlio è iscritto ad una scuola/università italiana). Questa polizza copre tutto quello che hai indicato nel tuo messaggio ed inoltre prende direttamente in carico le spese mediche stimate superiori a € 300, previo contatto con la centrale operativa.

    Saluti

  • Titty
    Postato alle 00:36h, 23 aprile Rispondi

    Ciao Roberto,
    innanzitutto ti ringrazio per aver realizzato quest’ottimo portale che dirime i dubbi che assillano noi viaggiatori.
    Siamo una coppia di genitori fascia 45-50 anni ed una ragazza di 17 che ha deciso di viaggiare negli states per due settimane.Parte del viaggio sarà destinato ad un tour in pulman con viaggio da ny a toronto niagara etc.Parte in florida con giro alle kew west in pulman:Viaggi interni in aereo.
    Sono indecisa tra la columbus, viaggi sicuri,la assicurazione low cost e la Coverwise (gruppo axa) potresti fare un confronto? quale consigliere sti nel mio caso?.Non abbiamo patologie pregresse.Grazie mille

  • Roberto Ricci
    Postato alle 00:20h, 23 aprile Rispondi

    Ciao Titty,

    Coverwise è una buona polizza tuttavia tendo ad escluderla perché ha un massimale basso in caso di rientro sanitario (solo € 5.500). Viaggi Sicuri e Assicurazioni Low Cost hanno invece entrambe un massimale illimitato in caso di rimpatrio e, altra cosa importantissima, coprono spese mediche con massimale milionario senza limitazioni nella durata del ricovero. Sono inoltre sottoscritte da ERV quindi totalmente affidabili. Se vuoi coprire solo le spese mediche e la responsabilità civile verso terzi puoi risparmiare ed acquistare la polizza Essenziale di Assicurazioni Low Cost: è la più economica del web. Se invece, oltre alle coperture mediche, desideri essere protetta anche in caso di interruzione del viaggio o per il bagaglio personale, ad esempio, potrai acquistare una polizza Viaggi Sicuri di livello Argento oppure Oro.

    Buon viaggio

  • Gianluigi
    Postato alle 11:40h, 09 aprile Rispondi

    Salve Roberto!
    Grazie per i tuoi consigli molto utili.
    Dovrò partire per gli Stati Uniti con altre 6 persone (di età compresa tra i 29 e i 57 anni). Un dettaglio è che l’assicurazione deve coprire anche chi è stato per più di 6 mesi all’estero nell’anno precedente (ho visto che alcune assicurazioni hanno questa clausola e quindi non si applicherebbe a me)
    Volevo cortesemente chiedere se consigli WorldWideInsure come soluzione per Assistenza medica.
    Propone buoni prezzi in confronto con le altre assicurazioni italiane. Per l’inglese non abbiamo problemi.
    Grazie!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:05h, 09 aprile Rispondi

    Ciao Gianluigi,
    Worldwideinsure è un’ottima soluzione “straniera”, non so però se ha la clausola da te citata, ho dato un’occhiata al sito e pare non ci sia! Chiedi comunque conferma prima dell’acquisto online. Se invece vuoi una compagnia italiana (le procedure per le richieste di rimborso ad esempio sono molto più semplici da eseguire se resti nel territorio nazionale) puoi provare a calcolare due preventivi con queste assicurazioni: Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) o Assicurazioni Low Cost (www.assicurazionilowcost.it).
    Buon viaggio

  • Andrea
    Postato alle 22:58h, 21 marzo Rispondi

    Ciao Roberto,
    io e la mia ragazza vogliamo partire per le Hawaii a giugno per 6 mesi, andiamo a lavorare in cambio di vitto e alloggio (volontariato) e stavamo guardando un’assicurazione, la meno costosa possibile, ma che copra i possibili infortuni dovuti al lavoro agricolo. Cosa ci consigli?
    Grazie, attendo risposta

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:30h, 21 marzo Rispondi

    Ciao Andrea,

    nessuna assicurazione viaggio copre durante lo svolgimento di un lavoro manuale. I tuoi datori di lavoro dovranno dunque provvedere ad assicurarti contro gli infortuni durante le mansioni lavorative. Per quanto riguarda invece eventuali infortuni/spese mediche al di fuori dell’orario di lavoro ti consiglio la polizza Essenziale offerta da Assicurazioni Low Cost (www.assicurazionilowcost.it): questa compagnia è la più economica del web e copre le spese mediche fino ad un milione di euro e la responsabilità civile fino a € 250.000 per persona.

    Buon viaggio

  • Veronica
    Postato alle 03:27h, 12 marzo Rispondi

    Salve, io e mio marito (32 e 35 anni) dobbiamo stipulare una assicurazione sanitaria di 18 mesi da allegare alla richiesta di visto per un tirocinio che lui dovrà fare negli USA, saprebbe indicarmi quale polizza sarebbe più adatta per entrambi? Nel corso dei 18 mesi potrebbe capitare qualche viaggio in Italia. Purtroppo non riesco a trovare nessuna assicurazione in Italia che copra un periodo così lungo, l’unica sembrerebbe la WorldWideInsure, ma mi spaventa il fatto che la sede non sia in Italia, in caso avessimo bisogno. Potrebbe aiutarci con qualche indicazione? grazie!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 00:04h, 12 marzo Rispondi

    Ciao Veronica,

    purtroppo non conosco nemmeno io un’assicurazione con sede in Italia che copre viaggi per più di 365 giorni. WorldWideInsure è un’ottima soluzione ed il fatto che la sede sia in Inghilterra non deve preoccuparti dato che l’ufficio sinistri e la centrale operativa sono abituati ad assistere clienti in tutta l’Unione Europea. Un’altra alternativa da prendere in considerazione, anche se probabilmente più costosa, è quella di stipulare una polizza direttamente con una compagnia statunitense, magari consigliata proprio dall’ente che organizza il tirocinio di tuo marito.

    Buon viaggio

  • Marco
    Postato alle 16:46h, 15 febbraio Rispondi

    Buongionro,
    partirò per gli USA a giugno per circa 14 gg insieme a moglie e figlio 9 anni.
    Dai vari post, sembrerebbe che l’assicurazione Viaggisicuri sia da prendere in considerazione in base al premio e se non si hanno malattie pregresse e se non ha più di 65 anni.
    L’unico dubbio che mi è venuto è leggendo una recensione che descriveva la disavventura di un cliente che ha avuto difficoltà nel rimborso.

    E’ stata solo una disavventura? la ERV e l’Allianz danno più sicurezza?

    Grazie in anticipo dell’eventuale consiglio
    Marco

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:55h, 15 febbraio Rispondi

    Ciao Marco,

    Viaggi Sicuri è sottoscritta da ERV ed è una validissima polizza Tutte le compagnie di assicurazioni viaggio hanno recensioni negative. In merito a questo non mi stancherò mai di dire che non è possibile avere il 100% dei clienti soddisfatti, ogni assicurazione ha dunque commenti sia negativi che positivi, leggi qui: http://www.ilgiramondo.net/forum/page-192/assicurazioni-viaggio/7839-assicurazione-viaggio.html e http://www.tripadvisor.it/ShowTopic-g1-i12389-k5033518-Assicurazione_viaggi-Viaggiare_low_cost.html. Inoltre, non è possibile sapere con certezza qual è stata la motivazione che ha suscitato una recensione negativa di un assicurato; potrebbe essere stato un disservizio della compagnia oppure potrebbe essere colpa dell’assicurato stesso che non ha letto le condizioni contrattuali e non sa che tipo di coperture ha acquistato.

    Buon viaggio

  • Massimiliano
    Postato alle 19:22h, 10 febbraio Rispondi

    Ciao Roberto, complimenti per le utilissime tabelle! Ho 28 anni e devo andare a lavorare per un anno negli stati uniti. Qual è secondo te la polizza più conveniente? Grazie!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:54h, 10 febbraio Rispondi

    Ciao Massimiliano,

    grazie mille per i complimenti! La polizza più conveniente del web è senza dubbio la polizza Essenziale di Assicurazioni low cost (www.assicurazionilowcost.it). Questa polizza copre viaggi fino a 365 giorni di permanenza all’estero e offre un massimale di un milione di euro per spese mediche, rientro sanitario illimitato e responsabilità civile verso terzi fino ad € 250.000.

    Buon viaggio

  • Danilo
    Postato alle 07:36h, 29 gennaio Rispondi

    Ciao Roberto!
    Grazie per tutte le informazioni utilissime. Mia madre ha una condizione preesistente e deve viaggiare negli stati uniti per 20 giorni ad aprile. Tu consigli ERV o Global Assistance per questo tipo di situazioni.
    ERV per l’assicurazione di classe A chiaramente indica che le malattie preesistenti sono coperte.
    Mentre non riesco a trovare da nessuna parte un’indicazione che l’assicurazione global assistance copre le malattie preesistenti. Anzi nelle condizioni generali della assicurazione All inclusive indicano:
    6.7 Criteri di liquidazione
    Allianz Global Assistance corrisponde:
    b. l’indennizzo per le sole conseguenze dirette, esclusive ed oggettivamente constatabili dell’infortunio, che siano indipendenti da condizioni fisiche o patologiche preesistenti o sopravvenute rispetto all’infortunio;

    Hai una fonte online che dichiari che la global copra le malattie preesistenti?
    Grazie mille.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 07:31h, 29 gennaio Rispondi

    Ciao Danilo,

    la polizza Care di Allianz non ha l’esclusione che hai riportato: http://www.allianz-assistance.it/pdf_isvap35/2013-07/care_it.pdf. Se comunque vuoi essere sicuro che la patologia di tua madre è coperta ti consiglio di inviare una email al servizio clienti; in questo modo avrai un riscontro scritto da allegare alla polizza in caso di problematiche.

    Saluti

  • Filippo
    Postato alle 13:22h, 10 dicembre Rispondi

    Buongiorno, dovrei partire per gli stati uniti per poco meno di 90 giorni. ho 28 anni. vorrei un’assicurazione che copre tutto spese mediche, ecc senza dover anticipare nulla. grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:18h, 10 dicembre Rispondi

    Ciao Filippo,

    in linea generale tutte le assicurazioni prendono direttamente in carico le spese ospedaliere; mentre in caso di visita medica o acquisto di medicinali dietro prescrizione sarà l’assicurato ad anticipare la spesa e a chiedere il rimborso al rientro in Italia. Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) e Assicurazioni Low Cost (www.assicurazionilowcost.it) prendono in carico tutte le spese mediche indicativamente superiori ai 300 euro. Queste due compagnie hanno un rapporto qualità/prezzo davvero ottimo a mio parere!

    Buon viaggio

  • davide
    Postato alle 04:57h, 18 novembre Rispondi

    salve,
    ho visto le varie assicurazioni per copertura sanitaria x vacanze …. ho 38 anni e devo partire x un viaggio negli stati uniti …. ho notato che la viaggi sicuri ha prezzi decisamente inferiori alle altre… domando è sicura come assicurazione? è una buona assicurazione x copertura di una vacanza ? attendo un vostro riscontro e buona giornata

  • davide
    Postato alle 04:56h, 18 novembre Rispondi

    scusate ancora ho controllato i massimali …. ma ho notato che su viaggi sicuri non sono indicati i massimali x spese mediche come mai?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 04:00h, 18 novembre Rispondi

    Ciao Davide,

    Viaggi Sicuri è presente sul mercato italiano da più di 10 anni ed è sottoscritta dalla solida società olandese Goudse, dunque è totalmente affidabile. I massimali delle spese mediche sono riportati nella tabella del preventivo sotto la voce “Spese Mediche all’estero” oppure in questa sezione http://www.viaggisicuri.com/coperture.php. I massimali partono da 1 milione di euro (polizza Individuale Base) fino a € 8 milioni di euro (polizza Individuale Oro) per persona assicurata.

    Buon viaggio

  • Alberto
    Postato alle 09:33h, 17 novembre Rispondi

    Ciao! Siamo due amici,andremo negli Stati Uniti per 22 giorni a gennaio e dal momento che faremo anche altri viaggi nel 2014 si pensava di fare una polizza annuale. Solo che il mio amico ha 70 anni ed io 61. Ho visto che molte assicurazioni convenienti potrebbero andare bene per me ma non per il mio amico per via dell’eta’.Penso che fare due assicurazioni con due diverse compagnie sia sbagliato perché,magari, uno stesso sinistro potrebbe coinvolgere entrambi, e’ giusto oppure non e’ cosi’? Tu cosa mi consigliresti ed eventualmente quale compagnia ? Avevo visto anche la Erv che non ha problemi di eta’, ma mi pare sia piena di franchigie, informarli del viaggio prima della partenza ecc…non mi convince tanto.Grazie infinite e scusa il disturbo.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 09:00h, 17 novembre Rispondi

    Ciao Alberto,

    diciamo che non è una regola avere ognuno una polizza viaggio con una compagnia diversa. Se però desiderate essere coperti con la stessa assicurazione, prova a guardare al polizza Annuale Multiviaggio di Europassistance (http://www.europassistance.it/pagine/home.aspx): questa polizza non ha limiti di età e copre viaggi in tutto il mondo anche con permanenza continuativa all’estero superiore ai 90 giorni.

    Buon viaggio

  • Enzo
    Postato alle 16:04h, 15 ottobre Rispondi

    ciao Roberto, mi chiamo Enzo e dovrei partire in Florida per 40 giorni con mia moglie, avendo una patologia cronica cardiaca volevo chiederti quale compagnia assicurativa mi puoi consigliare grazie.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:42h, 15 ottobre Rispondi

    Ciao Enzo,

    ecco due assicurazioni che coprono le patologie preesistenti all’estero:
    1) Allianz Global Assistance: http://www.allianz-assistance.it/
    2) ERV Italia: https://www.erv-italia.it/
    Prima di sottoscrivere una polizza online ricordati di contattare il servizio clienti e chiedere conferma della copertura per la tua patologia.

    Buon viaggio

  • Grazia
    Postato alle 18:47h, 02 settembre Rispondi

    Buonasera. Sto letteralmente impazzendo tra le condizioni varie di contratti per assicurazione sanitaria per gli USA. Mia mamma di 69 anni partirà il mese prossimo per un viaggio di circa 90gg. Quale assicurazione sanitaria per qualità (es: anticipazione spese)/ prezzo mi può consigliare? Grazie mille

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:48h, 02 settembre Rispondi

    Ciao Grazia,

    direi che Europassistance (http://www.europassistance.it/pagine/home.aspx) fa al caso tuo: copre persone di ogni età e permette di acquistare polizze fino a 365 giorni di permanenza all’estero.

    Saluti

  • CRISTINA
    Postato alle 11:48h, 26 giugno Rispondi

    Siamo una famiglia di 4 persone che sta valutando con quale compagnia stipulare l’assicurazione per viaggio in USA e CANADA per 20 giorni.Ho dei dubbi sulle coperture delle patologie pregresse. Io prendo una pastiglia per la tiroide e mio marito una pastiglia per il colesterolo. Con quale compagnia mi consiglia di fare la polizza?
    Grazie e saluti
    Cristina

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:00h, 26 giugno Rispondi

    Ciao Cristina,
    se desideri avere una copertura per le patologie preesistenti puoi provare a contattare queste due assicurazioni, entrambe offrono prodotti che coprono questo tipo di spese mediche:
    – Allianz Global Assistance: http://www.allianz-assistance.it/
    – ERV Italia: https://www.erv-italia.it/

    Buon viaggio

  • Simone
    Postato alle 02:40h, 06 giugno Rispondi

    Buonasera,
    sto organizzando il mio primo viaggio negli USA per circa 30gg con la mia compagna. Abbiamo entrambi 40 anni. Sarei intenzionato ad Acquistare la polizza viaggi sicuri profilo individuale argento. La polizza consente, per 18 euro extra, l’eliminazione della franchigia ma non riesco a capire dove sono inserite le franchigie. Infine in caso di necessita le cifre vengono date in anticipo o successivamente con un rimborso ?

    Grazie mille per l’aiuto

  • Roberto Ricci
    Postato alle 00:39h, 06 giugno Rispondi

    Ciao Simone,

    le franchigie sono riportate nell’ultima colonna della tabella del preventivo online o, in alternativa, puoi visualizzarle anche qui http://www.viaggisicuri.com/coperture.php. Le franchigie in Viaggi Sicuri sono di € 80,00 per evento e per assicurato in quasi tutte le coperture tranne nella responsabilità civile che è di € 500. In caso di spese mediche negli USA sarà necessario contattare appena possibile la centrale operativa aperta 24 ore su 24 e chiedere assistenza. Le spese indicativamente inferiori a € 300 saranno anticipate dall’assicurato mentre le spese superiori a € 300 (dunque in caso di ricovero per esempio) verranno pagate direttamente dall’assicurazione.
    Buon viaggio

  • Simona
    Postato alle 22:55h, 23 aprile Rispondi

    Salve, mi trovo a New York insieme al mio cane e malauguratamente non ho stipulato una polizza viaggio ne per news ne per lui. So che qui le polizze sono molto care sapreste darmi un consiglio per favore ? Starò qui almeno 6 mesi. Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 22:35h, 23 aprile Rispondi

    Ciao Simona,

    purtroppo le compagnie italiane non permettono di sottoscrivere una polizza se sei già all’estero. Prova sentire se è ancora possibile acquistare una polizza con World Nomads (www.worldnomads.it): i sottoscrittori sono danesi e il servizio clienti è in Australia dunque è assolutamente necessario conoscere bene l’inglese per poter comunicare con loro. Purtroppo non mi occupo solo di bipedi e non saprei indirizzarti su una copertura assicurativa per il tuo cane! prova a chiedere informazioni ad un veterinario del luogo.

    Saluti

  • Ciro
    Postato alle 15:19h, 02 aprile Rispondi

    Salve, andrò a New York a maggio per 13 giorni e volevo chiederle quale assicurazione mi consiglia di fare visto che soffro del morbo di crohn che è una malattia cronica.
    la ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità.
    Saluti

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:07h, 02 aprile Rispondi

    Ciao Ciro,

    prova a contattare Allianz Global Assistance (http://www.allianz-assistance.it/), questa compagnia offre prodotti (ed esclusione della polizza Long Stay) che coprono anche eventuali spese mediche legate a patologie preesistenti o croniche.

    Buon viaggio

  • Stefania
    Postato alle 19:19h, 15 marzo Rispondi

    Ciao, anche quest’anno io e mio marito torneremo in vacanza nel West degli Stati Uniti. L’anno scorso avevamo fatto un contratto con la Mondial Assistance ed avevamo speso 290 euro. Non conoscevo la Viaggi Sicuri, come copertura non mi sembra male, ed anche il costo mi pare abbastanza vantaggioso. Tu me la consiglieresti? E mi sapresti dire che differenza c’è con la Mondial che ho stipulato l’anno scorso? Grazie infinite per questo tuo preziosissimo sito

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:00h, 15 marzo Rispondi

    Ciao Stefania,

    ti confermo che Viaggi Sicuri ha un ottimo rapporto qualità/prezzo; è inoltre molto conosciuta e opera in Italia ormai da tanti anni. Questa compagnia, a differenza di Mondial, non copre spese mediche legate a patologie preesistenti ed ha un limite di età di 65 anni per la sottoscrizione di una polizza. Se dunque rientri nei limiti di età e non soffri di patologie particolari, puoi tranquillamente acquistare una polizza con loro e risparmiare un po’ di soldi!

    Buon viaggio

  • chiara
    Postato alle 19:00h, 01 febbraio Rispondi

    Ciao Roberto,
    mi servirebbe un consiglio: sto organizzando un viaggio di due settimane negli Stati Uniti, vorrei prenotare il volo per tempo sperando di risparmiare, ma purtroppo fino all’ultimo secondo non ho la certezza di avere le ferie. C’è qualche polizza assicurativa che copre da questo tipo di rischio?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:21h, 01 febbraio Rispondi

    Ciao Chiara,

    puoi dare un’occhiata a queste due compagnie che offrono una polizza annullamento che permette di cancellare il viaggio per qualsiasi impedimento documentabile ed imprevedibile al momento dell’acquisto dell’assicurazione:
    – Europassistance (www.europassistance.it): il nome della polizza è Viaggi No Stop Annullamento
    – Globy (http://globy.allianz-assistance.it//pages/login.asp): il nome della polizza è Globy Giallo ed è fornita da Allianz Global Assistance (ex Mondial Assistance). Questa polizza non si sottoscrive online ma solo tramite agenzie viaggi autorizzate.
    Mi raccomando, prima di sottoscrivere una polizza chiedi sempre conferma tramite il servizio clienti che la revoca delle ferie sia un motivo accettato in caso di rinuncia al viaggio.

    Saluti

  • giovanni
    Postato alle 18:57h, 19 gennaio Rispondi

    ciao Roberto
    ad aprile torno alle bahamas
    ho sempre fatto, su tuo consiglio, la sanitaria con viaggi sicuri oro ( famiglia, 2 adulti e un bimbo)
    mi pare che quest’ anno la oro sia aumentata di quasi il 30% ( 11 giorni circa € 140 rispetto a € 105 dell’ altr’anno)
    che ne pensi ?
    rimane la piu’ conveniente?
    posso ripiegare sull’ argento? e’ valida la copertura (5 milioni)?
    grazie mille

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:50h, 19 gennaio Rispondi

    Ciao Giovanni,

    sinceramente i premi delle polizze di Viaggi Sicuri non mi sembrano aumentati, anzi alcuni prodotti costano ancora meno. Forse parti per una destinazione diversa o per qualche giorno in più rispetto agli scorsi anni? In ogni caso anche una polizza di livello argento va più che bene dato che offre un massimale di 5 milioni di euro a persona. Puoi stare tranquillo!

    Buon viaggio

  • roberto biagianti
    Postato alle 23:48h, 06 gennaio Rispondi

    ciao roberto devo andare in usa e pensavo di fare una assicurazione medica con ERV che mi hanno detto essere un ottima assicurazione, che pensi?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:57h, 06 gennaio Rispondi

    Ciao Roberto,

    Erv Italia è una buona compagnia assicurativa da utilizzare se il viaggio non superiora i 45 giorni e se l’assicurato, compagno i viaggio o parente soffre di patologie preesistenti. Differentemente, esistono delle compagnie assicurative, come ad esempio Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com), con un rapporto qualità/prezzo migliore a mio parere.

    Buon viaggio

  • Alessandro
    Postato alle 07:44h, 20 dicembre Rispondi

    Ciao Roberto!
    Da giorno 8 dicembre sono in Florida… ho stipulato prima una polizza sanitaria con la columbus insurance, e ho visto che e’ abbastanza buona come prezzo.. ho speso sui 148 euro la copertura premium.. ha notevoli massimali.. ha pure la responsabilità civile fino a 500.000,00 euro… poi facendo la conversione in dollari insomma si sale… ora siccome qui ad Orlando i trasporti pubblici lasciano a desiderare, vorrei affittare un’auto… ora per l’assicurazione, i rent car chiedono parecchio.. ho pensato ma la mia assicurazione penso che mi coprira’ pure i danni con la Rc… o no? posso farne a meno della loro? e confidare sulla mia? grazie mille :) io restero’ fino al 10 gennaio qui… grazie ancora

  • Roberto Ricci
    Postato alle 07:40h, 20 dicembre Rispondi

    Ciao Alessandro,

    mi dispiace per il ritardo nella risposta, anche io ero in ferie per le vacanze di Natale! Sicuramente avrai già risolto ma, in ogni caso, ti confermo che la polizza Premium di Columbus Direct purtroppo non copre la responsabilità civile (Art. E – Sezione E – Responsabilità Civile). Ricorda sempre che durante il noleggio di un veicolo a motore dovrai verificare che ci sia inclusa un’assicurazione per RC auto.

    Saluti

  • nicoletta
    Postato alle 18:47h, 16 novembre Rispondi

    Buongiorno
    ad agosto dovro partire per ny 3gg + un soggiorno di 7 a santo domnigo. l’agenzia mi ha proposto un assicurazione con 40€ che ha un massimale di 20.000€ è poco? cosa mi consiglia? grazie mille

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:37h, 16 novembre Rispondi

    Ciao Nicoletta,

    si, il massimale che ti ha proposto l’agenzia è davvero basso per un viaggio nei Caraibi e negli USA. Ti consiglio di sottoscrivere una polizza online con una delle compagnie citate nel blog in quanto hanno massimali adeguati per le mete della tua vacanza. Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com), ad esempio, ha un rapporto qualità/prezzo davvero notevole, prova a calcolare un preventivo sul loro sito.

    Buon viaggio

  • Gianluca
    Postato alle 10:49h, 28 agosto Rispondi

    Buongiorno,

    i miei suoceri dovranno partire per gli stati uniti con me e mia moglie che staremo lì 3 anni. Loro non potranno soggiornare negli stati uniti per via dei visti più di 6 mesi l’anno (ma volendo potranno anche frazionare il semestre in 2 soggiorni) e hanno entrambi 70 anni compiuti. Che tipo di polizza possiamo acquistare per stare tranquilli per la copertura di eventuali spese mediche e quale compagnia offre polizze con questa durata, per persone anziane e con massimali accettabili?
    Grazie e Saluti
    Gianluca

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:10h, 28 agosto Rispondi

    Ciao Gianluca,

    tutte le compagnie che conosco permettono di stipulare una polizza fino a 365 giorni di permanenza all’estero; per te e tua moglie dunque ti conviene contattare direttamente un’assicurazione sanitaria statunitense. Per i tuoi suoceri invece puoi provare a contattare Europ Assistance (www.prontopolizza.it): anche questa compagnia permette di stipulare polizze fino ad un anno di permanenza all’estero ed inoltre non ha limitazioni di età per la stipula di un contratto. Il numero del servizio clienti è il seguente: 803 803.
    Se soffrono di qualche malattia pregressa, rivolgiti a Allianz Global Assistance che copre anche in questi casi (www.allianz-assistance.it).
    Buon viaggio

  • luigi
    Postato alle 18:29h, 27 agosto Rispondi

    Ciao Roberto,
    Ho un dubbio relativo alle esclusioni di carattere generale di molte assicurazioni: Infatti Leggo: che sono escluse dalla copertura assicurativa le richieste di risarcimento riguardanti una condizione medica di cui l’assicurato era a conoscenza prima della stipula della polizza.

    Cosa significa?
    Sono anni che ho poche piastrine. Non ho nessun problema fisico e nessuna limitazione. Non effettuo cure e non prendo medicinali.
    Se dovessi aver bisogno di cure, potrebbero negarmele per via di questa mia condizione?
    oppure, come credo, se dovessi avere dei problemi legati esclusimanete a questa mia condizione, mi vedrei negata la copertura assicurativa? (Esempio: mi taglio, e considerato il numero di piastrine decidono di farmi un infusione, non necessaria in altri casi, allora mi vedrò esclusa la copertura) (Esempio: mi rompo una gamba, non ci sono assolutamente problemi legati alla mia condizione, quindi sono tutelato dall’assicurazione)

    potresti aiutarmi a chiarire a me a sicuramente anche ad altre persone questo aspetto??

    Ti ringrazio.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:09h, 27 agosto Rispondi

    Ciao Luigi,

    la maggior parte delle compagnie assicurative non coprono eventuali richieste di indennizzo legate a patologie preesistenti o croniche.,. Ciò significa che se hai un sinistro all’estero che non è correlato alla tua patologia pregressa, la polizza che hai sottoscritto prima della partenza coprirà tutte le prestazioni sanitarie. Dunque, ti confermo che non sono coperti eventuali problemi esclusivamente collegati alla patologia conosciuta prima della stipula della polizza.

    Saluti

  • Margherita Olivieri
    Postato alle 19:29h, 11 agosto Rispondi

    Buonasera Roberto,
    andro’ in Florida per sei mesi continuativi e partoriro’ privatamente li. So che le spese di parto non sono assicurabili (a questo punto della gestazione) ma comunque vorrei sapere quale assicurazione sanitaria, per ogni altra eventualità, mi consigli? La mia bimba, una volta nata, potra’ essere inclusa nella mia stessa assicurazione?
    Grazie mille per la risposta, spero veloce perchè entro la prossima settimana davo decidere!
    M.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:00h, 11 agosto Rispondi

    Ciao Margherita,

    mi dispiace ma non conosco una compagnia che prevede una copertura assicurativa per tua figlia non ancora nata, ti conviene sentire direttamente con un’assicurazione statunitense. Per quanto riguarda un’assicurazione per te, dato la particolarità del caso, dovresti sentire telefonicamente la compagnia assicurativa con cui ti vuoi assicurare e spiegare bene la situazione. Resta fuori discussione che un parto programmato all’estero, come sai già, sarà sempre escluso da qualsiasi copertura assicurativa.

    Saluti

  • Ivan
    Postato alle 16:22h, 02 agosto Rispondi

    Buongiorno Roberto,

    innanzitutto grazie per il tuo aiuto, certe volte è veramente difficile districarsi nel mare magnum delle offerte e clausole assicurative.

    A breve partirò per tre mesi negli Stati Uniti e stavo valutando diverse polizze che offrissero una buona copertura ma soprattutto il pagamento diretto delle spese mediche.

    L’offerta di WorldNomads, parrebbe parecchio vantaggiosa e come hai già confermato anche tu sembrerebbe, tra le altre cose, comportare anche il pagamento diretto delle spese mediche. La Sezione “Spese medie e odontoiatriche” alla voce “In che modo possiamo dare assistenza” infatti recita: “[…] Per le condizioni mediche coperte dall’assicurazione, disporremo il pagamento delle parcelle mediche direttamente con la struttura medica […]” E fin qui, va bene. Però, alla voce “Cosa bisogna fare:” è riportato, tra i vari punti che: “Le parcelle mediche e gli scontrini dei farmaci devono essere trasmessi a noi appena possibile o subito dopo il rientro dal viaggio.”. Questa voce, sinceramente, mi confonde un po’ le idee, in quanto lascerebbe presagire che sia necessario un anticipo di contante da parte dell’assicurato, piuttosto che un pagamento diretto delle spese mediche. Potresti per favore darmi una mano per capire meglio?

    Un’ultima cosa, leggendo le condizioni di Travel Guard Chartis, non mi pare che faccia menzione da nessuna parte di pagamento diretto delle spese mediche. Anzi, nella voce “Sezioni di polizza”, “SEZIONE A – ASSISTENZA, RIMPATRIO, SPESE MEDICHE ALL’ESTERO”, punto 14. “Spese mediche all’estero”, cita:
    “La garanzia prevede il RIMBORSO delle spese mediche […]” e ancora nello stesso punto: “La garanzia è limitata al rimborso delle spese effettivamente SOSTENUTE dall’Assicurato.” Quindi, fin qua parrebbe che l’assicurato anticipi il denaro per le cure mediche, salvo poi, “randomizzare” il concetto con l’ultimo capoverso, sempre del punto 14, in cui si dice che “All’occorrenza e su espressa richiesta dell’Assicurato, il Prestatore di Assistenza può saldare le spese di ricovero ospedaliero direttamente in valuta locale entro i limiti specificati nell’Allegato 1 […]”, in cui non fa esplicito riferimento al pagamento diretto delle spese, ma una cosa molto simile!

    Mi scuso sentitamente sia con te che con gli altri utenti per essere stato così lungo e noioso! Ma penso sia importante capire bene tutte le cose prima di affrontare un acquisto così importante!

    Grazie ancora e saluti!

    Ivan.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:30h, 02 agosto Rispondi

    Ciao Ivan,

    si, leggere e capire le condizioni di un qualsiasi contratto non è cosa semplice. La nota che indica l’invio delle fatture non implica assolutamente il fatto che tu debba anticipare i costi ospedalieri! Ci possono essere casi in cui, se l’importo da pagare è basso, l’assicurato può anticipare le spese mediche in loco, altri casi più gravi invece in cui è necessario il pagamento diretto all’ospedale. Solitamente l’assicurazione viaggio fa anticipare le spese all’assicurato quando si tratta di una visita medica assieme all’acquisto di medicine prescritte dal dottore all’estero. Questo spiega l’apparente “divergenza” nelle condizioni di contratto.
    Saluti

  • sebastiano
    Postato alle 09:27h, 17 luglio Rispondi

    salve, dal 29 luglio comincerò un lavoro negli stati uniti per il quale è previsto una copertura sanitaria per me e la mia famiglia. volendo andare però una settimana prima dovrei pagarmi una polizza assicurativa che copra questo periodo di anticipo. purtroppo le compagnie che sto interpellando mi dicono che la copertura è valida per viaggi dall’italia e rientro in italia. nel mio caso non possono assicurarmi la settimana di soggiorno negli usa perchè non è previsto il mio rientro in italia. mi sembra una cosa molto strana… avete qualche consiglio per ovviare a questo problema?
    grazie
    sebastiano

  • Roberto Ricci
    Postato alle 09:11h, 17 luglio Rispondi

    Ciao Sebastiano,

    purtroppo è così, questa normativa è valida per tutte le assicurazioni italiane. Prova a contattare una compagnia estera come la World Nomads (www.worldnomads.it), questa assicurazione è molto più flessibile e permette di stipulare una polizza anche se sei già all’estero ed è molto probabile che riescano a soddisfare anche il tuo problema! Il servizio clienti e la centrale operativa, ovviamente, non offrono personale che parla italiano, è quindi necessario avere una buona conoscenza dell’inglese.

    Buon viaggio

  • Antonio Tentonello
    Postato alle 23:40h, 05 luglio Rispondi

    Buongiorno Roberto.
    Sto organizzando un viaggio negli USA ed in Canada e starei anche valutando una buona assicurazione con una buona copertura. Vorrei sapere se conosce “World Nomads” polizza offerta “Explorer”. Offre una copertura medica illimitata ed una copertura responsabilita civile pari a € 1.750.000. Direi buone. A proposito, riguardo alla copertura medica, in caso di necessita, le spese le devo anticipare io o se ne occupa direttamente la compagnia assicurativa?

    Grazie per il Suo aiuto
    Antonio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:35h, 05 luglio Rispondi

    Ciao Antonio,

    World Nomads è un’assicurazione australiana che offre polizze con svariate coperture e premi economici. Qui http://www.worldnomads.com/policy_wording.aspx?pid=a56e27ad842a46d88f045d9adea9945f trovi le condizioni di contratto tradotte il lingua italiana (non benissimo, ad essere sinceri!) e, nella sezione “spese mediche ed odontoiatriche” è riportato che l’assicurazione prende direttamente in carico dei costi in caso di prestazioni mediche. Ti ricordo che la centrale operativa per le emergenze mediche si trova in Danimarca e non garantisce operatori che parlano in italiano 24 ore su 24, dunque è necessario avere una buona conoscenza dell’inglese per poter stipulare un contratto assicurativo con questa compagnia. Un’alternativa italiana è Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com).

    Buon viaggio

  • Paola
    Postato alle 16:41h, 18 giugno Rispondi

    Buonasera,

    ad agosto andrò per un anno a studiare in California e sto cercando un’assicurazione che provveda anche a spese di malattie preesistenti (sono ipertiroidea e devo fare analisi del sangue ogni mese). Può aiutarmi?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:30h, 18 giugno Rispondi

    Ciao Paola,

    mi dispiace molto ma purtroppo non conosco un prodotto che copre anche le patologie pregresse per un viaggio di 365 giorni. Inoltre, le analisi del sangue che devi ripetere ogni mese sono considerate controlli di routine e sono sempre escluse dalla copertura assicurativa. Prova ad informarti con l’Università per la sottoscrizione di una polizza medica con una compagnia statunitense.

    Buon viaggio

  • Valeria
    Postato alle 19:29h, 31 maggio Rispondi

    Ciao, ho trovato per caso questa pagina, grazie dei consigli! Io dovrei partire per 4 mesi e mezzo per un semestre presso un’università della florida. Vivendo nel campus la stessa università mi propone un’assicurazione (blue cross blue shield, non so se la conosce per caso… http://www.nova.edu/smc/health_insurance.html), vorrei capire se però non è più conveniente fare qualcosa separatamente, ho consultato viaggi sicuri per esempio e con 440e mi da teoricamente una copertura gold che dovrebbe essere buona… cosa ne pensa? Non essendo molto pratica non vorrei correre rischi! grazie mille!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:15h, 31 maggio Rispondi

    Ciao Valeria,

    ho dato un’occhiata alle condizioni generali (primo pdf chiamato “blue cross blue shield Brochure”) e, per quello che ho potuto capire, quell’assicurazione non ha massimali adeguati! Difatti ha un limite di $ 300.000 per eventuali spese mediche e un massimale di $ 10.000 per un eventuale rimpatrio sanitario. Questi massimali sono assolutamente insufficienti per i costi delle prestazioni ospedaliere negli Stati Uniti; dunque ti consiglio di integrare la polizza offerta dall’università, se obbligatoria, con un’assicurazione italiana. Viaggi Sicuri, come dici tu, ha un ottimo rapporto qualità prezzo: la polizza oro copre eventuali spese mediche fino a 8 milioni di euro ed ha il rientro sanitario con massimale illimitato. Ricordati di contattare la centrale operativa appena possibile in caso di problemi medici!

    Buon viaggio

  • Valentina
    Postato alle 11:08h, 30 maggio Rispondi

    Grazie mille Roberto!

  • Luigi
    Postato alle 10:18h, 16 maggio Rispondi

    Grazie dei consigli. Cordiali saluti.
    Luigi

  • Valentina
    Postato alle 08:56h, 09 maggio Rispondi

    Buongiorno Roberto,
    stavo cercando l’assicurazione più adatta per un viaggio negli USA di poco più di 2 settimane e notavo che tra quelle da te elencate sopra non c’è TRAVEL GUARD CHARTIS, è poco raccomandabile? me lo chiedo perché ha un premio abbastanza basso (circa 70,00€) rispetto al massimale molto elevato per spese mediche/assistenza/rimpatrio (20.000.000,00€).
    Ti ringrazio,
    Valentina

  • Roberto Ricci
    Postato alle 08:27h, 09 maggio Rispondi

    Ciao Valentina,

    Travel Guard fa parte del gruppo Chartis, quindi è una compagnia affidabile. A mio modesto parere Travel Guard ha solo un difetto: il servizio clienti ha delle difficoltà a rispondere alla email in un italiano comprensibile! Se hai delle richieste da fare per iscritto ti conviene dunque scrivere in inglese. In alternativa puoi dare un’occhiata ad un’altra compagnia low cost: Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) che copre fino a € 8 milioni per spese mediche per persona a rimpatrio con massimale illimitato.

    Buon viaggio

  • Margherita
    Postato alle 09:45h, 06 maggio Rispondi

    Ciao Roberto,
    Parto per la Florida a Giugno al terzo mese di gravidanza. Ho una casa di proprietà a Miami e vorrei essere seguita durante la mia gravidanza in Florida e partorire a Miami, esiste un ‘assicurazione che copra le spese x le visite ed il parto essendo io cittadina italiana? Grazie mille per la risposta,
    Margherita

  • Roberto Ricci
    Postato alle 09:13h, 06 maggio Rispondi

    Ciao Margherita,

    le assicurazioni viaggio coprono eventi imprevedibili durante il viaggio, dunque mi dispiace molto ma non esiste una polizza che preveda copertura assicurativa per gli esami di routine all’estero effettuati in gravidanza ed il parto. Molte polizze poi non coprono la gravidanza dopo un certo mese.
    A questo punto potresti informarti con una assicurazione sanitaria statunitense per i residenti all’estero, magari c’è una soluzione che fa per te (anche se non economica, vale la pena coprirsi perché un parto costa migliaia, se non milioni, di euro).

    Saluti

  • Luigi
    Postato alle 10:32h, 30 aprile Rispondi

    Ciao Roberto,
    per viaggi brevi non ci sono problemi, si trova quello che serve.
    Mio figlio andrà per 6 mesi in USA nell’ambito di un dottorato di ricerca. Sto cercando l’assicurazione “migliore” per questo lungo periodo.
    Quello che mi interessa è la copertura di almeno 1/2 milioni – senza limiti per evento – ma soprattutto che almeno per le spese ospedaliere a pagare sia direttamente l’assicurazione. In caso di problemi seri (incidente grave) semplicemente non ho i soldi da anticipare e non credo che un qualche istituto di credito me li anticipi… di questi tempi poi!
    Importante è anche un buon massimale di assistenza legale (30K ?) La responsabilità civile se è nel pacchetto bene altrimenti siamo già coperti anche per USA/Canada da quella familiare con elevato massimale. Non disdegnamo la possibilità di un’assicurazione annuale ma con quelle caratteristiche. E’ un pò un caos districarsi tra le varie clausole ma soprattutto trovare qualcuno che garantisce di pagare direttamente le spese ospedaliere non è facile. Travel Guard Chartis lo fa su espressa richiesta dell’assicurato e nell’insieme andrebbe bene, su questo punto è affidabile? ViaggiSicuri scrivevi che per spese mediche oltre 300€ o ricovero pagano direttamente loro, confermi che questo avviene realmente? Se durante il viaggio si fanno delle escursioni ad esempio in Canada/Messico ci sono problemi avendo indicato la destinazione USA?
    Grazie.
    Luigi

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:22h, 30 aprile Rispondi

    Ciao Luigi,

    ti confermo che sia Travel Guard che Viaggi Sicuri prevedono il pagamento diretto all’ospedale estero in caso di ricovero e che funzionano veramente così! Non c’è nessun problema se durante la permanenza negli USA tuo figlio si recherà anche in Canada/Messico:
    1) Travel Guard ha la seguente area di destinazione: Mondo intero compreso Nord America
    2) Viaggi Sicuri, invece, dispone della seguente area di destinazione: Americhe/Canada/Caraibi

    Saluti

  • giovanni
    Postato alle 15:00h, 13 aprile Rispondi

    ho seguito il tuo consiglio e con poco piu’ di 100 euro siamo assicurati in tre con la polizza oro ( 8 milioni di euro di massimale) per 11giorni USA/BAHAMAS
    speriamo di non dover mai provare l’ efficienza dell’ assicuratore……
    grazie ancora

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:08h, 13 aprile Rispondi

    Ciao Giovanni,

    non ti preoccupare e fai buon viaggio! Mi raccomando, in caso di spese mediche nell’area degli Stati Uniti e dei Caraibi sarà necessario contattare la centrale operativa Medi-call quanto prima per ricevere tutte le autorizzazioni del caso.

  • Roberta
    Postato alle 10:19h, 05 aprile Rispondi

    Ciao Roberto, mia sorella è già partita per Los Angeles per fare uno stage non pagato di tre mesi. Resterà sicuramente fino a giugno e forse altri 3 mesi ma questo si saprà piu’ in la. L’assicurazione Viaggi sicuri è quella che mi è sembrata piu’ conveniente come rapporto coperture/prezzo. Sai se è possibile stipularne una seconda (alla scadenza della prima) qualora lei dovesse decidere di restare altri 3 mesi?
    Esiste qualcosa di particolare per stage non retribuiti? Grazie mille

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:15h, 05 aprile Rispondi

    Ciao Roberta,

    se tua sorella ha già una copertura con Viaggi Sicuri potrà estendere la polizza sottoscritta in Italia inviando una mail a info@pkctravelinsurance.com. Mi raccomando, l’estensione di polizza va richiesta obbligatoriamente prima della scadenza del contratto assicurativo. Ti ricordo inoltre che la richiesta di estensione viene accettata solo se non sono state inviate richieste di indennizzo. Chiama il servizio clienti per maggiori informazioni: 0541 – 51171.
    Diversamente, se non ha sottoscritto un contratto con Viaggi Sicuri prima della partenza dall’Italia, non potrà stipulare una polizza con questa compagnia mentre si trova già all’estero. In questo specifico caso prova a contattare World Nomads (www.worldnomads.it): questa compagnia australiana permette di acquistare una polizza anche se l’assicurato si trova già all’estero. Ti ricordo che è necessario parlare inglese perché la centrale operativa di World Nomads non garantisce assistenza 24 ore su 24 in lingua italiana.

    Saluti

  • giovanni
    Postato alle 17:14h, 31 marzo Rispondi

    grazie per i preziosi consigli
    per new york e bahamas con un bambino di 2 anni e 8 mesi puo’ andare viaggisicuri? o esiste una copertura migliore?
    grazie ancora

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:10h, 31 marzo Rispondi

    Ciao Giovanni,

    Viaggi Sicuri è un ottimo prodotto. La polizza famiglia oro copre eventuali spese mediche fino a 8 milioni di euro per persona! Inoltre, se tuo figlio al momento della partenza non avrà ancora compiuto 3 la copertura per lui sarà gratuita. Mi raccomando, in caso di problemi medici durante il soggiorno è necessario contattare la centrale operativa appena possibile e seguire tutte le indicazioni che ti verranno fornite.

    Buon viaggio

  • Francesco
    Postato alle 11:48h, 23 marzo Rispondi

    Buon giorno Roberto,
    e grazie per il suo sito che trovo molto utile e ben fatto.
    Ho questo problema: parto il 21 aprile per gli stati uniti. Sto una decina di giorni.
    Il volo per New York parte da Madrid ed abbiamo acquistato (per questioni di biglietti premio) i biglietti dall’italia a Madrid separatamente da quelli da madrid a New York. Per Madrid partiremo il giorno prima (quindi il 20 aprile). Mi chiedevo: posso assicurare solo la parte del viaggio da madrid a new york e viceversa o, ai fini della validità dell’assicurazione, devo includere per forza anche il giorno della partenza dall’italia verso la spagna?
    Grazie.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:30h, 23 marzo Rispondi

    Ciao Francesco,

    Per quanto ne so, le assicurazioni viaggio italiane permettono di stipulare una polizza solo se il viaggio parte dall’Italia e rientra in Italia. Credo proprio che dovrai assicurare l’intero viaggio!

    Buon viaggio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 22:30h, 22 febbraio Rispondi

    Ciao Anita,

    Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) ha prodotti che coprono anche le patologie preesistenti. Prima di sottoscrivere un contratto online è bene contattare il servizio clienti al seguente numero: 800 408 804. (Lunedì – Venerdì dalle 9:00 alle 18:00) e chiedere una conferma di copertura.

    Buon viaggio

  • Anita
    Postato alle 22:43h, 22 febbraio Rispondi

    Buona sera,
    Dovrei partire in Messico per un mese in vacanza , vorrei sapere se esiste un’assicurazione sanitaria per patologia(sclerosi multipla).grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:20h, 01 febbraio Rispondi

    Ciao Veronica,
    una polizza molto economica, è Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com), che offre massimali molto alti a premi contenuti (tieni presente che nel tuo caso che potrai acquistarla solo se tuo padre avrà un’età inferiore ai 66 anni al momento della partenza). Altre assicurazioni, un po’ più care ma altrettanto valide, sono anche Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it), Europ Assistance (www.prontopolizza.it) e Filo Diretto (www.filodiretto.it). Ti consiglio quindi di effettuare dei preventivi online sui rispettivi siti e scegliere in base al rapporto qualità/prezzo che ritieni migliore! Dato che sia tu che i tuoi genitori siete coperti da un’altra assicurazione, ti ricordo che avete il dovere, solo in caso di sinistro, di denunciare l’accaduto ad entrambe le compagnie assicurative e rendere a ciascuna la conoscenza dell’altra. Buon Viaggio!

  • Veronica
    Postato alle 13:24h, 01 febbraio Rispondi

    Ciao Roberto,

    partiro’ a breve (10 giorni) con le mie due bambine ed i miei genitori per gli Stati Uniti per 5 settimane di lavoro.
    Devo decidere quale assicurazione utilizzare ed ho come restrizione il fatto che mio padre ha 65 anni compiuti.
    In piu’ vorrei essere certa di scegliere una compagnia in cui non ci sia da anticipare nessuna spesa medica ma con pagamento diretto in caso di malattia. Penso ad esempio al fatto che le bimbe possano aver bisogno di vedere un pediatra. Io ed i miei genitori abbiamo gia’ una assicurazione ma rimborsa solo successivamente.
    Cosa ci consiglieresti?
    Grazie mille!

  • Anna
    Postato alle 18:34h, 28 gennaio Rispondi

    Buongiorno. Tra un mese partirò per gli USA, e starò in Florida per lavoro per 12 mesi. Mi chiedevo se c’è un’assicurazione adeguata, visto che nel posto in cui andrò a lavorare ne propongono una da 28 dollari a settimana, senza cure dentistiche. (cosa significa “a settimana”? Posso scegliere di settimana in settimana di non pagarla?). Comunque non ho problemi particolari di salute. Grazie in anticipo. Anna.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:30h, 28 gennaio Rispondi

    Ciao Anna,
    purtroppo non posso darti informazioni sull’assicurazione americana che ti vogliono vendere. Posso darti però un paio di nominativi di assicurazioni viaggio serie e affidabili che coprono soggiorni con durata massima di 365 giorni:
    1. Europassistance (www.prontopolizza.it): il prodotto Viaggi No Stop offre una copertura per spese mediche fino a € 200.000.
    2. Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) : con massimali fino a 8 milioni di euro per l’assistenza sanitaria.

    Attenzione però alle limitazioni relative alle attività manuali inserite all’interno delle condizioni di contratto. Per maggiori informazioni ti consiglio infatti di contattare il servizio clienti di entrambe le compagnie oppure di inviargli un’e-mail per chiarimenti.

    Buon viaggio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:25h, 22 gennaio Rispondi

    Ciao Pier Paolo,
    nel tuo caso mi sento di consigliarti l’assicurazione Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it), che non ha particolari limiti di età per la sottoscrizione e offre un massimale illimitato in caso di spese mediche negli Stati Uniti. In più, quest’assicurazione copre anche i sinistri legati a patologie preesistenti o croniche. Leggi bene le condizioni di contratto, scaricabili dal loro sito internet, perché ci sono alcuni sottolimiti per quanto riguarda le spese mediche. Per quanto riguarda il costo dell’assicurazione, non ci guarderei più di tanto in quanto è un viaggio lungo e per di più negli USA: il rischio in termini assicurativi dunque è abbastanza elevato.
    Saluti

  • Pier Paolo
    Postato alle 10:28h, 22 gennaio Rispondi

    Ciao Roberto,
    innanzitutto complimenti per il tuo sito. E’ pieno di consigli utili e mi sono quasi perso.
    Ti espongo il mio problema sperando che tu possa darmi un consiglio. I miei genitori hanno circa 77 anni e devono andare negli USA per tre mesi a trovare un parente. Volevo stipulare per loro una buona assicurazione di tipo sanitario con massimali sufficienti e garanzie elevate per evitare problemi.
    Ho visto che per persone di età elevata non è così semplice trovare un buon prodotto a costi ragionevoli.
    Hai qualche suggerimento ? Ti ringrazio in anticipo Ciao Pier Paolo

  • mauriziodavid
    Postato alle 23:22h, 06 gennaio Rispondi

    Ciao Roberto,
    mi sono imbattuto per caso nel tuo blog e ti faccio innanzitutto i complimenti per le info!
    non sono mai stato negli states e vado con un amico in vacanza per una settimana, parto tra una decina di giorni e mi sono reso conto solo ora che l’assicurazione sanitaria che ho non copre i viaggi negli USA. Ne vorrei stipulare una per due, ed ero orientato su Columbus finché non ho visto viaggisicuri.com
    La differenza di premio è oggettivamente molta, e non riesco a trovare feedback recenti su viaggisicuri (se tutto ok, se funziona etc…)
    tra le due c’è veramente tanta differenza? ho visto anche worldnomads, che costa addirittura meno…
    grazie mille per l’aiuto!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:21h, 06 gennaio Rispondi

    Ciao Maurizio,

    Viaggi Sicuri è un’assicurazione affidabile che opera da più di 10 anni sul territorio italiano. Offre prodotti low cost pur mantenendo massimali elevati, particolarmente adatti per viaggi nell’area degli Stati Uniti. Anche World Nomads offre polizze con un elevato rapporto qualità/prezzo. L’unico “problema” di questa compagnia è che il personale della centrale operativa non parla italiano. E’ quindi necessario conoscere bene l’inglese per poter sottoscrivere un prodotto con questa società.

    Buon viaggio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:32h, 23 novembre Rispondi

    Ciao Aurelio,

    esatto, in generale le cure dentistiche sono coperte con un massimale relativamente basso e solo a seguito di infortunio. Dunque ti confermo che una carie non sarebbe coperta. Le cure mediche sono le spese di ricovero/esami/test/dottori, ecc. mentre per rimpatrio si intende tutti i costi per far rientrare l’assicurato a casa in Italia, dunque volo aereo/medico di accompagnamento/barella, ecc. Alcune assicurazioni viaggio, includono il rimpatrio nello stesso massimale delle spese mediche, altre invece hanno scorporato il rimpatrio che spesso ha un massimale differente dalle spese mediche, Leggi bene le Condizioni di contratto per conoscere i massimali!
    Buon viaggio

  • Aurelio
    Postato alle 13:10h, 23 novembre Rispondi

    Ciao Roberto,
    passerò due settimane ca cavallo di capodanno tra NY e Boston stavo confrontando varie compagnie ed a furia di confrontare mi son perso… :-( Visto che non mi interessa una polizza annullamento viaggio ma solo una polizza che copra le eventuali cure mediche per malattia o infortunio con eventuale rientro in Italia, ho capito che nessuna compagnia copra le spese releative a cure dentische (metti una carie decida di presentarsi per la prima volta in viaggio..) e nessuna compagnia sembra coprire le cure dentistiche, inoltre ti chiedo la differenza tra cure mediche e cure mediche rimpatrio, questultima dicitura presente sullo stesso rigo su preventivi più economici.. Grazie e complimenti per il sito..

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:29h, 21 novembre Rispondi

    Ciao Eleonora,

    vediamo di fare un po’ di chiarezza:
    – la polizza Explorer di World Nomads è un ottimo prodotto: ha massimali elevati e coperture di ogni genere. Ma, come hai già letto, devi parlare bene l’inglese. Ti confermo che la Centrale Operativa non garantisce assistenza immediata in Italiano.
    – La polizza annullamento con Viaggi Sicuri deve essere sottoscritta contestualmente alla prenotazione del viaggio o entro 48 ore dalla prenotazione se ci sono più di 14 giorni tra la data di prenotazione e la data di partenza . Se sei preoccupata per il discorso annullamento, puoi prendere in considerazione la polizza Travel Cancel di Mondial (www.e-mondial.it): questa polizza deve essere acquistato almeno 21 giorni prima della partenza però. Il premio della polizza è del 5% del costo totale del viaggio.
    Confermo inoltre che Viaggi Sicuri esclude la copertura in caso di parapendio, mentre la copertura è inclusa se acquisti la polizza Explorer di WN come riportato sul sito: http://www.worldnomads.com/travel-insurance/adventure-travel-insurance.aspx.
    – Le escursioni con Viaggi Sicuri sono escluse solo se considerate pericolose. Dunque accertati, chiamando i servizio clienti (0541-51171) o inviando una email a info@pkctravelinsurance.com, se il tipo di escursione che andrai fare è considerata pericolosa o meno. Inoltre, l’attività sportiva del trekking è esclusa solo per altitudini superiori ai 1.500 metri.
    – Infine, le polizze Viaggi Sicuri NON includono in nessun caso la RC Auto (nessuna assicurazione copre questa casistica) e non coprono le franchigie dell’auto a noleggio.
    Buon viaggio

  • Eleonora
    Postato alle 15:21h, 21 novembre Rispondi

    Ciao Roberto,
    intanto ti ringrazio da subito perchè grazie al tuo forum/blog ho le idee molto più chiare. Vado in Nuova Zelanda per 40 giorni con il mio ragazzo, sarà un viaggio quasi totalmente improvvisato con spostamenti macchina/bus treno ecc. Per le assicurazioni ero orientata su World Nomads prima di imbattermi nel tuo sito e dirottare la scelta su Viaggi Sicuri. Come spesso hai ripetuto tu sono molto simili tra loro, però la carta vincente di VS è che sono italiani (almeno per me!) Volevo da te un consiglio spassionato però sulla base delle differenze che ho visto nel pacchetto(mi riferisco alla explorer per WN e alla oro di VS). Viaggiare sicuri non copre l’annullamento del viaggio, non per me che ho prenotato (ma i biglietti non sono stati ancora emessi)da molto tempo, ha la RC molto più bassa, non copre attività ritenute pericolose (se dovessi impazzire e fare parapendio per esempio ma credo valga anche per le escursioni a piedi)e non copre la franchigia dell’auto a noleggio. E’ così? Tu che faresti per un viaggio come il mio? E poi, sei certo che non parlino italiano quelli di WN? Grazie in anticipo!!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:51h, 14 novembre Rispondi

    Ciao Maurizio,

    ti lascio due valide opzioni:
    1. Mondial Assistance (www.e-mondial.it): le polizze di questa compagnia non hanno limitazioni di età per la sottoscrizione di un contratto assicurativo.
    2. Europassistance (www.prontopolizza.it): anche questa compagnia offre polizze per viaggiatori di qualsiasi età.
    Buon viaggio

  • maurizio
    Postato alle 17:28h, 14 novembre Rispondi

    ciao roberto,
    sto per partire con mio padre alla volta di new york, per la durata di 7 giorni.
    volevo chiederti un consiglio per quanto riguarda la sua assicurazione (essendo io già assicurato), considerato che, nonostante goda di ottima salute, ha da poco compiuto 71 anni e molte compagnie non assicurino gli ultra 65enni.
    grazie per la disponibilità e complimenti per il servizio davvero utilissimo

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:58h, 13 novembre Rispondi

    Ciao Massimo,

    Columbus è una buona compagnia assicurativa ed è anche economica. Viaggi Sicuri, oltre che essere economica, è sul mercato italiano da oltre 10 anni, ha personale molto competente ed ha sottoscrittori molto affidabili. Sono entrambe buone, a te la scelta!

    Buon viaggio

  • massimo
    Postato alle 23:55h, 13 novembre Rispondi

    Buonsera, a fine novembre devo andare negli Stati Uniti per due settimane (New York, Orlando, Miami), pensavo a un’assicurazione viaggi con Viaggisicuri, polizza argento oppure con Columbus. Ma non le conosco, mi sa consigliare in merito

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:30h, 21 ottobre Rispondi

    Ciao Eleonora,

    non conosco nel dettaglio il costo delle prestazioni mediche all’estero in caso di appendicite; posso però confermarti che il solo uso di una stanza ospedaliera negli Stati Uniti si aggira può arrivare a costare la bellezza di 3.000 dollari a notte. Immagina dunque quanto possa costare il tutto: la degenza più le cure! Non dovresti pensare due volte a fare l’assicurazione, qualsiasi sia la tua destinazione! come Difatti anche per Asia a Africa è fortemente consigliato stipulare un’assicurazione sanitaria per poter ricevere eventuali cure mediche in ospedali privati: nei paesi del terzo mondo è buona norma recarsi sempre in ospedali privati in quanto la sanità pubblica non è al livello degli standard occidentali, inoltre nel caso in cui la struttura ospedaliera non fosse adeguata, l’assicurazione viaggio organizza e paga il trasferimento in un altro ospedale.

    Saluti

  • Eleonora
    Postato alle 18:24h, 21 ottobre Rispondi

    Ciao,
    volevo sapere quanto costa indicativamente un appendicectomia in paesi come USA, Canada e Australia, oppure altre spese medice di base come chiamare un ambulanza, richiesta di antibiotici o una flebo con antiemetico per un virus intestinale..o esempi similari.
    E per quanto riguarda paesi come nord Africa o India?

    Vorrei rendermi conto dei costi di evenuali spese mediche senza assicurazione.

    Grazie!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:25h, 15 ottobre Rispondi

    Ciao Vicky,

    per sottoscrivere regolarmente una polizza viaggio italiana, è necessario assicurare l’intero viaggio inserendo l’effettiva data di rientro riportata sul biglietto aereo (e dunque devi essere munita del viaggio di ritorno al momento dell’acquisto polizza). Se parti solo con un viaggio di andata, dovrai cercare il web per fare una polizza viaggio che ti copra per i primi mesi di permanenza per poi farne una americana. Prova a sentire con World Nomads (http://www.worldnomads.it/) se fosse possibile assicurare un viaggio di sola andata. Con loro inoltre potrai estendere la polizza acquistata, tutte le volte che vuoi.

    Buon viaggio

  • Vicky
    Postato alle 18:35h, 15 ottobre Rispondi

    Ciao Roberto,
    volevo chiederti alcuni consigli sulla mia particolare situazione. Sono una ragazza che ha deciso di trasferirsi negli States e gg 06 novembre parto. Logicamente devo stipulare una assicurazione ma soprattutto individuare l opzione migliore. Il mio problema principale è capire cosa mi conviene fare perché non so se mi trasferirò definitivamente negli States quasi sicuramente resterò 6 mesi/+. Ora avendo la cittadinanza Americana non so come comportarmi, ovvero mi conviene partire con un’assicurazione che mi copre solo i primi mesi e nel frattempo cercare di capire se posso (soprattutto mi conviene) stipularne una direttamente lì o ne stipulo una direttamente annuale prima di partire?!?!Spero tu possa darmi delle delucidazioni al riguardo perché non ho idea su quale sia la cosa giusta da fare!Ti ringrazio anticipatamente e ti faccio i miei complimenti per il sito!Ciao!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:19h, 21 settembre Rispondi

    Ciao Fabio,

    è sicuramente ben strutturata ma ha massimali davvero molto bassi con massimali per le spese mediche di € 10.400 per persona e € 23.000 per nucleo. Anche il tetto massimo in caso di annullamento viaggio (€ 1.100 per persona) non è alto. Rimane comunque il fatto che per i soci ACI è molto conveniente visto che costa solo € 39 all’anno.

    Saluti

  • Fabio
    Postato alle 14:33h, 21 settembre Rispondi

    Ciao Roberto, ho sentito parlare della polizza ACI VIAGGI (http://www.aci.it/index.php?id=97) che al costo di 39 euro copre il socio e la famiglia, sembra ben strutturata e prevede anche l’annullamento, che ne pensi? la conosci? grazie. Fabio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:20h, 12 settembre Rispondi

    Ciao Erika,

    Viaggi Sicuri copre le cure dentistiche fino ad un massimo di € 400 e solo a seguito di un infortunio. Dunque, le cure come carie o operazioni che comportino l’utilizzo di materiali preziosi o apparecchi permanenti sono escluse dalla copertura. Ho dato uno sguardo anche alle altre principali compagnie assicurative italiane ma non sono riuscito a trovare una polizza che copra altro in materia di denti!

    Buon viaggio

  • Erika
    Postato alle 16:21h, 12 settembre Rispondi

    Ciao Marco,
    tra poco partirò per un viaggio negli stati uniti della durata di 3 mesi e pensavo di stipulare la poliza argento di Viaggi sicuri.
    HO solo un dubbio, la poliza copre eventuali cure dentistiche? Esiste eventualmente una poliza che copre problemi relativi alle patologie dentarie?
    grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:39h, 02 settembre Rispondi

    Ciao Giulia,

    effettivamente 100.000 euro di massimale per le spese mediche non sono sufficienti per un viaggio così lungo negli Stati Uniti! Prova a dare un’occhiata anche a Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com): la polizza Studio Deluxe copre spese mediche fino a 5 milioni di euro oppure la Student Economy copre € 1 milione.

    Buon viaggio

  • Giulia
    Postato alle 01:29h, 02 settembre Rispondi

    Ciao Roberto,
    fra due settimane mi recherò negli Stati Uniti, a Washington, per svolgere la mia tesi di laurea; la durata della mia permanenza in America sarà di 4 mesi. Sul sito della Mondial Assistance mi viene fatto un preventivo per studenti all’estero (mondial student)che nel caso degli Stati Uniti ha come massimale per spese mediche 100.000€. Pensi sia poco? Avresti da consigliarmi qualche altra assicurazione che può fare al caso mio, data la lunga permanenza all’estero?
    Ti ringrazio tantissimo!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:36h, 25 agosto Rispondi

    Ciao Serena,

    fai attenzione, Viaggi Sicuri copre la responsabilità civile ma non la tutela giudiziaria. Inoltre, nella copertura della RC nelle polizze di Viaggi Sicuri ed Europassistance è sempre esclusa la copertura per le autovetture! In più, leggendo le condizioni di contratto di Europassistance si evince che la tutela giudiziaria è valida solo per i paesi europei. Al momento del noleggio dell’auto dovrai dunque controllare, con la compagnia di noleggio, di avere anche una buona copertura RC per il veicolo.
    La RC inclusa nella assicurazioni di viaggio invece coprono danni a terzi durante la tua permanenza all’estero quando non sei alla guida di un veicolo a motore: se rompi una costola ad un signore perché l’hai fatto inavvertitamente cadere, sei responsabile per tutte le sue spese mediche: in America è normale prassi fare causa alla persona che ti ha provocato i danni, in questo caso se hai la copertura giusta, i danni provocati verranno pagati dalla tua assicurazione, attenzione perché danni come questi possono ammontare a migliaia di dollari!
    Un ultimo appunto: Viaggi Sicuri ha una limitazione per l’altitudine, visto che visiterai i parchi statunitensi ci tengo ad avvisarti che in caso di trekking non verranno coperte le spese mediche se l’assicurato si trova ad un altitudine superiore ai 1.500 metri. Dunque, se pratichi questa attività durante la visita ai parchi, non sarai coperta dall’assicurazione.

    Buon viaggio

  • Serena
    Postato alle 13:23h, 25 agosto Rispondi

    ciao Roberto, ho organizzato un viaggio negli stati uniti per il prossimo mese. visiterò California, Arizona e Utah compresi i vari parchi.
    Mi manca solo l’acquisto della polizza assicurativa. Ero partita con l’idea di acquistare la polizza di Mondial Assistance “Mondial Care” perchè per l’america da un massimale illimitato per le spese mediche. Ho notato però che non copre responsabilità civile e tutela giudiziaria come fa europe assistance o viaggi sicuri. In America noleggerò un auto, forse la copertura per responsabilità civile e tutela giudiziaria sarebbe utile…cosa mi consigli?
    grazie mille per il tuo aiuto! ciao serena

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:10h, 10 agosto Rispondi

    Ciao Marco,

    Travel Guard presenta sottomassimali nella garanzia “Assistenza e Rimpatrio” come € 75 al giorno (fino ad un massimo di € 750) per le spese di prolungamento soggiorno dell’assicurato in caso di malattia o infortunio. Per questo stesso caso, Viaggi Sicuri non ha sottolimiti ed il massimale è quello che vedi durante il preventivo: € 1 milione per la Base, € 5 milioni per la Argento e € 8 milioni nella polizza Oro.

    Buon Viaggio

  • Marco
    Postato alle 13:46h, 10 agosto Rispondi

    Ciao,
    a gennaio prossimo parto per una settimana a New York insieme alla mia famiglia (2 adulti e un bambino)pensavamo di stipulare la polizza famiglia di viaggi sicuri ma siamo venuti a conoscenza di un’altra assicurazione conveniente la Travel Guard Chartis http://www.travelguard.it/Assicurazione-Viaggio_1079_223276.html la conosci ed eventualmente la consiglieresti?
    Grazie anticipatamente.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:05h, 09 agosto Rispondi

    Ciao Carla,

    tutte le assicurazioni viaggio devono essere contattate tempestivamente in caso di spese mediche all’estero, soprattutto in caso di ricovero ospedaliero. Qualora l’assicurato non fosse in condizioni per avvertire subito l’assicurazione del ricovero, essa ne terrà conto e la copertura non sarà compromessa. Sulla cartella clinica difatti sarà riportato lo stato di salute dell’assicurato al momento dell’ingresso in ospedale.
    Buon Viaggio

  • Carla
    Postato alle 17:16h, 09 agosto Rispondi

    SAlve,
    devo andare negli stati uniti in vacanza per circa 3 settimane. Vorrei sapere se esiste un’assicurazione che prevede il pagamento diretto delle spese mediche e che non necessita di chiamare la compagnia assicurativa prima di un qualunque trattamento medico. Esiste?
    Mille grazie,
    Carla

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:09h, 02 agosto Rispondi

    Ciao Sabrina,

    effettivamente nelle condizioni di contratto del prodotto “tutto compreso” è riportato che limitatamente ai prodotti della Classe B e Classe C, ERV non prende a carico spese conseguenti a malattie e infortuni che siano l’espressione o la conseguenza diretta di situazioni patologiche croniche o anteriori alla data di inizio della copertura e note all’Assicurato. Dunque sembrerebbe che la polizza di Classe A copra anche questo tipo di spese mediche durante il viaggio. Ti consiglio comunque di fare una chiamata al servizio clienti di ERV per confermare quando sopra riportato al seguente numero: 02 7641 6652. In quanto all’affidabilità della Compagnia, non devi preoccuparti: sottoscrivono anche le polizze di ViaggiSicuri.com che offre premi molto economici, ideale per chi non soffre di malattie pregresse in quanto sono escluse dalla copertura.

    Buon Viaggio

  • Sabrina
    Postato alle 17:59h, 02 agosto Rispondi

    Salve, ha mai sentito parlare di europea assicurazione (EAV) dai prezzi sembra molto competitiva… e tra l’altro in caso di acquisto polizza classe A copre anche malattie preesistenti (almeno così c’è scritto) cosa mi dice su questa compagnia? Non trovo pareri in internet e non vorrei fosse una bufala!
    Grazie
    Sabrina

  • Roberto Ricci
    Postato alle 02:30h, 27 luglio Rispondi

    Ciao Davide,

    il servizio clienti di Viaggi Sicuri mi ha confermato che negli Stati Uniti, in caso di spese mediche, dovrai contattare appena possibile la Centrale Operativa, dopodiché l’assicurazione prenderà direttamente in carico tutti i costi indicativamente superiori ai 300 euro. Ciò significa che se fai, ad esempio, una visita medica e spendi meno della cifra sopra riportata la centrale operativa ti chiederà di anticipare la somma. Poi, al rientro in Italia, potrai inoltrare la richiesta di risarcimento dei costi sostenuti. Certo, anche l’assicurazione fornita dalla carta di credito può tornare utile, mi sembra di aver capito che la Amex Oro Alitalia copre fino a € 10.000: ti ricordo che, come riportato nel codice civile, se hai due assicurazione che coprono lo stesso rischio sei obbligato a denunciare il sinistro a entrambe, nei termini descritti nelle Condizioni di Contratto di ognuna di esse. Dovrai inoltre comunicare il nome dell’altra assicurazione a ciascuna compagnia.

    Buon Viaggio

  • Davide
    Postato alle 01:16h, 27 luglio Rispondi

    Ciao Roberto,
    il prossimo 21 agosto partirò per 3 mesi alla volta della Silicon Valley e San Francisco. Ho guardato viaggisicuri.com e per il periodo mi offre una base di 247 euro. La columbus assicurazioni invece chiede circa 20 euro in più ma sottolinea il fatto che le spese mediche vengono sostenute direttamente dalla compagnia e non come nel caso di altre che provvedono in seconda battuta a rimbosarti.
    a questo punto ti chiedo se viaggisicuri.com rimborsa in seguito?e inoltre 1.000.000 di euro sono sufficienti?
    Aggiungo che posseggo una amex oro alitalia, può tornare utile per alcuni imprevisti da sommare ad un’assicurazione base?

    ti ringrazio in anticipo
    d

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:25h, 21 luglio Rispondi

    Ciao Alicia,

    Columbus Direct e sottoscritta da Chartis dunque decisamente affidabile! Ti ricordo di visionare attentamente le condizioni contrattuali prima della partenza, in particolare i sottolimiti presenti nella garanzia “Assitenza e Rimpatrio”. In alternativa dai uno sguardo anche a Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com): anche questa compagnia ha massimali molto elevati e premi contenuti.

    Buon Viaggio

  • ALICIA
    Postato alle 15:17h, 21 luglio Rispondi

    La columbus direct è valida e affidabile???

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:00h, 18 luglio Rispondi

    Ciao Laura,

    entrambe le compagnie sono decisamente affidabili! Mi sorge però un dubbio: con molte assicurazioni è obbligatorio coprire l’intero periodo di viaggio (dalla data di partenza dall’Italia fino al rientro in Italia). Mi raccomando, prima di stipulare una polizza chiedi se è possibile coprire solo 180 giorni. Tra l’altro, rimane sempre il fatto che i massimali offerti per le spese mediche sono davvero bassi per un viaggio così lungo negli USA! Guarda anche Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com): la polizza individuale oro copre fino a 8 milioni di euro in caso di spese mediche all’estero!

    Buon Viaggio

  • Laura
    Postato alle 17:13h, 18 luglio Rispondi

    Ciao!
    Sto per andare a New York per uno stage e sto confrontando due polizze: la Europe Assistance che mi offre il pacchetto STAGE 180 con durata limitata al costo di 547€ circa e la Mondial Assistance che mi offre il pacchetto student di un anno a 438€ mentre se lo facessi per la stessa durata della Europe e quindi di 180 giorni mi costa 220€. Ora, una ha un massimale di spese mediche di 200.000€ (Europe) mentre l’altra della metà.
    Al di là di sapere se questi massimali sono entrambi sufficienti, mi chiedevo qual’era meglio stipulare vista la differenza di prezzo!
    Grazie

  • Orsola
    Postato alle 16:05h, 11 luglio Rispondi

    Ciao,

    mi è sembrato di capire che nessuna delle assicurazioni consigliate fornisce copertura per malattie preesistenti. Ho gia un’assicurazione che copre in caso di incidenti etc… e visto che ho una malattia “cronica” avevo pensato di comprare un’altra assicurazione che copra le spese di un ricovero in seguito ad un incidente causato dalla mia malattia.

    Come posso fare? Ci dovrá pur essere un modo per coprire queste spese.

    grazie mille per la disponibilitá

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:14h, 11 luglio Rispondi

    Ciao Orsola,

    una delle assicurazioni che consiglio spesso copre le malattie preesistenti o croniche: Mondial Assistance (www.e-mondial.it) l’unico loro prodotto che non prevede questa copertura è la polizza Long Stay (polizza per viaggi lunghi).. Leggi sempre attentamente le condizioni di contratto prima di stipulare una polizza, soprattutto i vari sottomassimali elencati nelle spese mediche. In caso di dubbi, contatta il loro call center all’800 408 804

    Buon Viaggio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:11h, 09 luglio Rispondi

    Ciao Marcello,

    Viaggi Sicuri è decisamente affidabile, è presente sul mercato italiano da oltre 10 anni. La formula Studente Oro ha un premio economico ed offre una copertura per le spese mediche fino a 5 milioni di euro. Per usufruire della copertura basta essere iscritto ad una scuola/università in Italia ed avere tra 17 e i 35 anni.
    Mi raccomando, controlla il sito del Ministero degli Affari Esteri (www.viaggiaresicuri.it) prima del tuo viaggio in India. A causa dell’ultimo attentato le zone a rischio sono aumentate. Ti ricordo che le assicurazioni viaggio in generale non coprono eventi derivanti da atti di terrorismo.

    Buon Viaggio

  • marcello
    Postato alle 17:25h, 09 luglio Rispondi

    salve,
    io quest’estate andrò per circa 1 mese negli USA. Vorrei sapere se l’assicurazione PER STUDENTI offerta da “viaggiare sicuri” è affidabile o meno?
    Stessa domanda per il mese successivo nel quale sarò in India?
    grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:09h, 08 luglio Rispondi

    Ciao Roberto,

    Viaggi Sicuri non copre solo in caso di trekking sopra i 1.500 metri. Dunque, qualora non praticassi questa attività saresti tranquillamente coperto. In alternativa puoi provare anche con Europassistance http://www.prontopolizza.it. Prova a contattare il loro servizio clienti per conoscere eventuali limitazioni di altitudine!

    Buon Viaggio

  • Roberto
    Postato alle 12:58h, 08 luglio Rispondi

    Ciao,
    grazie per gli utili consigli.
    Ho in programma un viaggio negli USA e una visita al Grand Canyon. Il G.C. è a 2100m. sul livello del mare quindi ViaggiSicuri non da copertura, è corretto ?
    Ho visto Mondial ma non prevede assicurazione RC e preferirei averla, quindi cosa mi consigli ?
    Grazie
    Roberto

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:12h, 15 giugno Rispondi

    Ciao Giulia,

    Travel Guard è un’assicurazione viaggio sottoscritta da Chartis, quindi affidabile. In alternativa puoi provare a dare un’occhiata anche a Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) che è presente da oltre 10 anni sul mercato italiano e ha premi convenienti, hanno anche una polizza per studenti che permette di risparmiare ulteriormente..

    Buon Viaggio

  • GIULIA
    Postato alle 13:36h, 15 giugno Rispondi

    Buongiorno,
    devo partire per New York per frequentare un coo d’inglese di sei settimane ma la durata complessiva del viaggio è di 58 giorni. Devo fare un’assicurazione medica per 2 persone e cercando nei vari siti internet ho notato che la TRAVER GUARD CHARTIS propone prezzi molto inferiori rispetto alle agenzie tipo europ assistance che mi propongono le agenzie di viaggi.
    Conoscete questa agenzia e sapete consigliarmi altrimenti un’altra buona poliza?
    Grazie.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:51h, 07 giugno Rispondi

    Ciao Ornella,

    se soffri di patologie preesistenti o croniche ti sconsiglio di fare una polizza sia con Columbus che con Viaggi Sicuri. In questo caso andrebbe bene Mondial Assistance che, appunto, copre anche le patologie pregresse (tranne il prodotto Mondial Long Stay). Una precisazione: la polizza Viaggi Sicuri non copre infortuni sopra i 1.500 metri SOLO in caso di svolgimento dell’attività di trekking! Dunque se, ad esempio, inciampi e cadi mentre in hotel che si trova sopra ai 1.500 sarai tranquillamente coperta dall’assicurazione.

    Buon Viaggio

  • Ornella
    Postato alle 17:36h, 07 giugno Rispondi

    Buongiorno Roberto,
    devo stipulare un’assicurazione viaggio, principalmente per spese mediche, per un “on the road USA”. Sono molto indecisa tra 3 assicurazioni che presentano pro e contro:
    – viaggi sicuri: non copre malattie pregresse e/o croniche, non compre infortuni sopra i 1500 metri
    – e-mondial: spese ospedaliere illimitate, ma rimborso spese ambulatoriali basse, se ho capito bene
    – columbus: apparentemente una via di mezzo tra le due.
    Mi può aiutare a far luce.
    Grazie mille per la Sua disponibilità
    Ornella

  • antonio79
    Postato alle 16:41h, 26 maggio Rispondi

    salve io andrò per 2 settimane in america e una nei caraibi. ho firmato un contratto con filo diretto tramite la tui tour operator….ma non mi hanno detto però quanto copre il massimale in caso di spese mediche rimpatrio etc…..sapete dirmi qualcosa in merito a filo diretto assicurazioni

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:30h, 11 maggio Rispondi

    Ciao Flavia,

    non ci sono assicurazioni viaggio più o meno adatte per chi viaggia con neonati. Credo quindi che Viaggi Sicuri sia decisamente adatta per il tuo viaggio in famiglia: con la loro polizza oro potrai coprire le spese mediche di tuo figlio fino ad un massimo di 8 milioni di euro. In caso di assistenza medica dovrai semplicemente contattare i numeri riportati sul Certificato Assicurativo che riceverai dopo la stipulazione online.

    Buon Viaggio

  • Flavia
    Postato alle 12:50h, 11 maggio Rispondi

    scusa, mi spiego meglio:
    Vorrei sapere se ci sono delle assicurazioni di viaggio consigliate quando si viaggia con neonati o se consiglieresti le polizze di viaggisicuri anche in questo caso.
    Grazie,

  • Roberto Ricci
    Postato alle 22:28h, 10 maggio Rispondi

    Ciao Cristina,

    Allora:
    1. Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it): Al numero 800 408 804 mi è stato riferito che il trekking è coperto a qualsiasi altitudine anche se non espressamente indicato nelle condizioni di contratto. A tal proposito dunque ti consiglio di farti inviare una conferma scritta: la prudenza non è mai troppa!
    2. Europassistance (www.prontopolizza.it) : anche con questa compagnia non c’è un limite di altitudine. Europassistance però non prevede il soccorso in elicottero in caso di infortunio.
    3. Columbus Direct (www.columbusassicurazioni.it): nel testo della polizza è scritto che il trekking è coperto fino ai 4.000 metri di altitudine. Ti consiglio comunque di chiamare il servizio clienti (800 986 782) e chiedere conferma di quanto riportato.
    4. Travel Guard (www.travelguard.it): il numero del servizio clienti è 02 91 483 100. Anche con questa compagnia il trekking è coperto fino ai 4.000 metri.

    Buon Viaggio

  • cristina
    Postato alle 21:57h, 10 maggio Rispondi

    Buonasera,
    siamo una famiglia di 4 persone con in programma un viaggio in California,Utah e Arizona con visita dei parchi. Visto che la Viaggisicuri non copre per trekking oltre i 1500 metri e alcuni parchi che visiteremo sono oltre i 1500 con quale compagnia ci consiglia di fare l’assicurazione sanitaria?
    Grazie in anticipo.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:25h, 09 maggio Rispondi

    Ciao Michela,

    sono d’accordo con te, Viaggi Sicuri offre dei prodotti con massimali più elevati e, inoltre, c’è la possibilità di esonerare tutte le franchigie presenti nella polizza aggiungendo 9 euro per persona al premio finale: veramente molto conveniente! L’intolleranza al lattosio, ahimè, viene considerata come una patologia cronica, dunque Columbus e Viaggi Sicuri non coprirebbero eventuali spese sanitarie legate alla condizione medica preesistente. Se desideri coprirti in toto allora ti consiglio di valutare l’acquisto di una polizza con Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it): l’unica compagnia italiana che copre anche le patologie pregresse. Occhio alle condizioni di contratto; ci sono dei sottomassimali nelle polizze di Allianz che è necessario conoscere prima di stipulare un contratto!

    Buon Viaggio

  • Michela
    Postato alle 17:28h, 09 maggio Rispondi

    io e il mio fidanzato andremo per 21 giorni negli USA in viaggio di nozze e dobbiamo scegliere l’assicurazione sanitaria. Stiamo valutando fra le altre mondial assitance, worldnomads ma le due che ci sembrano le migliori sono columbus direct e viaggisicuri.com. viaggisicuri.com in particolare sembra che nella formula Argento abbia massimale di 5 milioni (mentre columbus è sempre 1 milione in tutte le formule) e c’è l’opzione di annullamento franchigia, che columbus non ha. consigli altre variabili da valutare? l’intolleranza al lattosio può essere considerata una patologia preesistente? grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:18h, 05 maggio Rispondi

    Ciao Flavia,

    perdonami ma non ho capito perfettamente la tua richiesta: per viaggiare sicuri intendi il sito del Ministero degli Affari Esteri? Quando si viaggia nei Caraibi araibi è assolutamente necessario stipulare prima della partenza una polizza sanitaria che copra eventuali spese mediche in loco. In questa specifica zona le spese mediche possono essere molto elevate e la tessera sanitaria non ha validità nelle strutture ospedaliere private ed, in ogni caso, non ha validità nei paesi extraeuropei. Dunque ti consiglio di dare uno sguardo alle assicurazioni viaggio citate in questo blog!

    Buon Viaggio

  • Flavia
    Postato alle 10:50h, 05 maggio Rispondi

    Ciao,
    stiamo per partire per i caraibi, santo domingo, siamo una coppia con una bimba di una anno e mezzo circa. ci sono assicurazioni sanitarie specifiche che dobbiamo considerare o viaggiaresicuri ci da anche supposto pediatrico?
    grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 22:30h, 08 aprile Rispondi

    Ciao Daniele,

    Fai attenzione: se la tua ragazza parte dall’Italia per raggiungere l’aeroporto svizzero (e viceversa per il ritorno!) allora è possibile acquistare una polizza inserendo come date di partenza e rientro, le date in cui parte dall’Italia e rientra in Italia. Inoltre, inserendo nel preventivo l’area di destinazione Americhe/Canada/Caraibi la tua ragazza sarà automaticamente coperta anche per la Svizzera! Prova a contattare il servizio clienti di Viaggi Sicuri (0541-51171): ti confermeranno quanto riportato.

    Saluti

  • Daniele
    Postato alle 15:05h, 08 aprile Rispondi

    Ciao,
    mi sto documentando per una polizza viaggi negli USA per la mia ragazza. Il problema che abbiamo e’ che lei, pur residente in Italia, fara’ il viaggio per gli USA dalla Svizzera (biglietto aereo A/R da Zurigo), dove rimarra’ per circa un mese.

    Ho visto che viaggisicuri mette come partenza e ritorno Italia, e non vi e’ nemmeno modo di combinare USA con un altro paese.
    Come Fare? Meglio Worldnomads?
    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:10h, 23 marzo Rispondi

    Ciao Carlo,

    purtroppo quasi tutte le compagnie assicurative non coprono le patologie preesistenti o croniche. Puoi provare a contattare Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) al numero: 800 408 804 e chiedere se loro possono offrirti una copertura. In alternativa, è possibile sottoscrivere un’assicurazione direttamente con una compagnia americana anche se tendo a sconsigliartelo in quanto sono molto costose.

    Buon Viaggio

  • Carlo
    Postato alle 10:37h, 23 marzo Rispondi

    Nel 2004 ho subito l’impianto di tre by-pass coronarici anche se non ho mai avuto infarti.
    Mi pare di capire che quelli nella mia condizione non possono essere assicurati per soggiorni negli U.S.A., è così ?
    In alternativa è possibile acquistare una copertura temporanea direttamente negli Stati Uniti?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:58h, 17 marzo Rispondi

    Ciao Salvatore,

    Se desideri stipulare una polizza medico/bagaglio ed annullamento viaggio in un’unica soluzione puoi provare a dare un’occhiata alla polizza personalizzata di Filo Diretto: http://www.filodiretto.it. In alternativa, se desideri risparmiare un po’, puoi sottoscrivere due polizze separate con Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com). La loro polizza Individuale (spese mediche e bagaglio) può essere sottoscritta fino al giorno prima della partenza mentre la polizza Annullamento Viaggio potrai acquistarla entro 48 ore dalla data di prenotazione del viaggio o il medesimo giorno della prenotazione, se la partenza dall’Italia avviene entro 14 giorni.

    Buon Viaggio

  • Salvatore
    Postato alle 14:39h, 17 marzo Rispondi

    Ciao Roberto,
    il 2 agosto partirò per il mio viaggio di nozze che sto organizzando fai da te:

    Volo Roma – New York 2 Agosto
    5 gioni a New york
    Volo New York- Los angeles – Rarotonga (Isole Cook) 7 agosto
    13 giorni tra Raroonga Aitutaki e Atiu
    ritorno a Los Angeles giorno 21 agosto
    2 giorni a Los Angeles

    arrivo a Milano il 24 agosto

    Potresti consigliarmi l’assicurazione da fare per me e per la mia futura moglie?

    Io sarei dell’idea di abbinare copertura medica, rimborso voli/bagagli e albergo (visto che alle Isole Cook mi è stato chiesto una parte del pagamento anticipato)

    ti ringrazio
    saluti

    Salvatore

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:53h, 18 febbraio Rispondi

    Ciao Elisabetta,

    come ho già detto in più di un’occasione le recensioni inserite nei forum, spesso e volentieri, possono essere fuorvianti in quanto non si conosce bene la situazione che ha portato al disservizio o al negato rimborso. Praticamente tutte le compagnie assicurative italiane (compresa Viaggi Sicuri) effettuano il pagamento diretto delle fatture in caso di ricovero ospedaliero negli Stati Uniti. Ti consiglio di leggere l’opinione di un assicurato Viaggi Sicuri che ha avuto un sinistro per spese mediche di € 19.000 all’estero e che ne è rimasto molto soddisfatto: http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=ApDUoMbpYyj4LNomOp0grJUZDgx.;_ylv=3?qid=20080716001129AA9F8LM
    Altrimenti prova ad effettuare un preventivo con Europ Assistance su http://www.prontopolizza.it, anche se i massimali sono molto bassi, è il leader nel settore assicurativo viaggio in Italia.

    Buon Viaggio

  • Elisabetta
    Postato alle 17:27h, 18 febbraio Rispondi

    Buona sera,
    parto per 6 giorni a New York e sto guardando le polizze assicurative. Sicuramente viaggisicuri.com è la più economica ma le recensioni sono quasi tutte negative. Inoltre mi domandavo se esiste una compagnia che in caso di spese mediche le anticipi direttamente alla struttura, invece di doverle pagare io ed aspettare il rimborso.
    Grazie in anticipo.
    Elisabetta

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:03h, 11 febbraio Rispondi

    Ciao Jacopo,
    si hai proprio ragione, credo sia meglio stipulare un’altra assicurazione per incrementare il massimale delle spese mediche. Difatti, un massimale di € 10.000 credo sia decisamente troppo basso per un viaggio in qualsiasi parte del mondo, figuriamoci per gli Stati Uniti. Dato che hai già una copertura per il bagaglio personale o in caso di ritardo dell’aereo con Groupama, ti consiglio di stipulare la Studio Economy di Viaggi Sicuri. Non c’è ragione di avere una doppia copertura per tutto!
    Buon Viaggio

  • Jacopo
    Postato alle 14:32h, 11 febbraio Rispondi

    Buongiorno, il 16 Marzo parto per gli USA (per una vacanza) e torno in Italia il 31 Marzo. Al momento dell’acquisto del biglietto su govolo ho stipulato questa polizza assicurativa http://assurances.advences.com/mirror/default2004/page/it/Formule_2_en_1.pdf
    e mi sa tanto che ho fatto un errore a stipularla.
    Secondo lei dovrei stipulare un’altra polizza? Avrei pensato di stipularne una con Viaggi Sicuri, quella studenti (essendo io studente universitario). Mi consiglia: Studio Economy Americhe/Canada/Caraibi o Oro Americhe/Canada/Caraibi? Ormai non posso recedere dall’altra polizza purtroppo. Grazie per l’aiuto.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:20h, 10 febbraio Rispondi

    Ciao Marco,

    Viaggi Sicuri è sottoscritta da una compagnia tedesca, Europaische Reiseversicherung AG con sede secondaria a Milano. Il broker assicurativo invece, cioè chi commercializza la polizza, ha sede in Inghilterra. Inoltre, come hai precisato tu la centrale operativa ha personale parlante in italiano. Le condizioni di contratto di tutti i prodotti possono essere scaricate direttamente dal sito: http://www.viaggisicuri.com/condizioni-generali.php ed hanno pieno valore legale.
    Non mi è molto chiaro a che tipo di copertura ti riferisci quando parli di anticipo contanti.
    Se ti riferisci alle spese mediche, come riportano le condizioni a pagina 7 – Obblighi in caso di emergenza medica, in caso di problemi nell’area degli Stati Uniti sarà necessario contattare la centrale operativa appena possibile. In questo modo l’assicurazione procederà al pagamento diretto delle fatture (l’assicurato non dovrà anticipare alcuna somma che va al di sopra di € 300). Viaggi Sicuri, inoltre, non applica sottolimiti giornalieri in caso di ricovero ospedaliero.
    Sia il broker assicurativo che i sottoscrittori dei prodotto “Viaggi Sicuri” sono autorizzati ad esercitare in territorio italiano.

    Buon Viaggio

  • Marco
    Postato alle 11:27h, 10 febbraio Rispondi

    Caro Roberto,
    complimenti per il servizio e l’aiuto che offri a noi viaggiatori.
    Pur essendo uno studente, sto pensando di stipulare la polizza individuale oro con viaggisicuri. Noto che la società è tedesca e non inglese, ma in effetti è fondamentale che ci sia un numero di contatto per le emergenze in italia. Devo andare negli states( ny e miami) 2 settimane, e ho dei dubbi.
    il primo è il fatto che le condizioni generali leggo essere solo un foglio informativo.
    Il secondo è riguardo all’anticipo contanti, noto che molte polizze fissano un tetto a 3000 euro, viaggisicuri invece non parla esplicitamente di anticipo, e questo mi preoccupa, per quanto al servizio clienti mi hanno detto che è previsto.
    Tu hai detto che per esperienza personale sai che è affidabile, posso chiederti senza entrare nel dettaglio a cosa ti riferisci? penso che in questi casi la garanzia migliore è appunto quella di chi ha avuto un’esperienza diretta, e leggendo tutte le domande/risposte non ho trovato niente al riguardo…
    Ti ringrazio e ti faccio ancora i complimenti per lo splendido lavoro, buona giornata! Marco

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:36h, 19 gennaio Rispondi

    Ciao Andrea,

    prima di tutto mi preme dirti che la polizza annullamento viaggio e la polizza individuale (per le spese mediche) sono due prodotti separati con Viaggi Sicuri. Nel caso in cui a viaggiare sia una compagnia di amici (e non un nucleo famigliare), le assicurazioni in genere coprono al massimo due componenti: l’assicurato che è impossibilitato a viaggiare e un compagno di viaggio. Nel vostro caso quindi se uno di voi non riesce a partire non potrete pretendere di annullare tutti e quattro, ma solo l’infortunato più un altro assicurato soltanto! Si suppone infatti che anche se manca un componente del viaggio, essendo amici (e non un nucleo famigliare composto ad esempio da madre, padre e figli) potrete affrontare in ogni caso il viaggio.
    Per quanto riguarda invece i tempi di rimborso purtroppo non è facile conoscerli poiché variano da pratica a pratica, di conseguenza non è possibile stabilire un stima.
    I rimborsi delle spese mediche, nei casi di ricovero o situazioni gravi, l’assicurazione provvederà, a seguito del contatto telefonico da parte dell’assicurato alla centrale operativa, ad occuparsi dei pagamenti delle fatture direttamente con la clinica/ospedale.
    Per infortuni meno gravi, dove l’importo è irrisorio, l’assicurato dovrà anticipare in loco la somma richiesta per la prestazione medica. Egli verrà rimborsato dall’assicurazione al rientro a casa in Italia.

    Buon Viaggio!

  • Andrea
    Postato alle 13:10h, 19 gennaio Rispondi

    Ciao Roberto,

    Volevo andare con altre 4 persone a fare una vacanza “on the road” dal 23 Maggio all’8 Giugno e ho visto l’ingente differenza di prezzi tra viaggisicuri e l’assicurazione propostami dall’agenzia (Circa 150 € a persona)

    Oltre al tuo giudizio che mi pare chiaro, i miei dubbi sono due:

    – Qualora uno o più dei partecipanti al viaggio dovessero rinunciare, l’iter ed i tempi per il rimborso del viaggio (eventualmente già pagato all’agenzia) quali sono?

    – Gli eventuali rimborsi per spese mediche vengono destinati direttamente al contraente dell’assicurazione?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 22:11h, 11 gennaio Rispondi

    Ciao Luigi,

    Viaggi Sicuri opera da 10 anni sul mercato italiano ed è totalmente affidabile. In caso di spese mediche in Canada dovrai contattare appena possibile la centrale operativa (i numeri di riferimento sono riportati sul certificato che ti verrà inviato tramite email). Dopo il primo contatto la centrale provvederà direttamente al pagamento diretto con l’ospedale delle spese sostenute.

    Buon Viaggio!

  • Luigi
    Postato alle 16:41h, 11 gennaio Rispondi

    Buona sera
    Sto preventivando un soggiorno in Canada dalla durata di 95 giorni. Ho valutato le compagnie segnalate e la più conveniente rimane la “VIAGGI SICURI”.
    Potrebbe darmi dei consigli riguardo l’effettivo rapporto qualità/sicurezza delle polizze proposte, soprattutto in riferimento alla copertura delle spese mediche?

    Grazie in anticipo

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:14h, 07 gennaio Rispondi

    Ciao Emi,

    la polizza che in questo caso potrebbe andare bene sarebbe la Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) in quanto e’ l’unica assicurazione in Italia a coprire malattia preesistenti e problemi psichiatrici. Il problema e’ che il periodo di copertura e’ di massimo 100 giorni con la polizza Long Stay. Se la tua universita’ chiude un occhio sul fatto delle malattie psichiatriche e preesistenti (a volte questo e’ possibile), prova a fare un preventivo con Viaggi Sicuri e dai un’ occhiata alle polizza Argento e Oro. Le polizze Viaggi Sicuri coprono un massimo di 365 giorni.

    Buon Viaggio

  • Emy Lucente
    Postato alle 03:52h, 07 gennaio Rispondi

    Ciao Roberto,
    ho bisogno di un gande aiuto! spero tu possa aiutarmi, il pù velocemente possibile e ti ringrazio già per questo!
    Sono una Dottoranda di ricerca che si sta recando tra 10 giorni alla Stanford University per 8 mesi.
    questi sono i requisiti dell’assicurazione sanitaria che mi richiedono. Sapresti indicarmi quale fra queste li soddisfa? Grazie mille!

    * Annual deductible less than $1,000
    * Lifetime aggregate maximum benefit of at least $2,000,000 OR maximum per condition/per lifetime benefit of $500,000
    * Covers inpatient and outpatient medical care in San Francisco Bay Area and U.S.
    * Covers inpatient and outpatient mental health care in San Francisco Bay Area and U.S.
    * Covers prescriptions
    * Covers non-emergency visits as well as emergency care
    * Policy covers pre-existing conditions OR the insured student has met applicable waiting periods

    The U.S. Department of State requires that J1 visa holders have a policy with minimum coverage of $7,500 for repatriation of remains and $10,000 for medical evacuation.

    • Mila Del Sarto
      Postato alle 09:26h, 11 agosto Rispondi

      Ciao Emy, posso chiederti come hai risolto con la polizza assicurativa? Ho il tuo stesso problema e non so che fare….Grazie!! Mila

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:04h, 30 novembre Rispondi

    Ciao Alessia,

    certamente, Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) copre anche le patologie già note al momento dell’acquisto della polizza. Ti consiglio comunque di chiamare il loro servizio clienti e chiedere una conferma scritta di quanto citato.

    Buon Viaggio!!

  • Alessia
    Postato alle 13:09h, 30 novembre Rispondi

    Ciao Roberto,
    grazie mille per esserti messo a disposizione nell’ambito di una rgomento così delicato.
    Ecco la mia domanda. L’amica con cui sto per partire (13 gg negli USA) ha subito un intervento (ernia inguinale, 1 giorno di ricovero) nei primi giorni di Novembre: esiste un’assicurazione che copre il suo caso?
    Grazie.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:35h, 22 novembre Rispondi

    Ciao Stefano,

    fai attenzione! La copertura “infortuni personali” di Viaggi Sicuri, inserita nelle polizze Argento e Oro, è un semplice indennizzo per un’invalidità permanente. L’infortunio come la frattura di un braccio è compreso nel massimale delle spese mediche, quello milionario! Leggi attentamente le condizioni di contratto: http://www.viaggisicuri.com/condizioni-generali.php
    In ogni caso, tutte e tre le compagnie che hai citato godono di ottima fama. Solo un appunto: per la Worldwide Insure e la World Nomads è necessario conoscere un discreto inglese per poter comunicare con le rispettive centrali operative in caso di emergenza medica. Ti consiglio di stipulare una polizza con loro solo se non hai problemi di lingua.

    Buon Viaggio!

  • stefano
    Postato alle 16:02h, 22 novembre Rispondi

    Ciao Roberto,volevo chiederti quale assicurazione viaggio va meglio per un viaggio di 25 giorni negli Stati Uniti,ho guardato worldwide insure,world nomads e viaggi sicuri che però mi sembra abbia un massimale per infortuni personali un pò basso,ti chiedo un consiglio,
    Grazie mille stefano.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 21:32h, 21 novembre Rispondi

    Ciao Eugenio,

    Viaggi Sicuri è un’ottima assicurazione, è normale trovare recensioni buone e cattive su internet: quale prodotto non li ha? Sono dell’idea che quando una società arriva ad avere un numero sempre maggiore di clienti, è matematico non poter accontentare tutti, per capire meglio ogni situazione bisognerebbe sentire anche il parere dell’assicurazione che raramente purtroppo risponde all’opinione online dei consumatori. Per quanto riguarda la polizza studenti invece credo che la tua ragazza dovrà acquistare una polizza individuale. Infatti, al momento della partenza non sarà più una studentessa.

    Buon viaggio!

  • Eugenio
    Postato alle 19:06h, 21 novembre Rispondi

    Ciao Roberto e complimenti per il sito.
    Per le vacanze di Natale io e la mia ragazza partiremo alla volta degli States precisamente a new york per un viaggio di piacere.
    Dando un’occhiata sul web abbiamo notato la compagnia viaggi sicuri con i suoi maxi massimali e i suoi premi a dir poco competitivi.Preciso che sono uno studente di 23 anni mentre la mia ragazza ha 24 anni e proprio domani si laurea quindi non credo che beneficera della tariffa “studenti”.
    Volevo sapere cosa pensi a proposito di viaggisicuri.com nonostante alcune cattive recensioni sul servizio di assistenza e se la mia ragazza potrebbe usufruire della tariffa applicata agli studenti.
    ti ringrazio in anticipo della tua cortese attenzione.
    Ciao e buon proseguimento.
    Eugenio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:32h, 15 novembre Rispondi

    Ciao Alessia,

    quasi tutte le assicurazioni viaggio italiane hanno l’annullamento del viaggio separato dalla polizza per le spese mediche. Mi sembra di ricordare che Filo Diretto (www.filodiretto.it) nella sua formula personalizzata offra la possibilità di includere anche la garanzia di rinuncia al viaggio. Ti ricordo che questa copertura può essere sottoscritta al momento della prenotazione del viaggio. Nel caso in cui il viaggio fosse stato già prenotato la garanzia di annullamento potrà essere stipulata entro 30 giorni dalla data di partenza del viaggio.

    Buon Viaggio

  • alessia
    Postato alle 14:21h, 15 novembre Rispondi

    Buongiorno devo fare un’assicurazione sanitarie per 5 persone per 2 settimane ad aprile negli USA, mi consigli un’assicurazione che includa anche l’annullamento del viaggio in caso do problemi di salute del viaggiatore o dei parenti.
    Grazie alessia

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:25h, 13 novembre Rispondi

    Ciao Alessandro,

    certo che si può fare! Puoi stipulare una polizza per le spese mediche con Viaggi Sicuri, (è affidabile e le sue coperture hanno massimali molto alti) e assicurarti contro l’annullamento del viaggio con un’altra compagnia. Prova a calcolare un preventivo di questi due prodotti: Mondial Travel Cancel (www.e-mondial.it) e Annullamento Viaggio di Europassistance (www.prontopolizza.it ). Fai attenzione perché la polizza annullamento può essere sottoscritta entro limiti di tempo ben precisi che variano di compagnia in compagnia. Perciò, leggi attentamente le condizioni di contratto!

    Buon Viaggio

  • Alessandro
    Postato alle 12:05h, 13 novembre Rispondi

    Ciao Roberto,
    dovendo andare 18gg negli states sto pensando di stipulare una polizza che mi copra sia le spese mediche che l’annullamento. La scelta sarebbe caduta su viaggisicuri; ma dovrei stipulare due assicurazioni una annullamento ed una spese mediche ed il prezzo x tutta la famiglia inizia ad essere corposo
    Quello che cercavo era di avere una assicurazione che paga direttamente in caso di spese mediche e nn rimborsare una volta rientrati e viaggi sicuri mi può andare bene…evitando di fare con loro l’annullamento e di farlo con un’altra agenzia meno costosa!! Ma si può fare?? Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:30h, 10 novembre Rispondi

    Ciao Tom,

    Viaggi Sicuri ha un rating di FITCH, questa agenzia internazionale di valutazione del credito non viene menzionata nella lista della tua università e dunque potrebbero fare dei problemi, questo non significa che Viaggi Sicuri non sia sottoscritta da una compagnia seria, anzi! Però vedo che tra Standard & Poors, A.M. Best, ecc, non compare Fitch.
    Dovresti provare a contattare altre compagnie assicurative per chiedere se hanno i giusti requisiti, io purtroppo dai vari siti non riseco a trovare le informazioni necessarie. Spiacente!

  • Tom
    Postato alle 12:27h, 10 novembre Rispondi

    Buongiorno,
    in caso di permanenza negli USA con visto J1 viene richiesta un’assicurazione che abbia determinate caratteristiche in termini di massimali. Inoltre si richiede che abbia almeno uno dei seguenti ratings:
    – A.M. Best rating di “A-” o superiore
    – insurance solvency international ltd (ISI) di “A-i” o superiore
    – standard & Poor’s Claims paying ability di “A-” o superiore
    -Weiss Research,Inc. rating di “B+” o superiore;
    inoltre aggiungono “insurance coverage backed by the full faith and credit of the government of my home country will also meet the rating requirements”.
    Di preciso cosa significa?
    L’assicurazione viaggisicuri ha un rate A+ di Fitch insurance, è confrontabile o equivalente ad uno di quelli richiesti?
    Grazie mille

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:50h, 26 ottobre Rispondi

    Ciao Simonetta,

    posso consigliarti un’assicurazione che fa sicuramente al caso tuo: Mondial Assistance (www.e-mondial.it). Questa compagnia (l’unica in Italia) copre anche le patologie preesistenti quindi, in caso di necessità, sarai coperta dall’assicurazione. In più ha un massimale illimitato per le spese mediche nell’area degli Stati Uniti (occhio ai sottolimiti indicati nella condizioni di contratto però!) e provvede al pagamento diretto delle prestazioni ospedaliere previo contatto con la centrale operativa. Ti consiglio comunque di contattare il loro servizio clienti e chiedere conferma scritta sulla copertura per le patologie pregresse.

    Buon Viaggio

  • Simonetta
    Postato alle 23:41h, 26 ottobre Rispondi

    Carissimo Roberto,
    innanzitutto grazie per i commenti e i suggerimenti!!

    anche io mi trovo a partire, 6 mesi New York, e ho dubbi sull’assicurazione perché so già che probilmente ne avrò bisogno. soffro infatti di allergie alimentari, che mi portano in media 2 volte all’anno in crisi anafilattica in ospedale. certo quindi una assicurazione che, prezzo a parte, mi garantisca una buona copertura, non dover anticipare nulla, filo diretto tra assicurazione e ospedale in caso di un mio (purtroppo) prevedibile ricovero urgente, copertura medicinali, dottore a cui riferirmi quando sarò là…c’è qualcosa di simile?
    grazie mille….
    simonetta

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:31h, 19 ottobre Rispondi

    Ciao Paola,

    esattamente, la polizza annuale offerta da Viaggi Sicuri copre un numero illimitato di viaggi durante un anno ma questi non possono superare una permanenza all’estero di massimo 45 giorni e non è possibile stipulare una polizza assicurativa mentre si è già all’estero. L’unica soluzione per te è stipulare una polizza individuale per 76 giorni, così la polizza è regolare e puoi fare viaggi tranquilli!!!

    Buon Viaggio

  • Paola
    Postato alle 12:38h, 19 ottobre Rispondi

    Gentile Roberto,
    Il 16 novembre 2010 parto per la California dove rimarrò 76 giorni. Siccome quest’anno sono già stata un paio di volte e magari quest’anno farò lo stesso mi chiedevo se non mi convenisse con ViaggiSicuri stipulare una polizza valida per un anno intero visto che il costo è pari a quello che pagherei per una sola assicurazione di 76 giorni.
    Il problema è che con questa soluzione sono coperta solo per 45 giorni consecutivi a viaggio.
    Posso eventualmente uscire dagli Stati Uniti al 45esimo giorno, fare un giro in Canada e rientrare stipulando una nuova polizza all’interno della tariffa annuale?
    Oppure meglio coprire i 76 giorni e lasciar perdere quella annuale?
    Cosa mi consiglia?
    Grazie,
    Paola

  • Roberto Ricci
    Postato alle 21:11h, 29 settembre Rispondi

    Ciao Anna,

    Mondial Assistance è una buonissima compagnia assicurativa ma nel prodotto per gli studenti ha veramente un premio troppo basso per un viaggio di 2 mesi negli Stati Uniti. Fossi in te preferirei spendere due soldi in più ed optare per Viaggi Sicuri Studente.. la loro polizza Economy risulta un po’ più cara della Mondial Student ma offre un milione di euro di massimale per le spese mediche! Leggi sempre le condizioni di contratto.

    Buon Viaggio

  • Anna
    Postato alle 20:33h, 29 settembre Rispondi

    Ciao Roberto,

    il 29 novembre partirò per due mesi (fino al 29 gennaio) alla volta di New York. Sono una studentessa universitaria e il soggiorno sarà un soggiorno studio perchè frequenterò un corso di inglese di 8 settimane.
    Ho provato a fare due preventivi online con e-mondial (preventivo Mondial student) e con viaggi sicuri (sia individuale sia studente). Lei consiglierebbe una delle tre in particolare?? Vedo che il massimale per le spese mediche con mondialstudent è di ‘soli’ 100mila euro: è troppo poco?? Per questo probabilmente sarei più indirizzata verso la viaggi sicuri studente.
    Grazie mille intanto per la disponibilità!
    Anna

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:52h, 23 settembre Rispondi

    Ciao Gaia,

    la polizza annuale offerta da Viaggi Sicuri copre un numero illimitato di viaggi durante un anno ma questi non possono superare una permanenza all’estero di massimo 45 giorni. E’ un prodotto quindi che si sposa bene per chi deve affrontare numerosi viaggi di breve durata. Questa è la motivazione principale del costo contenuto di una polizza annuale! Una permanenza continuativa di 5 mesi all’estero di 5 mesi richiede una tipologia di polizza completamente differente. Per quanto riguarda la tua seconda richiesta purtroppo non conosco nessuna polizza viaggio a copertura decennale. Solitamente, nel ramo delle assicurazioni viaggio, la copertura massima è di 365 giorni.

    Buon Viaggio

  • gaia
    Postato alle 14:10h, 23 settembre Rispondi

    Ciao Roberto, sto cercando una polizza sanitaria che copra me e mia figlia (3 anni) per un soggiorno di 5 mesi negli usa, per motivi di studio/lavoro (ho 43 anni e vado come visiting researcher). HO provato a fare un preventivo con viaggi sicuri, che mi sembra la compagnia con offerta migliore, ma la cifra richiesta è circa 700 euro, molto lontana da quei 140 circa x una copertura annuale. come è possibile.
    Inoltre: sai fornire indicazioni sulla compagnia migliore x stipulare una polizza decennale sanitaria, per italia e estero, x entrambe? grazie mille Gaia

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:04h, 13 settembre Rispondi

    Ciao Claudio,

    l’unica assicurazione viaggio italiana che copre anche le patologie preesistenti o croniche è Mondial Assistance (www.e-mondial.it). Con questa compagnia sarai coperto per tutti gli eventi legati direttamente o indirettamente al tuo problema di natura cardiaca. Mi raccomando, leggi attentamente le condizioni di contratto scaricabili direttamente dal sito internet.

    Buon Viaggio!

  • claudio
    Postato alle 13:27h, 13 settembre Rispondi

    Buongiorno.
    Dovendomi recare a New York per turismo, in sede di assicurazione sanitaria rilevo che la maggior parte non copre le patologie preesistenti al viaggio (nel caso specifico di natura cardiaca). Conosce compagnie assicurative che gestiscano questo rischio tenuto conto che l’ASL non partecipa in nessuna forma?
    Saluti
    Claudio

  • Roberto
    Postato alle 14:06h, 07 settembre Rispondi

    Ciao Roberto,

    voglio ringraziarti per le tue preziose indicazioni ed anche per la celerità nella risposta.

    Roberto.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 04:23h, 06 settembre Rispondi

    Ciao Roberto,

    puoi scaricare le condizioni di contratto dei prodotti di Viaggi Sicuri direttamente da questo link: http://www.viaggisicuri.com/condizioni-generali.php. Nella sezione A (spese mediche e rimpatrio) trovi tutte le coperture ed esclusioni inserite nella polizza. Solo un appunto: Viaggi Sicuri è un’ottima assicurazione anche perché non ha sottomassimali nelle spese mediche (cure dentarie a parte).

    Buon Viaggio!

  • roberto
    Postato alle 00:24h, 06 settembre Rispondi

    Ciao Roberto,

    ho fatto un preventivo con viaggisicuri.com per 15 giorni negli stati uniti e precisamente in California. Il premio e i massimali indicati nella poliza argento sono molto interessanti. Purtroppo non ho trovato, nei dati forniti dal preventivo online, l’indicazione dei sottomassimali. Come posso fare?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:23h, 03 settembre Rispondi

    Ciao Alberto,

    credo tu abbia colto la differenza fondamentale tra queste due ottime assicurazioni. Leggendo attentamente le condizioni di contratto si scoprono molti sottolimiti nei prodotti di Mondial Assistance. A mio parere il fatto di inserire il massimale illimitato nelle spese ospedaliere nell’area degli Stati Uniti è più che altro una strategia commerciale. Viaggi Sicuri, al contrario, non ha sottomassimali nelle spese mediche (se non quelle per le cure dentarie) e applica semplicemente un tetto divisorio: tutte le prestazione al di sotto di € 300 devono essere anticipate dall’assicurato e poi rimborsate al rientro in Italia. In ogni caso, Mondial Assistance rimane un’eccellente compagnia assicurativa per chi soffre di malattie pregresse, in quanto non ha esclusioni per questi soggetti.

    Buon Viaggio!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:50h, 18 agosto Rispondi

    Ciao Christiane,
    prerogativa principale di tutte le assicurazioni italiane è la stipulazione di una polizza per un viaggio che ha come data di partenza e di rientro l’Italia. Perciò, dovrai semplicemente inserire la data effettiva di partenza e di rientro da Roma! In questo modo sarai coperta anche per il soggiorno a Londra.
    Buon Viaggio!

  • CHRISTIANE
    Postato alle 23:42h, 18 agosto Rispondi

    Parto per gli Stati Uniti ma da Londra e ritorno a Londra dove passo i week en prima di tornare a Roma
    Come faccio per l’assicurazione?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 20:07h, 06 agosto Rispondi

    Ciao Alessandro,

    ti chiedo scusa per il ritardo nella risposta, probabilmente sarai già partito! La responsabilità civile nelle assicurazioni viaggi non offre la copertura per l’affitto di un’automobile. Perciò, al momento del noleggio, dovrai controllare che ci sia anche un’assicurazione che copra eventuali danni a terze persone. Viaggi Sicuri e World Nomads sono due ottime compagnie assicurative e non credo avrai problemi con loro. Tra le due preferisco Viaggi Sicuri, ma solo per un motivo: la centrale operativa parla italiano come anche il servizio clienti! World Nomads, come sicuramente saprai, è un’assicurazione australiana e quindi in caso di bisogno è necessario sapere discretamente l’inglese!

    Buon Viaggio

  • alessandro
    Postato alle 19:13h, 06 agosto Rispondi

    ciao Roberto ,
    tra due giorni partirò con new york per 12 giorni con moglie e figlio.
    sono indeciso tra due assicurazioni: viaggi sicuri (oro)e wordnomads.
    i massimali di wordnomads sono più alti e copre + imprevisti.
    volevo chiederti laddove leggo responsabilità personale a cose e persone vale nel caso io affitti un auto negli usa? che pensi di world nomads?cosa sceglieresti tra le due se dipendesse da te?
    grazie
    Alessandro

  • Paola
    Postato alle 14:18h, 30 luglio Rispondi

    Il problema è stabilire cosa sia collegabile indirettamente a certe patologie.
    In realtà spero di non avere problemi legati a questa patologia pregressa. Grazie di cuore per la risposta e per questo servizio
    Paola

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:27h, 27 luglio Rispondi

    Ciao Paola,

    sicuramente il tuo intervento di tiroidectomia verrebbe giudicato come una patologia preesistente dalle compagnie assicurative. Perciò è bene sapere che Viaggi Sicuri non copre eventi legati direttamente o indirettamente alle patologie croniche. Per qualsiasi altra condizione medica, non legata alla tiroide, il rimborso non sarà compromesso.

    Buon Viaggio!

  • Paola
    Postato alle 15:09h, 27 luglio Rispondi

    Ciao Roberto, tra meno di un mese partirò per New York,leggendo tra le tante ottime indicazioni che dai penserei di stipulare la polizza con viaggi sicuri, però ho un dubbio: tanti anni fa, ho subito un intervento di tiroidectomia. Oggi sto bene, ma questo tipo di intervento potrebbe per assurdo essere motivo per dichiarare che ho una patologia pregressa? Voglio dire, se avessi un problema cardiaco, secondo te, potrebbero associarlo alla mancanza di questo organo?
    Ti ringrazio
    Paola

  • Roberto Ricci
    Postato alle 22:43h, 20 luglio Rispondi

    Ciao Andrea,

    dato che il tuo viaggio sarà negli Stati Uniti, credo sia necessario stipulare una polizza che copra anche la tua patologia preesistente. Purtroppo, quasi tutte le assicurazioni viaggio italiane non offrono questo servizio e per questo motivo posso darti solo un nome di una compagnia che invece copre questo tipo di rischio: Mondial Assistance (www.e-mondial.it). Ti consiglio di leggere molto attentamente le loro condizioni di contratto.

    Buon Viaggio

  • Andrea
    Postato alle 21:54h, 20 luglio Rispondi

    Ciao Roberto,
    Quest’estate farò una vacanza di 3 settimane negli USA.
    Il mio dubbio è il seguente:
    Soffro di una sindrome cardiaca congenita (prolasso valvolare mitralico) che aumenta il rischio di contrarre malattie cardiache. In caso dovessi avere problemi cardiaci durante il viaggio, in genere le assicurazioni coprirebbero le spese mediche?
    Mi consigli una polizza in particolare per la mia situazione?
    Grazie.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 19:45h, 17 luglio Rispondi

    Ciao Alberto,

    credo sia meglio stipulare un’unica assicurazione per tutti e tre. In questo modo in caso di rimpatrio sanitario o interruzione soggiorno non avrete problemi ad organizzare il rientro con un’unica compagnia. In più, con due polizze diverse non siete considerati compagni del medesimo viaggio e potrebbero verificarsi spiacevoli problemi burocratici sempre in caso di rientro sanitario. Queste sono le ipotesi che potrebbero accadere in caso di certificati di polizza separati.. ora sta a te decidere se per te questo non sia un ostacolo.

    Buon Viaggio

  • Alberto
    Postato alle 18:03h, 17 luglio Rispondi

    Ciao Roberto, il 9 Agosto partirò con moglie e figlio per 4 settimane in USA. Mia moglie ha subito in passato un’operazione di ernia al disco ed ogni tanto ha una piccola ricaduta. Io e mio figlio per fortuna non abbiamo patologie pregresse. Avrei quindi pensato a E-MONDIAL (MONDIAL CARE) per mia moglie e VIAGGI SICURI per me e mio figlio. Così lei sarebbe coperta al massimo dal punto di vista sanitario, mentre io e mio figlio avremmo anche una copertura “normale”, oltre ad una copertura anche su furto bagagli, etc. La copertura totale per tutti e 3 con E-MONDIAL (MONDIAL ALLINCLUSIVE) ha costi proibitivi (oltre 600 EUR). Che ne pensi ? Ci sono problemi pratici ad avere la famiglia coperta da operatori diversi ? Grazie.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:55h, 11 luglio Rispondi

    Ciao Ambra,

    puoi coprire tutto il periodo con un’altra polizza assicurativa! Infatti, è consentito avere due polizze differenti per lo stesso tipo di viaggio. Tutte le assicurazioni menzionate nel mio articolo vanno benissimo. Inoltre molte compagnie hanno anche polizze specifiche per gli studenti ad un prezzo inferiore! Ricordati solo che, come riportato dall’articolo 1910 del Codice Civile, in caso di sinistro, l’assicurato deve dare avviso a tutti gli assicuratori, indicando a ciascuno il nome degli altri.

    Buon Viaggio,

  • Ambra
    Postato alle 23:54h, 11 luglio Rispondi

    ciao roberto, grazie mille per il tuo sito!
    ho bisogno di un tuo consiglio, perché la mia situazione è un po’ particolare… dunque, l’anno prossimo andrò negli stati uniti per un periodo di 3/4 mesi: 2 mesi di vacanza studio con l’EF, intervallati qua e là da qualche settimana di vacanza… ora, non ci sarebbe nessun problema se potessi stipulare un’assicurazione che coprisse l’intero periodo, ma l’EF mi obbliga ad acquistare la sua assicurazione “tutti rischi”, appositamente creata in collaborazione con erika… che ovviamente mi copre solo i periodi in cui sono a scuola! ho chiesto se fosse possibile coprire con la loro assicurazione tutto il periodo e la risposta sarebbe anche affermativa… al modico prezzo di 50 euro a settimana! senza contare che non riesco a trovare da nessuna parte il contratto di polizza… che faccio?
    ti ringrazio per il tuo tempo,
    ambra

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:54h, 06 luglio Rispondi

    Ciao Manuela,

    si proprio così, in caso di richiesta di indennizzo una delle prime cose che chiede un’assicurazione viaggio è proprio il biglietto aereo di andata e ritorno per controllare se coincide con la data di validità della polizza! Non solo quindi non riceveresti nessun rimborso ma avresti perso anche il premio che hai pagato. Purtroppo l’unica soluzione che hai è stipulare un’assicurazione sanitaria americana oppure provare con World Nomads.

    Saluti,

  • manuela
    Postato alle 16:44h, 06 luglio Rispondi

    grazie mille per la risposta! ho dato un`occhiata a worldnomads. un`ultima domanda, se stipulassi una convenzione con un`agenzia qulaunque mettendo come data di inizio , che so.. la settimana successiva, nonostante io sia gia in America, in teoria cosa succede? decade il contratto una volta presentatasi l`esigenza di farsi pagare le spese mediche se vedono che non ho un biglietto aereo per quel giorno esatto?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:50h, 01 luglio Rispondi

    Ciao Manuela,

    purtroppo praticamente tutte le compagnie italiane non permettono di stipulare una polizza a chi già si trova all’estero. L’unica soluzione che posso consigliarti è quella di stipulare un’assicurazione americana oppure provare a sentire con Worldnomads (www.worldnomads.it), una società australiana sottoscritta da assicuratori danesi che offre le sue polizze anche ai cittadini europei. Con questa compagnia hai la possibilità di stipulare una polizza anche a viaggio già iniziato! Prova a contattarli tramite email: worldnomads@ihi.com.

    In bocca al lupo!

  • Manuela
    Postato alle 23:47h, 01 luglio Rispondi

    sono ancora Manuela, ho sbagliato sito prima>,<! filodiretto mi permette di scegliere tra 100mila e 500mila di spese mediche, 50.000e100.000 di responsabilita` civile per un anno e il prezzo scegliendo il massimo e` 494euro. invece il sito del quale parlavo prima e` “columbus direct”. Volendo fare il filodiretto, quali massimali mi consiglieresti tra quelli che si possono scegliere?
    grazie ancora e scusa per la confusione!

  • Manuela
    Postato alle 23:42h, 01 luglio Rispondi

    Ciao Roberto!
    Il tuo sito e` stata una vera manna per me oggi pomeriggio!
    io dovrei stipulare un assicurazione annuale per gli USA visto che vivro` qui ancora a lungo.
    ho letto la sezione in cui parlavi del confronto tra premi per i viaggi annuali ma quando ho cercato di seguire le stesse procedure nei siti viaggi sicuri ecc ho notato che i premi sono diversi oppure c`e` il tempo massimo di permanenza all estero di 30 giorni o piu`.
    Io non mi spostero` da qui per un anno circa e sono gia` in USA. cosa mi consiglieresti? un`assicurazione americana o magari quella di filodiretto che per 564euro fa l`annuale con1milione di spese mediche (ma niente resp.civile)?
    di solito ho una salute di ferro ma sai com`e`, nella vita non si sa mai!
    grazie per lettura e per i consigli.

    Manuela

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:50h, 29 giugno Rispondi

    Ciao Giulia,

    stai tranquilla, Viaggi Sicuri è affidabile: è un tipico prodotto dalle origini anglosassoni: massimali altissimi a prezzi economici, ancora noi italiani ci dobbiamo abituare! Dispone di una centrale operativa con sede a Milano, a cui l’assicurato si deve rivolgere appena possibile in caso di problemi di salute o incidente all’estero. Inoltre in caso di spese mediche ingenti, l’assicurazione provvederà al pagamento diretto dei costi ospedalieri. Sul loro sito internet potrai scaricare le condizioni di polizza consultabili anche prima della stipulazione.

    Buon Viaggio!

  • giulia
    Postato alle 23:46h, 29 giugno Rispondi

    Ciao Roberto, grazie sin da ora dei tuoi preziosi suggerimenti!Dunque, ho in progetto un viaggio negli USA e sto cercando una adeguata (e sicura) polizza assicurativa. Navigando navigando, mi sono imbattuta nei siti e nei preventivi delle varie compagnie e, ovviamente, sono rimasta positivamente colpita da viaggisicuri, che offre massimali altissimi a fronte di spese ridotte. Ti chiedo: il prodotto offerto e la compagia assicurativa sono sicuri ed affidabili, o è solo uno specchietto per le allodole? Inoltre, non mi è chiaro un punto: in caso di ricovero o comunque di spese ospedaliere, viaggisicuri provvede immediatamente al pagamento della struttura ospedaliera o si limita a rimborsare le spese -comunque sostenute dall’Assicurato- una volta rientrati in Italia? Grazie mille dell’aiuto!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:00h, 28 giugno Rispondi

    Ciao Riccardo,

    ho dato un’occhiata alle condizioni di contratto sul sito di Viaggi Sicuri e funziona così: per spese mediche superiori ai € 300 dovrai contattare appena possibile il loro servizio di emergenza dopodiché loro si prenderanno carico dei tuoi costi. Per quanto riguarda il tuo secondo quesito penso proprio che la polizza abbia validità anche dentro ospedali non convenzionati. In ogni caso, per una risposta più completa e precisa ti consiglio di contattare il loro servizio clienti e chiedere maggiori informazioni!

    Buon Viaggio!

  • Riccardo
    Postato alle 13:12h, 28 giugno Rispondi

    Ciao Roberto,
    ad agosto partirò per 15 gg per il sudafrica e vorrei assicurarmi con viaggi sicuri, ma ho alcuni dubbi come:
    a)la compagnia rimborsa le spese mediche sostenute oppure paga direttamente la struttura ospedaliera?
    Ho letto sul sito viaggiaresicuri che è pratica di molte strutture private sudafricane richiedere un anticipo prima di accettare il paziente.
    b) le coperture assicurative sono valide in tutte le strutture ospedaliere oppure potrei avere dei problemi nel caso dovessi utilizzare strutture non convenzionate?
    Grazie mille
    Riccardo

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:58h, 25 giugno Rispondi

    Ciao Marta,
    non ci sono problemi a patto che in caso di sinistro avvisi da subito entrambe le assicurazioni, rendendo noto l’una dell’altra: se non lo fai l’assicurazione può benissimo non pagarti il danno. Questo obbligo che hai in qualità di assicurato è dettato dal Codice Civile. Se seguirai questa accortezza vedrai che non avrai nessun problema.
    Buon Viaggio!

  • Marta
    Postato alle 23:57h, 25 giugno Rispondi

    Ciao Roberto,
    ottima iniziativa questo sito.
    Fra un paio di mesi partirò per gli stati uniti e sto per acquistare l’assicurazione studenti viaggi sicuri.
    Ho scoperto che una particolare assicurazione sanitaria di mia madre ha una certa estensione per il nucleo familiare.
    Mi potrebbero rimoborsare entro un certo limite delle spese di ricovero ospedaliero.
    Ora nel caso in cui mi dovessero ricoverare potrei contattare solo viaggisicuri (l altra prevede solo un rimborso e non il pagament diretto ed è molto limitata)? purchè mi faccia rimborsare/pagare solo da una non ci sarebbero problemi o no?
    grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:00h, 21 giugno Rispondi

    Ciao Alessia,
    Tutte le compagnie assicurative inserite nel mio articolo (ad esclusione di Genertel) prevedono il pagamento diretto delle spese mediche in caso di ricovero ospedaliero! Non ti resta quindi che passare un po’ di tempo sui rispettivi siti internet a calcolare dei preventivi! La cosa più importante però è controllare le limitazioni per le donne in stato di gravidanza che sono inserite nelle condizioni di polizza: molte assicurazioni, ad esempio, non coprono qualora la gravidanza fosse oltre la 24ma o 26ma settimana. Ti ricordo anche che in caso di un cambiamento del tuo stato di salute (speriamo di no!) prima della data di inizio del viaggio dovrai immediatamente informare la tua assicurazione. Ti consiglio quindi di leggere molto attentamente le condizioni di contratto e di contattare sempre il servizio clienti in caso di dubbi o richieste!
    Buon Viaggio

  • Alessia
    Postato alle 14:08h, 21 giugno Rispondi

    Ciao Roberto,
    Avrei bisogno di un consiglio…il 23 luglio andrò negli Stati Uniti per 10 giorni. Ovviamente voglio stipulare un’assicurazione sanitaria anche perchè sono al terzo mese di gravidanza e quindi non si sa mai….sto cercando un’assicurazione che faccia il pagamento diretto. Me ne sai consigliare una (o più di una)? Grazie, Alessia

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:39h, 09 giugno Rispondi

    Ciao Vasco,
    mi spiace per il tuo inconveniente. Hai provato a contattare il servizio clienti di Mondial Assistance e chiedere spiegazioni in merito? Io proverei a lamentarmi! In ogni caso ti posso consigliare Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) che ha massimali più che adeguati per viaggi negli Stati Uniti.

    Buona ricerca!

  • VASCO
    Postato alle 11:02h, 09 giugno Rispondi

    CIAO, COME TUTTI GLI ANNI IL 30 DI GIUGNO PARTO PER GLI USA PER UN PERIODO DI 62(HO DEI PARENTI LA’) GIORNI. COME TUTTI GLI ANNI VERSO MARZO HO PREPARATO UN PREVENTIVO CON LA E-MONDIAL E L’HO ARCHIVIATO SUL SITO. OGGI SONO ANDATO A RICERCARLO MA E’ SPARITO, HO ALLORA PROVATO A FARE UN NUOVO PREVENTIVO MA SORPRESA….COSTA 980 EURO INVECE DEI 490 DEL MIO VECCHIO ERGO LA COMPAGNIA HA DIFFERENZIATO LE POLIZZE, A PARITA’ DI GARANZIE PRESTATE, SUL PERIODO DI VIAGGIO OVVERO FINO A 46GG O FINO A 60. OLTRE AD AVERMI ILLECITAMENTE ANNULLATO IL MIO PREVENTIVO(POTEVO CONFERMARLO FINO AL 30 GIUGNO) HA AUMENTATO LA POLIZZA DI MIO INTERESSE QUASI DEL 100%. E BRAVI.
    QUALI ALTRE COMPAGNIE MI CONSIGLI CON LE STESSE GARANZIE E MASSIMALI PER INFORTUNIO E MALATTIE
    GRAZIE

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:28h, 08 giugno Rispondi

    Ciao Sergio,
    ho contattato telefonicamente la Globelink per chiedere informazioni in merito e mi hanno risposto che è possibile assicurare un periodo maggiore rispetto alla durata effettiva del viaggio. In ogni caso un cittadino italiano deve per forza partire dell’Italia: una possibilità è quella di far iniziare la copertura assicurativa dal momento in cui parti dall’Italia per raggiungere la Spagna. Al telefono con Globelink ho colto l’occasione per chiedere della possibilità di stipulare una polizza a viaggio iniziato anche per i cittadini dell’Unione Europea, e la risposta è stata affermativa! Il loro sito non è dunque chiarissimo anche se questa informazione è riportate nelle Domande Frequenti ma non sul modulo di richiesta che ti fanno compilare. In ultimo, per richieste così specifiche, ti invito a contattare personalmente il loro servizio clienti, dato che non hai problemi con la lingua inglese!
    Buon Viaggio

  • Sergio
    Postato alle 19:06h, 04 giugno Rispondi

    Ok Roberto, grazie mille.
    In effetti ho dimenticato di menzionare che quest’estate tornero’ in Italia.
    Tuttavia il mio volo di ritorno per gli Usa e’ fissato per il 5 settembre da Barcellona.
    Pensi che si possa fare lo stesso l’assicurazione anche se non parto dall’Italia? e inoltre la data di inizio dell’assicurazione deve coincidere con quella del volo o puo’ essere anche anticipata di un paio di settimane? perche’ penso che la mia scuola richieda che la data di inizio dell’assicurazione debba essere il 15 agosto o il 1 settembre.

    Grazie ancora per i preziosi consigli! :)

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:07h, 04 giugno Rispondi

    Ciao Sergio,
    la polizza studenti di Viaggi Sicuri costa di più perché ha massimali molto più elevati rispetto alla polizza di Europ Assistance.
    Comunque con queste due compagnie non è possibile acquistare una polizza viaggio perché ti trovi già all’estero!
    La Globelink offre la possibilità di assicurarsi quando il viaggio è già iniziato ma questa opportunità è riservata solo ai residenti UK i quali devono compilare un modulo online per richiedere la copertura, se vuoi dare un’occhiata il link è questo: http://www.globelink.co.uk/forms/quotation-application-form-for-already-travelling.html.
    Ti avverto che acquistare una polizza viaggio dal normale sistema di preventivo online di una compagnia assicurativa, inserendo dunque data di partenza dall’Italia e rientro in Italia, quando in realtà ti trovi già all’estero, renderà nulla la tua polizza.
    Le uniche 2 possibilità che hai sono: acquistare la polizza della tua università o farti una polizza viaggio con Worldnomads: la loro Basic Cover per 12 mesi costa comunque la bellezza di € 1265. Con questa società vedrai (almeno nelle loro FAQ: http://www.worldnomads.com/faq.aspx Sezione “Policy”, quarta domanda) che puoi acquistare una polizza anche se sei già partito. Leggiti molto bene le condizioni di polizza (http://bit.ly/7AkZAu)

  • Sergio
    Postato alle 06:34h, 04 giugno Rispondi

    Grazie per i consigli Roberto! Ho consultato viaggisicuri ma non conviene perche’ troppo cara: circa 800 euro contro i 593 di europ assistance e 200 euro di globelink!
    In effetti io sta gia studiando qui in america e l’assicurazione dell’universita’ che ho al momento costa circa 1500 dollari all’anno…per questo cercavo qualcosa di piu economico.
    Alla fine penso mi convenga fare globelink dato che non ho problemi con l’inglese e mi sembra che abbiano dei prezzi molto piu vantaggiosi rispetto alle altre. Che ne pensi?
    Grazie mille in anticipo per i preziosi consigli! :)

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:00h, 01 giugno Rispondi

    Ciao Sergio,

    dunque, la Globelink è sottoscritta dalla Axa, un colosso nel campo delle assicurazioni. Ho dato un’occhiata alle condizioni di contratto e nella Sezione B1 (HOSPITAL CONFINEMENT BENEFIT) parla proprio della diaria giornaliera. Il massimale della diaria nella polizza per Backpakers è di 10 sterline al giorno per un totale complessivo di massimo 500 sterline. Ti ricordo che in caso di emergenza medica il servizio clienti è in Inghilterra e dubito parlino italiano! Dovrai quindi possedere una buona padronanza dell’inglese. Inoltre, in caso di sinistro dovrai inviare tutta la documentazione sempre in Gran Bretagna.

    Buon Viaggio

  • Sergio
    Postato alle 22:45h, 01 giugno Rispondi

    ho trovato quest’assicurazione inglese che sembra ottima ed ha prezzi irrisori…
    che ne pensi? non riesco a capire se copre anche la diaria ospedaliera…

    https://globelink.co.uk/wizard/

    grazie mille!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 22:00h, 01 giugno Rispondi

    Ciao Sergio,
    se cerchi una polizza conveniente puoi provare con Viaggi Sicuri. La loro polizza studenti copre fino ai 35 anni di età e per sottoscriverla basta essere iscritto ad una scuola italiana. Anche se più costosa, puoi provare inoltre con Europ Assistance, durante la fase del preventivo on-line dovrai semplicemente “spuntare” la casella: maggiore di 27 anni. Ricordati che non tutte le compagnie assicurative coprono un periodo all’estero così lungo, ti consiglio quindi di leggere attentamente le condizioni di contratto e di chiamare sempre il call center in caso di dubbi.

    Buon Viaggio!

  • Sergio
    Postato alle 21:14h, 01 giugno Rispondi

    Salve,

    andro’ a studiare negli stati uniti dal 15 agosto per un anno e volevo sapere qual’e’ la polizza assicurativa piu conveniente per me. Ho provato con la Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) ma purtroppo non va bene perche’ ho 32 anni e il limite per la loro polizza e’ di 30 anni.
    Grazie mille in anticipo

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:08h, 21 maggio Rispondi

    Ciao Giorgio,

    la Columbus Direct è un’ottima compagnia assicurativa. La loro polizza annullamento, prevede la rinuncia al viaggio in caso di malattia o per motivazioni di lavoro, come il licenziamento. E’ possibile assicurare solo fino € 2.000 per persona assicurata. Se però questo per te non è un problema non vedo alcun problema nell’acquistare la loro copertura annullamento!

    Buon Viaggio

  • Giorgio
    Postato alle 09:11h, 21 maggio Rispondi

    Ciao Roberto
    Ho trovato questo forum cercando informazioni sulla
    assicurazione Columbus Direct.
    Partirò a fine agosto per New York.
    Ho fatto l’assicurazione con viaggi sicuri polizza oro.
    Adesso nel prenotare l’albergo vedo che pagando anticipatamente si può usufruire di un buon risparmio sulle tariffe.
    Per tutelarmi cercavo una assicurazione che coprisse il rischio di mancata partenza ( per non perdere l’importo pagato per l’ hotel )e ho trovato la polizza annullamento della Columbus.
    Che mi puoi dire ? E’ valida?
    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:36h, 19 maggio Rispondi

    Ciao Clara,
    la polizza Globy Rosso è una polizza venduta dalle agenzie viaggi per conto di una delle compagnie più grosse italiane: Mondial Assistance. E’ un ottimo prodotto però effettivamente risulta più cara delle altre.
    Ci sono molte compagnie, altrettanto valide, che sono più convenienti a livello di qualità-prezzo. Prova a navigare online e troverai diverse assicurazioni come Viaggi Sicuri (http://www.viaggisicuri.com/polizza-studenti.php) ad esempio, che offre la polizza Studenti Deluxe con un massimale per le spese mediche fino a € 8 milioni. Questo prodotto, come altri presenti online, si acquista con la carta di credito, dunque tieni sottomano la tua carta prepagata e acquista una polizza in questo modo: conviene! Prima di acquistare la tua polizza viaggio, ti consiglio in ogni caso di confrontare diversi prodotti assicurativi prima di focalizzarti su una in particolare!
    Buon Viaggio

  • clara
    Postato alle 11:51h, 19 maggio Rispondi

    Ciao Roberto, innanzitutto complimenti per il sito e la tua disponibilità.A luglio partirò con il mio ragazzo (abbiamo 21 e 24 anni) e andremo 4 settimane a Miami per un viaggio studio più 7 giorni a New York. In tot staremo in USA per 36 gg..stiamo valutando varie assicurazione, in agenzia ci hanno consigliato la Globy rossa anche se ci risulta abbastanza caretta..Premetto che vorremmo avere un’assicurazione con massimale elevato o illimitato. Tu cosa ci consiglieresti? (tieni conto che siamo studenti quindi forse c’è qualche polizza adatta)

    un saluto
    Clara

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:30h, 07 maggio Rispondi

    Ciao Nadia,

    nelle condizioni di contratto di Viaggi Sicuri, precisamente alla sezione “obblighi in caso di emergenza medica” c’è scritto che per viaggi negli Stati Uniti bisogna chiamare sempre la centrale di emergenza per fare sì che l’assicurazione possa agire il più velocemente possibile in modo di procedere anche al pagamento diretto nei confronti dell’ospedale. Questo iter è così per quasi tutte le compagnie assicurative. Ti consiglio di scaricare le condizioni sul loro sito (www.viaggisicuri.com) e di chiamare il servizio clienti in caso di dubbi.

    Buon Viaggio!

  • nadia
    Postato alle 10:44h, 07 maggio Rispondi

    Ciao a settembre partiamo per 20 giorni in usa per un coast to coast…h letto ipost precedenti e la polizzza miglire mi sembra proprio viaggiare sicuri…solo che non sono riucita a capire se loro fanni i rimborsi o pagano direttamente????…
    immaginate di dover anticipare una quota di 300000 $ di spese ospedaliere???!!!!!
    quindi cercoun assicurazione con tutti i pagamenti dirtti puoi aiutarmi???’

  • Roberto Ricci
    Postato alle 21:03h, 27 aprile Rispondi

    Ciao Fortunato,
    ti confermo che Viaggi Sicuri copre solo persone che hanno al massimo 65 anni al momento della partenza. Avendo tua madre 74 anni, potresti valutare le proposte di Europ Assistance oppure di Mondial Assistance: la prima prevede un limite di 70 anni solo se il viaggio supera i 90 giorni consecutivi mentre per la seconda non sono previsti limiti di età. Anche Filo Diretto non ha limiti per la sottoscrizione se non l’esclusione che non sono riconosciuti gli indennizzi per invalidità permanente o per morte nel caso in cui l’assicurato al momento dell’infortunio abbiamo compiuto il 75° anno di età.
    Per qualsiasi dubbio, ti consiglio di provare a chiamare il servizio clienti delle varie compagnie e intanto ti auguro una buona ricerca!

  • Fortunato Orlando
    Postato alle 21:02h, 27 aprile Rispondi

    Ciao Roberto,
    Mia madre viene a visita dal 30/5 al 27/6 circa un mese. Io risiedo negli States. Mia madre a 74 anni e mi e’ sembrato di leggere che Viaggi Sicuri non assicura agli oltre 65enni.
    Cosa mi consigli per una buona polizza medica con non troppi limiti e restrizioni?

    Grazie 1000
    Fortunato

  • Roberto Ricci
    Postato alle 20:06h, 27 aprile Rispondi

    Ciao Roberto,

    non ti preoccupare, Mondial Assistance e Viaggi Sicuri sono ottime compagnie assicurative: nelle condizioni di contratto di Viaggi Sicuri è scritto che per quanto riguarda l’area Stati Uniti devi contattare la centrale operativa per poter attivare il pagamento diretto delle spese sanitarie (dunque l’assicurato non deve saldare alcuna somma di tasca sua). Stessa cosa per Mondial Assistance, chiamando preventivamente la loro centrale provvederanno al pagamento diretto delle spese ospedaliere e chirurgiche. Ti consiglio di leggere attentamente le rispettive Condizioni Generali controllando tutte le varie esclusioni e limitazioni che possono esserci e chiamare il servizio clienti in caso di dubbi.

    Buon Viaggio!

  • Roberto
    Postato alle 20:04h, 27 aprile Rispondi

    Ciao Roberto,

    devo andare negli USA per un tirocinio e mi fermerò per 3 mesi. Ho visto le offerte Mondial e ViaggiSicuri per copertura spese mediche: 490€ la prima (con massimale illimitato), 323€ o 430€ (a seconda dei massimali 5/8) la seconda. A suo avviso sono entrambi pienamente affidabili? E poi, queste assicurazioni provvedono al pagamento diretto o rimborsano poi le spese sostenute?
    grazie,

    roberto

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:47h, 27 aprile Rispondi

    Ciao Marco,
    dando un’occhiata alle condizioni generali, ho notato effettivamente che l’assicurazione copre le spese di pernottamento sostenute nel caso in cui fossero interrotti i trasporti ma, riguardo alla sistemazione, il rimborso è calcolato in base ad un pernottamento in B&B. Tra le varie esclusioni invece è riportato che non sono inclusi nel rimborso i costi di pasti e/o bevande ad eccezione della colazione. Per avere maggiori delucidazioni puoi controllare, in particolare, la garanzia “Transport Disruption” (Sezione 17) delle condizioni generali di polizza.
    Detto questo, quello che ti posso consigliare di fare è di provare comunque ad inoltrare tutta la tua documentazione ed attendere la loro valutazione e risposta in merito ad un possibile rimborso, senza magari farsi troppe illusioni su eventuali rimborsi!

  • Marco
    Postato alle 12:30h, 27 aprile Rispondi

    correggo… il sito della mia assicurazione è http://www.worldwideinsure.com/ e questo è il nostro contratto http://www.worldwideinsure.com/pdf/AN09.SN09.Elite.pdf

    Grazie ancora

  • Marco
    Postato alle 12:00h, 27 aprile Rispondi

    Ciao Roberto,
    approfitto della tua disponibilità per vedere se riesco a risolvere la mia situazione!
    Dopo aver stipulato l’assicurazione full insurance della world insurance, il 10 aprile siamo partiti in 4 per orlando e il volo di ritorno che doveva essere il 17 aprile ci è stato rimandato al 21. Nei giorni in più abbiamo prenotato un albergo, dovuto noleggiare una macchina e vivere a Orlando, quindi mangiare e lavarci i vestiti visto che non era previsto di restare altri giorni.
    Quando abbiamo chiamato il call center dell’assicurazione spendendo ben 60 euro di telefono, il dipendente non ci ha saputo dare informazioni precise dicendo che tutto il mondo era bloccato per l’eruzione del vulcano e che non sapevano ancora dirci nulla di preciso, ma di tenere ogni ricevuto e di ricontattarli una volta al rientro in italia.
    Ora che siamo in italia li abbiamo contattati chiedendo le modalità per avere il rimborso, ma ci hanno risposto che praticamente l’assicurazione avrebbe coperto solo ed esclusivamente la quota dell’hotel, ma solo nel caso in cui fosse stato un b&b.
    Aggiungo che la mia polizza comprende gli eventi catastrofici e naturali …
    Secondo te, come ci dovremmo comportare?
    Ti ringrazio in anticipo
    Marco

  • Roberto Ricci
    Postato alle 09:46h, 12 aprile Rispondi

    Ciao Roberta, Viaggisicuri.com e Columbus Direct sono entrambe ottime assicurazioni: la prima ha una polizza annullamento la quale è separata dalle altre coperture (spese mediche, ecc.). Dunque se vuoi avere un pacchetto assicurativo completo devi acquistare 2 polizze: una contro le spese mediche e una contro l’annullamento del viaggio. Columbus Direct ha una polizza all inclusive invece. Viaggisicuri.com copre fino a € 5000 per persona in caso di annullamento, mentre Columbus Direct ha un massimale di € 2000 per assicurato.
    Per quanto riguarda i premi assicurativi, dovresti fare un preventivo sui rispettivi siti e ti consiglio anche di chiamarli telefonicamente per avere un contatto diretto e richiedere ulteriori informazioni, a volte è anche il servizio al cliente che ci aiuta a decidere!
    Buona ricerca!

  • ROBERTA BENASSI
    Postato alle 19:56h, 11 aprile Rispondi

    Ciao Roberto,ho intenzione di organizzare un viaggio di 3 settimane in estate in Alaska e Yukon per me e mio marito.Mi sono informata per una assicurazione con buona copertura e la mondial assistance mi ha fatto un preventivo di 425 euro circa.Veramente troppo.Ho quindi visionato su internet alcuni siti assicurativi ed ho visto che i più convenienti sono VIAGGIARESICURI e COLUMBUS DIRECT premium.Sapresti farmi una comparazione tra le due,considerando anche l’opzione annullamento viaggio.Grazie
    Roberta

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:30h, 06 aprile Rispondi

    Buongiorno Marzia,

    so che per quanto riguarda l’area Stati Uniti, Canada e Caraibi bisogna chiamare sempre la centrale di emergenza per fare sì che l’assicurazione possa agire il più velocemente possibile procedendo al pagamento diretto nei confronti dell’ospedale. Questo iter è così per quasi tutte le compagnie assicurative. Se dai un’occhiata alla lista di domande frequenti (molto esaustiva tra l’altro!): http://www.viaggisicuri.com/faq.php nella sezione spese mediche c’è una risposta che fa proprio al caso tuo, dove appunto è indicato che se si è veramente impossibilitati a chiamare la centrale operativa, ad esempio per stato di incoscienza, la centrale di emergenza medica può essere contattata anche dal personale medico e che, comunque, in ogni caso farà sempre fede la cartella clinica dell’assicurato. Se hai ancora dei dubbi non esitare a contattare il loro servizio clienti!

    Buon viaggio!

  • MARZIA BORDONARO
    Postato alle 17:26h, 06 aprile Rispondi

    Buongiorno Roberto,
    la mia domanda è questa: stipulando la polizza “viaggi sicuri vacanze” con “viaggi sicuri”, nella malaugurata ipotesi caso in cui l’assicurato riporti un grave infortunio/incidente a causa del quale non sia materialmente in grado di mettersi in contatto con la centrale operativa (perchè magari trasportato d’urgenza) l’assicurazione copre?
    Nella sezione A “Spese mediche e rimpatrio” di cui alle condizioni ho letto che ogni spesa deve essere autorizzata; d’altro canto non ho trovato nulla di scritto per il caso contrario (neppure nelle esclusioni).
    Puoi aiutarmi.

  • Silvia
    Postato alle 12:31h, 01 aprile Rispondi

    Buongiorno Roberto,
    Che differenza c’è tra “spese mediche” (viaggi sicuri) e “spese mediche rimpatrio” (Genertel)?

    grazie
    Silvia

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:00h, 31 marzo Rispondi

    Ciao Daniele,
    la Globy è una polizza venduta dalle agenzie viaggi per conto di una delle compagnie più grosse italiane: Mondial Assistance. E’ certamente una polizza ottima, però effettivamente concordo con te sul fatto che non sia propriamente economica! Viaggi Sicuri è un prodotto che proviene originariamente dal mercato anglosassone ed è essenzialmente questo il motivo dei suoi prezzi molto competitivi. In linea generale le polizze per le spese mediche (diversamente dalle polizze contro l’annullamento viaggio che prevedono scadenze ben precise ) possono essere acquistate poco prima della tua partenza. Inoltre non credo che i premi aumenteranno se decidi di acquistare la polizza più avanti.. però, a dir la verità, non posso saperlo con certezza perciò ti consiglio di contattare il servizio clienti delle rispettive compagnie e chiedere lumi!

    Buona Pasqua!

  • Daniele
    Postato alle 15:39h, 31 marzo Rispondi

    Ciao Roberto,
    ho letto i numerosi post relativi alle assicurazioni per la copertura delle spese sanitarie negli USA. Io partirò in agosto dal 6 al 21 in compagnia di altre 3 persone e la mia agenzia mi ha proposto come copertura la polizza Globy a 140 euro a testa. Ora non conosco i massimali e le coperture ma dovrebbe essere totale ed alta. Mi sembra abbastanza esosa e infatti cercando su internet ho trovato vari siti tra cui il più interessante senza dubbio è viaggisicuri con il quale con 200 euro circa copre tutti i partecipanti e mi sembra anche con massimali molto alti. Mi pare dalle numerose risposte date che consigli tale compagnia anche per la serietà oltre che per il rapporto qualità/prezzo e quindi sono molto orientato a procedere con loro. Volevo chiedere se visto che partirò ad agosto mi conviene farla anche a luglio oppure se è meglio farla subito in previsione di aumenti di costo. Grazie e saluti.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:30h, 30 marzo Rispondi

    Ciao Antonio,
    è vero, Insurancebookers ha un rapporto qualità/prezzo veramente buono. Inoltre ha massimali competitivi soprattutto nella formula Platino.
    L’unico neo forse, parlando per esperienza personale, è che il servizio clienti ha operatori con poca padronanza dell’italiano! Quindi, se non hai problemi a parlare in inglese per ovviare il problema della lingua allora puoi assicurarti tranquillamente con questa compagnia! Ti consiglio di contattarli telefonicamente e chiedere i caso di dubbi o incomprensioni e ricorda che in caso di indennizzo la pratica puoi inviarla all’ufficio di Milano.

    Buon Viaggio

  • Antonio
    Postato alle 11:39h, 30 marzo Rispondi

    Ciao Roberto
    avrei, gentilmente, bisogno di un tuo parere in merito alla polizza che stipulerò per il viaggio negli USA.
    Leggendo in rete, ho scoperto una compagnia e cioè http://www.insurancebookers.it/ gruppo AIG americano – agenzia in italia

    Hai qualche notizia in merito a questa agenzia? Affidabilità ecc ? Dico questo in quanto leggo di qualità/prezzo davvero interessanti

    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:30h, 24 marzo Rispondi

    Ciao Cristiano,
    diversamente dal premio della polizza (€ 90 per due persone nel tuo caso), i massimali previsti per le singole garanzie si intendono per ogni singola persona. Quindi ogni assicurato sarà coperto per eventuali spese mediche fino ad € 150.000.
    Ti consiglio comunque di leggere attentamente le condizioni generali di polizza per verificare le varie coperture, se negli Stati Uniti il pagamento è diretto oppure se avviene solo il rimborso delle spese inoltrando una richiesta scritta al rientro in Italia e a quanto ammontano le franchigie.
    A mio avviso, il massimale di € 150.000 può bastare per una gamba rotta, ad esempio, ma sicuramente non basterebbero per incidenti più gravi oppure per un ricovero prolungato in ospedale. Online trovi tantissime proposte di assicurazioni viaggi che offrono massimali più alti e a costi simili al tuo preventivo!
    Buona giornata.

  • Cristiano
    Postato alle 17:26h, 24 marzo Rispondi

    Salve, sto per andare insieme alla mia ragazza per 10 giorni negli USA, con un volo delta airlines.
    La compagnia offre un’assicurazione, fornita dalla mondial assistance: Delta all-inclusive.
    La quota richiesta è buona, nell’ordine dei 90€,ed è molto interessante perchè permette di fare un’unica poliza per l’annullamento, le spese mediche ed il bagaglio
    Sono però perplesso sul massimale in caso di spese ospedaliere, che è 150.000€ (non sono riuscito a capire se è il totale per 2 persone o se l’importo è a persona)
    Credete sia sufficiente?
    Grazie.
    Cristiamo

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:00h, 12 marzo Rispondi

    Ciao Ale,
    è proprio così; praticamente tutte le compagnia italiane come ad esempio Mondial Assistance, Filo Diretto, Viaggi Sicuri e Europ Assistance non assicurano viaggi con data di partenza e rientro all’estero, anche se sei ancora residente in Italia.
    Ho provato a contattare Insurance Bookers solo che purtroppo non hanno saputo rispondermi, merito anche dell’italiano poco fluente, in maniera adeguata. Credo di aver capito che se sei domiciliato da almeno 6 mesi in uno di questi paesi: Italia, Germania, Francia, Spagna, Belgio, Irlanda, Olanda ed Inghilterra si possa stipulare una polizza del paese in cui sei attualmente. Ad esempio: se vivi in Spagna, potrai stipulare una polizza sul sito in versione spagnola di Insurance Bookers. Ti consiglio comunque di contattare il loro servizio clienti e chiedere delucidazioni.
    Inoltre, puoi provare a contattare anche World Nomads, una società australiana offre le sue polizze ai cittadini europei. Puoi trovare le loro Condizioni Generali in italiano da scaricare sul sito: http://www.worldnomads.it

    Buona fortuna!

  • Ale
    Postato alle 11:35h, 12 marzo Rispondi

    Ciao. A giugno mi recheró negli stati uniti per 3 settimane e ora sto valutando la scelta dell´assicurazione. Io sono cittadino italiana con residenza in italia ma al momento mi trovo all´estero per un periodo abbastanza lungo causa lavoro. Inoltre partiró e torneró da un paese straniero. Ho notato ehe le varie compagnia hanno diverse politiche a riguardo di chi può stipulare l’assicurazione.

    Ad esempio iaggisicuri dice:”Per poter stipulare le polizze “Viaggi Sicuri” è necessario essere residenti/domiciliati in Italia e assicurare un viaggio con partenza e rientro in Italia”.
    Perció deduco che questa assicurazione non faccia per me.
    Altre fanno riferimento al fatto di dover essere residente in italia, requisito che credo di soddisfare anche se al momento abito all´estero.

    Quale soluzione mi consiglia nel mio caso?

    In internet ho trovato anche questa compagnia insurancebookers.it con un premio non elevatissimo ( inotrno ai 90 euro per l´opzione platinum)e buoni massimali. Puó darmi umlteriori informazioni a riguardo.

    Grazie mille

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:30h, 08 marzo Rispondi

    Ciao Valentina,
    l’indennizzo in caso di ritardo nel viaggio è previsto solo nella copertura oro e si applica quando si ha un ritardo durante il viaggio internazionale di andata o ritorno causa maltempo, guasto meccanico dell’aereo oppure sciopero non annunciato. Ciò significa che se una manifestazione è stata prevista già da tempo purtroppo non si è coperti.
    Fai attenzione perché la garanzia mancata partenza invece, avviene solo quando non riesci a raggiungere in tempo l’aeroporto per guasti meccanici alla macchina/treno soppresso, e perdi l’aereo! Ti consiglio di leggere bene le loro Condizioni di Contratto e di chiamare il loro servizio clienti in caso di dubbi. Inoltre, quasi tutte le compagnie assicurative non coprono patologie preesistenti o croniche quindi puoi provare a contattare Mondial Assistance, più cara della Viaggi Sicuri, ma è una delle poche che copre anche questo genere di rischio.
    Buon Viaggio!!

  • valentina
    Postato alle 15:00h, 08 marzo Rispondi

    Salve,
    il 20 marzo partirò per new york dalla mia città con scalo monaco, con la compagnia aerea lufthansa.
    Se stipulassi l’assicurazine con viaggisicuri, polizza argento, nel caso in cui ci fossero ritardi o cancellazione dei voli a causa di sciopero del personale nell’aereoporto di scalo(vedi quello di fine febbraio), sarei coperta per ritardo viaggio o mancata partenza (o la copertura vale solo per i ritardi o cancellazione nel primo aereporto di partenza)?
    inoltre effettuando il preventivo sul sito viaggisicuri, ad un certo punto viene detto che la polizza non copre spese relative a malattie croniche…quindi se ho capito bene, nel caso in cui la persona abbia una malattia cronica (nel mio caso asma) e avesse bisogno di cure mediche, non avrà nessun rimborso delle spese sostenute???
    in questo caso mi consiglia di stipulare altra polizza???

  • Roberto Ricci
    Postato alle 20:30h, 14 febbraio Rispondi

    Ciao Antonio,
    come sicuramente ho già affermato in post precedenti, ormai è diventato quasi obbligatorio stipulare una polizza per i viaggi negli Stati Uniti dati i prezzi proibitivi delle prestazioni sanitarie. Tutte le polizze citate nell’articolo sono affidabili e puoi tranquillamente fare dei preventivi sui rispettivi siti per confrontare il rapporto qualità/prezzo migliore non solo per le spese mediche ma anche per la copertura del bagaglio.
    Il mio consiglio è di prendere una polizza con un massimale milionario, visto che viaggi con i figli la prudenza non è mai troppa! E ricordati sempre di tenere gli scontrini e le ricevute delle spese sostenute per un eventuale smarrimento del bagaglio!

    Buon Viaggio

  • Antonio
    Postato alle 20:15h, 14 febbraio Rispondi

    Salve
    in data 24 luglio 2010 dovrei recarmi con la mia famiglia ( 5 persone ) negli USA e siccome abbiamo due figli piccoli rispettivamente di 5 e 2 anni, vorrei sottoscrivere una polizza che coprirebbe eventuali inconvenienti sia di salute che eventuali smarrimento bagagli ecc.
    Premetto che la nostra permanenza negli USA sarà di 1 mese e che i biglietti li ho già fatti. Quale polizza mi consigliate di sottoscrivere?
    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:30h, 07 febbraio Rispondi

    Ciao Matteo,
    cominciamo con la prima: Columbus Direct. Questa compagnia non offre più un prodotto assicurativo in italiano e attualmente si possono acquistare solo i loro prodotti dal loro sito in inglese. Il servizio di emergenza mette a disposizione personale parlante anche italiano però, in caso di sinistro, tutta la documentazione dovrà essere inviata in Gran Bretagna: considerando che non è mai una cosa semplice inoltrare una richiesta di indennizzo, ti consiglio di valutare attentamente questa ipotesi. Lo stesso vale per la World Wide Insure.
    Viaggi Sicuri è un prodotto anglosassone ma è rivolto a persone residenti e/o domiciliate in Italia con un servizio di emergenza sanitaria a Milano; allo stesso ufficio dovrai (speriamo di no) inviare eventuale documentazione per aprire un sinistro. Viaggi Sicuri in questo caso ha un costo più elevato rispetto alle altre due compagnie sopra citate, quindi ti consiglio di leggere attentamente le condizioni generali di ognuno per verificare le coperture e le varie esclusioni.
    Riguardo alla durata del viaggio, Columbus Direct e Viaggi Sicuri impongono un limite di tempo ben definito: la prima assicura viaggi con durata massima di 60 giorni mentre la seconda di 365 giorni che, in entrambi i casi, si intendono consecutivi. Vale per tutti il concetto che la validità scade nel momento in cui rientri in Italia, quindi ti consiglio di contattare ogni assicurazione e chiedere come si può ovviare il problema: se rientri più volte in Italia penso che dovrai acquistare una nuova polizza ogni volta che parti.
    Presta molta attenzione a rispettare le regole che vengono imposte dalle singole assicurazioni perché, in caso di richiesta di rimborso, il primo documento che deve essere inviato sono i biglietti aerei in modo da avere un riscontro tra i biglietti aerei e le date di validità della polizza.

  • Matteo
    Postato alle 15:06h, 07 febbraio Rispondi

    Salve,
    sto cercando una polizza di lungo periodo che mi permetta di coprire la mia permanenza negli stati uniti (almeno 1 anno).
    Ho effettuato alcuni preventivi con le seguenti compagnie:

    Columbus Direct ( http://www.columbusdirect.com )
    massimale 14 milioni di euro

    Premio: 586 euro (con coupon sconto 20%)

    Viaggisicuri
    Massimale 8 milioni di euro

    Premio: 1620 euro

    Wordl Wide Insure (www.worldwideinsure.com)
    Massimale 10 milioni di sterline

    Premio: 352 euro

    Ha per caso riscontri sulla serieta’ di World Wide Insure e di Global Direct ?
    Anche se la mia permanenza sara’ di 12 mesi o piu’ (attualmente ho un visto di 15) ho alcuni dubbi:
    da quanto ho letto la copertura cessa nel momento in cui dovessi tornare nel mio paese di provenienza pertanto se nell’arco dell’anno dovessi tornare un paio di volte in Italia (come penso) perderei la copertura al mio rientro negli USA.
    Esiste una modalita’ per ovviare o devo spezzare la polizza in singoli viaggi di circa 4 mesi ognuno ?
    Da un punto di vista pratico come viene verificato che io abbia fatto ritorno nel mio paese per poi rientrare in USA ?

    Grazie in anticipo per una eventuale risposta.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:00h, 06 febbraio Rispondi

    Ciao Marco,
    data la meta del tuo viaggio ti consiglio una polizza che abbia un massimale per le spese mediche in proporzione a quanto rimarrai all’estero (quindi abbastanza alto!). Considera che negli Stati Uniti, solo un letto in ospedale (senza cure, visite, esami, ecc.) può costare intorno a € 3000 al giorno! Anche se qualsiasi compagnia citata nel mio post andrà benissimo, ti consiglio comunque di orientarti su un’assicurazione che preveda un massimale milionario o illimitato.
    Ricorda inoltre che hai un vantaggio, quello di essere studente: esistono polizze specifiche con premi più abbordabili rispetto alle formule tradizionali. Infine ti consiglio di controllare le condizioni generali di polizza delle assicurazioni che ti interessano perché ogni società ha un modo diverso per definire il termine “studente”.

    PS. Dai un’occhiata anche alla validità della polizza. Non tutte le compagnie hanno polizze che durano più di anno!

    In bocca al lupo!!

  • Marco
    Postato alle 11:40h, 06 febbraio Rispondi

    Caro Roberto,
    ho 27 anni e quest’estate mi recherò negli USA per motivi di studio per circa una anno e mezzo. Purtroppo l’Università in questione non può pagarmi l’assicurazione sanitario, perchè verrò considerato come un ‘visiting student’, e quindi dovrò procurarmene io una dall’Italia. Che cosa mi consigli?
    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 23:45h, 26 gennaio Rispondi

    Ciao Anna,
    Purtroppo le spese mediche negli U.S.A sono molto, molto care e forse un massimale di € 5.000 è un po’ pochino.
    Direi che, in questi casi, “prevenire è meglio che curare” quindi il mio consiglio è quello di stipulare un ulteriore polizza con massimali più alti, in questo modo sarai più tranquilla durante la tua vacanza!
    A presto

  • anna
    Postato alle 23:40h, 26 gennaio Rispondi

    ho acqistato 9 biglietti aerei per new york sul sito tui.it e ho stipulato un assicurazione con “filo diretto”(ami assistance)con un massimale per spese mediche pari a € 5000,00,è sufficiente?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 21:00h, 26 gennaio Rispondi

    Cara Federica,
    dalle Condizioni Generali dei prodotti Viaggi Sicuri, per i viaggi nell’area Stati Uniti, Canada e Caraibi è necessario chiamare il loro servizio di emergenza in caso di bisogno. Questi poi attivano le procedure di presa in carico delle relative spese, quindi l’assicurazione paga direttamente l’ospedale o clinica all’estero.
    Come sempre consiglio di leggere le condizioni generali delle assicurazioni che si trovano sul sito. Una chiamata ai loro uffici per avere conferma di quello che si è letto non guasta mai.
    Buon viaggio!

  • federica
    Postato alle 20:48h, 26 gennaio Rispondi

    ciao!mi rechero negli usa per 4 mesi e stavo pensando di stipulare una polizza con viaggisicuri.
    volevo chiederti se questa paga direttamente in caso di ricovero o se invece rimborsa;nel caso pagasse direttamente lo fa solo negli ospedali convenzionati?perchè nel malaugurato caso avessi bisogno di cure queste potrebbero essere talmente urgenti da non poter raggiungere la struttura nella lista delle convenzioni!
    grazie mille!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:06h, 13 gennaio Rispondi

    Ciao Gabriele,
    mi ero informato qualche mese fa e la risposta è di assicurare il tuo viaggio dal giorno in cui partirai dalla tua abitazione in Italia per arrivare, nel tuo caso, in Olanda. Ricordati che dovrai anche conservare le ricevute del pedaggio autostradale che dimostrano la tua partenza dall’Italia, questa documentazione serve in caso di sinistro.

  • Gabriele
    Postato alle 15:49h, 13 gennaio Rispondi

    Ciao Roberto,
    Ho un dubbio che credo tu possa fugare abbastanza velocemente. Stipulando una polizza con Viaggi Sicuri per un viaggio negli Stati Uniti, l’unico requisito mi pare aver capito sia la residenza in Italia. Se, per esempio, non partissi dall’Italia ma da Amsterdam (arrivando fino li’ in auto) ci sarebbero problemi?
    Grazie fin da ora per le utilissime informazioni che metti a disposizione!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:16h, 14 dicembre Rispondi

    ciao Salvatore,
    quasi tutte le assicurazioni non coprono le patologie preesistenti.
    Questo però non significa che, nel caso in cui il sinistro non derivi da una patologia pregressa, l’assicurazione non sia tenuta a risarcire il danno.
    Se sei stato ricoverato per una appendicite, ad esempio, e ti sloghi una caviglia, l’assicurazione coprirà quel sinistro……
    Se vuoi un’assicurazione che copra anche questo rischio, quello cioè a patologie croniche o preesistenti, scegli Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it): pagando un premio maggiore coprirà sinistri anche derivanti da malattie croniche.
    A presto

  • Salvatore
    Postato alle 20:53h, 13 dicembre Rispondi

    Ciao
    abbiamo notato che sulle condizioni generali della polizza di viaggi sicuri, c’è la seguente clausola :
    “Saranno invalidate tutte le Richieste di Indennizzo per le quali, al momento della sottoscrizione della presente polizza l’Assicurato, o un Compagno di Viaggio o un Parente Prossimo siano soggetti ad una delle seguenti condizioni le quali possono dare origine ad una Richiesta di Indennizzo:
    b) chiunque nei 12 mesi antecedenti l’emissione della polizza sia stato ricoverato in Ospedale o Casa di Cura.

    Non ti sembra abbastanza limitante visto che chiunque potrebbe essere stato in ospedale anche per semplici controlli e/o esami? nel nostro caso si tratterebbe di un semplice intervento chirurgico di routine

    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 20:20h, 13 dicembre Rispondi

    ciao Massimo,
    in caso di infortunio devi contattare la centrale di assistenza medica: loro ti seguiranno dal principio fornendoti l’indirizzo della struttura medica più vicina e contattano il personale ospedaliero per saldare direttamente le fatture mediche.
    Parlando di casi estremi, se l’assicurato venisse trasportato subito ad un ospedale non convenzionato perché non in grado di contattare l’assicurazione, quest’ultima si prenderà comunque in carico le spese.
    E’ sempre buona cosa conservare nel portafogli o nella borsetta il modulo di assicurazione ed i contatti della centrale opertativa.
    A presto

  • massimo
    Postato alle 12:06h, 11 dicembre Rispondi

    ciao sono Massimo
    volevo chiederti se dovesse succedermi un ‘infortunio negli stati uniti devo andare in un ospedale convenzionato con la mia ssicurazione viaggio? (es.viaggisicuri) . grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 20:40h, 01 dicembre Rispondi

    Ciao Enrico,
    Le compagnie assicurative viaggio che consiglio sul blog sono tutte molto valide.

    Se però la destinazione del viaggio è Stati Uniti, la scelta, in base ad un rapporto qualità/prezzo e a mio personalissimo parere, si riduce a 2 compagnie: Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) e Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it).

    Entrambe hanno massimali altissimi in caso di spese sanitarie all’estero: Viaggi Sicuri arriva a coprire € 8 milioni per persona mentre con Mondial il massimale è illimitato.
    Allianz ha premi un po’ più alti mentre Viaggi Sicuri è una polizza lowcost che offre anche sconto per le famiglie.

    Prova a fare alcuni preventivi: ambedue le polizze si acquistano online con la carta di credito e tutta la documentazione viene inviata tramite email.

    La franchigia è la somma a carico dell’assicurato in caso di sinistro.
    Per avere un’idea (spero) più chiara, puoi leggere questo post che ho scritto tempo fa sulle franchigie e scoperti:

    http://www.confronto-assicurazioni.it/condizioni-generali-assicurazione-viaggio/

    se avessi ulteriori dubbi sono qui.
    A presto

  • Enrico
    Postato alle 17:46h, 01 dicembre Rispondi

    Lascia un commento
    ………….OTTIMO !!!!
    Vorrei chiedere un consiglio riguardo il viaggio che dovro’ affrontare con la mia famiglia tra breve.
    2 adulti 2 bambini (2 – 5 anni) durata viaggio 45 giorni circa. 9 giorni new jersie (più una notte al ritorno).35 giorni a santo domingo.Ho consultato molte assicurazioni ma ne vorrei una che in caso di… accidente.. mi rispondesse in italiano telefonicamente.(parlo inglese ma…)Vedo che lei consiglia 3 o 4 assicurazioni quasi sempre.Cosa sono le franchige? avrei altre domande.Grazie Enrico

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:16h, 01 dicembre Rispondi

    Ciao Valentina,
    Mondial Assistance ha un costo maggiore rispetto a Viaggi Sicuri ma al contrario di quest’ultima, copre anche eventuali infortuni/malattia derivanti da patologie pregresse come l’asma.
    Se si acquista una polizza Viaggi Sicuri, invece, l’assicurato è consapevole che è coperto per tutto all’infuori che i sinistri legati alle preesistenze…

    Sono entrambe compagnie assicurative molto valide, forse nel tuo caso specifico conviene pagare un po’ di più ma essere tutelato al 100%.

    Buon viaggio!

  • Valentina
    Postato alle 12:28h, 27 novembre Rispondi

    Ciao Roberto,
    a dicembre andrò 22 giorni negli Stati Uniti (arizona), e vorrei sottoscrivere una polizza per la copertura sanitaria.
    Quale polizza mi assicura copertura se soffro di asma allergico? la Mondial o la Viaggi sicuri mi potrebbero coprire? Grazie mille

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:22h, 23 novembre Rispondi

    Ciao Giovanni,
    Prova a fare un preventivo con Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) che offre due livelli di polizze Studente: Economy che copre spese mediche fino a € 1 milione oppure la polizza Oro, più completa.
    Altre soluzioni molto valide sono Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) che offre la polizza Student ed Europ Assistance (www.prontopolizza.it) con la sua Viaggi No-Stop Studente: includono entrambi € 100.000 per spese mediche.
    Sono tutti prodotti acquistabili online, con carta di credito e dato che la polizza viaggio ti verrà inviata tramite email, puoi acquistarla qualche giorno prima della tua partenza per gli USA.

    Buona ricerca e buon viaggio!

  • Giovanni
    Postato alle 01:22h, 21 novembre Rispondi

    Salve,
    sono uno studente di Dottorato, devo partire per gli Stati Uniti per sei mesi (da gennaio ai primi di luglio), cosa mi consigliate?sono davvero in difficoltà non so cosa scegliere!!!
    Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:01h, 10 novembre Rispondi

    Ciao!
    Molte assicurazioni viaggio hanno un prodotto dedicato agli studenti di solito piu’ conveniente, e considerando il fatto che stiate andando oltreoceano ti consiglio di acquistare una polizza con massimali alti per quanto riguarda le spese mediche.

    Prova Viaggi Sicuri Studio (www.viaggisicuri.com) che parte da un massimale di € 1 milione per spese mediche.
    Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) e Europ Assistance Viaggi No-Stop Studente (www.prontopolizza.it), includono entrambi € 100.000 per spese mediche, ma hanno un premio assicurativo un po’ più alto.

    Buon viaggio!!

  • Aniello
    Postato alle 00:12h, 08 novembre Rispondi

    Aggiungo che siamo due studenti…cambia qualcosa?
    Grazie

  • Aniello
    Postato alle 00:10h, 08 novembre Rispondi

    Ciao vorrei chiederti un consiglio su quale polizza stipulare (due persone) per un viaggio a new york di 20 giorni. Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:25h, 28 ottobre Rispondi

    Ciao Stefania,
    Ho avuto difficoltà anche io a trovare le franchigie….in pratica è necessario inserire tutti i propri dati personali prima di vedere l’elenco dei massimali e franchigie! Le riporto qui sotto, nel caso possano essere utili ad altri:

    Annullamento: € 75

    Spese Mediche: € 150

    Bagaglio: € 75

    Documenti e contanti: € 75

    Responsabilità Civile: € 250

    Abbandono del viaggio a seguito di un ritardo del viaggio: € 75

  • Stefania
    Postato alle 14:39h, 27 ottobre Rispondi

    credo di aver trovato, grazie comunque!

  • Stefania
    Postato alle 14:15h, 27 ottobre Rispondi

    Ciao Roberto,
    sono anche io alla ricerca di una assicurazione per una visita negli Stati Uniti. il mio problema riguarda la residenza. Io e mio marito siamo italiani, io ho ancora la residenza ancora in italia e lui in Polonia. Partiamo dalla Polonia.
    con viaggi sicuri ho rinunciato: “Per poter stipulare le polizze “Viaggi Sicuri” è necessario essere residenti/domiciliati in Italia e assicurare un viaggio con partenza e rientro in Italia.”. ho trovato Columbusdirect che sembra interessante, ma non riesco a trovare informazioni quantitative chiare riguardanti le franchigie. Magari hai più fortuna di me? grazie!!!

  • giuseppe
    Postato alle 15:10h, 27 settembre Rispondi

    Grazie per le info Roberto!!
    Giuseppe

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:11h, 23 settembre Rispondi

    Ciao Laura.
    I dati che posso fornirti sono simili a quelli riportati per Giuseppe, poco sopra, che ti riporto volentieri.

    Per quanto riguarda una polizza per 3 mesi negli Usa (viaggio singolo), queste sono le caratteristiche più rilevanti delle assicurazioni viaggio principali (come periodo di viaggio ho preso dal 01 Ottobre 2009 al 31 Dicembre 2009 92 giorni):

    *ECare di Mondial Assistance costa € 490 – Massimale Spese Mediche: Illimitato – Nessuna franchigia applicata

    *Viaggi NoStop di Europassistance costa € 281 – Massimale Spese Mediche: € 100.000 – Franchigia € 50

    *Prodotto Base di Viaggi Sicuri costa € 253.89 – Massimale Spese Mediche € 1 milione – Franchigia € 80, possibilità di eliminarla pagando € 9 (esonero franchigia)

    *Ami Easy di Filodiretto costa € 134.00 – Massimale Spese Mediche € 30.000 – Franchigia nessuna in caso di ricovero, € 70 negli altri casi

    Per quanto concerne le polizze annuali solitamente valgono per viaggi intrapresi nell’arco di un anno, ma ognuno non deve superare i 90 giorni con Mondial Assistance e Europ Assistance, o 30 giorni con Viaggi Sicuri.
    Ti elenco un po’ di esempi:

    *Mondial Business Annuale costa € 300 – Massimale Spese Mediche: € 50.000 – Durata massima di ciascun viaggio 90 gg – Valida SOLO per viaggi di lavoro

    *Europassistance Viaggi NoStop Annuale costa € 430 – Massimale Spese Mediche € 100.000 – Durata massima di ciascun viaggio 90 gg

    *Viaggi Sicuri Annnuale Argento costa € 179.28 – Massimale Spese Mediche € 5 milioni – Durata massima di ciascun viaggio 30 gg – Valida SOLO per viaggi all’estero e NON in Italia

    *Filodiretto Amieasy Vacanza Salute Più costa € 247 – Massimale Spese Mediche € 30.000 – Durata massima di ciascun viaggio 90 giorni

    L’unica cosa che mi sento di racocmandarti è il fatto che il massimale più importante da considerare è quello relativo alle spese mediche…fai attenzione che non sia troppo basso!

    Detto questo, buonviaggio!!!!

  • LAURA
    Postato alle 12:59h, 22 settembre Rispondi

    Ciao, premetto che viaggio da circa 10 anni e non ho mai fatto un’assicurazione, vorrei passare 3 mesi negli Stati Uniti e vorrei fare un’assicurazione per spese mediche, cosa mi consigli?
    E visto che amo viaggiare vorrei sapere quanto mi costa un’assicurazione annua per il resto del mondo. Grazie

  • Roberto Ricci
    Postato alle 08:37h, 22 settembre Rispondi

    Ciao Giuseppe,
    le polizze annuali solitamente valgono per viaggi intrapresi nell’arco di un anno ma ognuno non deve superare i 90 (Mondial Assistance e Europ Assistance) o 30 giorni con Viaggi Sicuri.

    Dunque se il tuo viaggio dura di più di 90 giorni, dovrai orientarti su una polizza per un viaggio singolo.

    Ho fatto 3 preventivi veloci per fare un confronto sui prezzi e massimali offerti e come periodo di viaggio ho preso dal 01 Ottobre 2009 al 31 Dicembre 2009 (92 giorni):

    *ECare di Mondial Assistance costa € 490 – Massimale Spese Mediche: Illimitato – Nessuna franchigia applicata

    *Viaggi NoStop di Europassistance costa € 281 -Massimale Spese Mediche: € 100.000 – Franchigia € 50

    *Prodotto Base di Viaggi Sicuri costa € 253.89 – Massimale Spese Mediche € 1 milione – Franchigia € 80, possibilità di eliminarla pagando € 9 (esonero franchigia)

    *Ami Easy di Filodiretto costa € 134.00 – Massimale Spese Mediche € 30.000 – Franchigia nessuna in caso di ricovero, € 70 negli altri casi

    Ti consiglio di valutare solo le assicurazioni che prevedono massimali per spese mediche molto alti e di escludere le altre (anche € 100.000 non sono molti): gli Stati Uniti sono carissimi quando si parla di costi ospedalieri.

    Buon viaggio!

  • giuseppe
    Postato alle 07:19h, 22 settembre Rispondi

    Ciao Roberto tra breve partirò per gli usa e ci rimarrò circa tre mesi.
    Devo ugualmente stipulare la polizza annuale o esiste qualche altra formula?
    Ovviamente quello che mi interessa di più è l’ aspetto sanitario..
    Grazie mille.. Giuseppe

  • Roberto Ricci
    Postato alle 09:10h, 21 settembre Rispondi

    Ciao Daniele!
    L’assicurazione inclusa nella carta di credito AMEX copre morte e invalidità fino a €275.000.
    Per quanto riguarda la copertura sanitaria all’estero, l’assicurazione copre solo le spese d’urgenza (es. visita medica, acquisto mediciali), le quali verranno rimborsate all’assicurato una volta rientrato in Italia.
    Non copre operazioni chirurgiche o ricovero ospedaliero. Il massimo rimborsabile è di € 3000!

    Ti consiglio vivamente di stipulare una polizza supplementare che abbia un massimale adeguato per le Spese Mediche e che copra i ricoveri e operazioni chirurgiche.

    Viaggi Sicuri offre massimali milionari per Spese Mediche (da € 1 a € 8 milioni, dipende dal livello di copertura che scegli) e prevede il rimborso diretto, l’assicurato non dovrà anticipare nulla: l’importante è contattare il loro servizio di emergenza.

    Spero di esserti stato utile.

  • Daniele
    Postato alle 12:49h, 17 settembre Rispondi

    Ciao roberto, a dicembre io e la mia ragazza partiremo per un viaggio di 7gg a New York. Tutti e due abbiamo un’assicurazione che copre anche gli infotuni ma mi sembra di aver capito con massimali davvero irrisori per quanto riguarda le spese mediche (la mia ha un Masimale di 7000 euro…) e abbiamo acquistato il viaggio con Amex oro, che dovrebbe avere un’assicurazione viaggi. Sai dirmi se vale la pena fare un’assicurazione supplementare??
    E se si, quella di viaggiare sicuri effettua il rimborso diretto delle spese sanitarie o devo antiparle e poi chiedere gli eventuali rimborsi??
    Grazie mille.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 22:47h, 16 settembre Rispondi

    Ciao Marco.
    Ti ho risposto via mail, spero ti sia arrivata…..

  • Marco
    Postato alle 16:11h, 16 settembre Rispondi

    Scusa roberto sono sempre io Marco!
    Parto domani mattina presto!
    Eventualmente faccio in tempo per assicurarmi una polizza? Grazie!

  • Marco
    Postato alle 16:00h, 16 settembre Rispondi

    Salve dovrei partire per Miami insieme a mia moglie per 9 giorni. Mi consiglia un assicurazione? Se si, quale?
    Grazie!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 11:02h, 07 settembre Rispondi

    Ciao Ciro.
    Ho cercato per un po’ di tempo suggerimenti per la situazione che mi hai descritto, cosa davvero piuttosto complessa.
    Ti mando un link relativo all’assicurazione ColumbusDirect.
    http://www.columbusdirect.com/Travel-Insurance/Single-Trip-Travel-Insurance.cfm?sourcecode=C1140&COR=JEY

    Il link ti rimanderà alla parte inglese e su questo motore di preventivazione i limiti di età sono piuttosto alti.
    Appena si seleziona la parte italiana, i limiti, pero’, si modificano. Ti consiglierei di contattare direttamente l’assicurazione, in modo da capire meglio.
    Altro, purtroppo, non sono riuscito a trovare.

  • Ciro
    Postato alle 23:54h, 01 settembre Rispondi

    Ciao,
    io vivo negli USA e mia mamma sta per venirci a trovare per un mese. Ha 79 anni, non riesco a trovare nessuna assicurazione che vada oltre i 75. Cosa fare?
    Grazie!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:12h, 27 agosto Rispondi

    Ciao Barbara.

    In effetti le assicurazioni viaggio per 10 mesi in USA possono risultare piuttosto costose, sia per la politica di assistenza sanitaria del paese che ti opsiterà, sia perchè il periodo è piuttosto lungo e di conseguenza il rischio da assicurare risulta più cospicuo.

    Mi chiedi un parere su quale scelgiere e credo che io personalmente, escludendo le assicurazioni USA, che non conosco, opterei per Europ Assistance o per Viaggi Sicuri.
    Mondial Assistance sarebbe ottimale (offre un massimale illimitato per spese mediche) ma copre solo fino a un massimo di 90 giorni!

    Selezionando un periodo di 10 mesi, Europ Assistance offrirebbe una copertura medica di € 50.000 che è però un po’ poco. Probabilemente il massimale è elevabile a cifre più alte, ma temo che il premio assicurativo sarebbe crescerebbe di conseguenza (é una delle assicurazioni più costose!).

    La polizza Base di Viaggi Sicuri (spese mediche e rimpatrio €1 milione/Responsabilità Civile € 250.000)ti costerebbe un po’ meno e ti offrirebbe un po’ di più.

    Per quanto concerne le visite pediatrice, a priori non potrei darti una risposta: molto dipenderebbe dalla causa di queste visite.

    Se avessi ulteriori dubbi, scrivimi!

  • barbara
    Postato alle 22:53h, 17 agosto Rispondi

    ciao, dopo settimane passate a leggere prospetti qui e là, mi sono quasi convinta a comperare una polizza per gli Stati Uniti tirando a sorte tra le più care! Siamo in tre (due adulti e un bambino di 5 anni) e staremo negli Stati Uniti per 10 mesi. Siamo soprattutto preoccupati di avere un’assicurazione che ci copra tutte le probabili visite dal pediatra. Ho provato a consultare siti di assicurazioni americane ma tra sigle e condizioni particolari, mi sono confusa ancora di più. Tu cosa consiglierestI?
    grazie

  • Paolo
    Postato alle 15:02h, 07 agosto Rispondi

    Blog molto molto interessante, grazie Roberto!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:20h, 07 agosto Rispondi

    Ciao Giulia,
    come avrai compreso, l’esonero franchigia permette di ricevere il rimborso totale del danno, altrimenti in caso di spese mediche le prime € 80 sono a carico dell’assicurato (e in caso di responsabilità civile la franchigia è di € 500!)..
    Il costo dell’esonero è di € 9 per persona, secondo me è conveniente, ma è una scelta piuttosto soggettiva.
    Se ad esempio le spese mediche per un ricovero sono di € 30.000, la franchigia di € 80 è irrilevante; se invece si tratta di una visita medica del costo di € 150, questi € 80 danno sicuramente più fastidio!

    Bene, vi saluto anche io per le vacanze. Ci risentiamo a settembre…..

  • giulia
    Postato alle 23:58h, 06 agosto Rispondi

    Salve, tra due settimane partirò per gli Stati Uniti, e dopo tante indecisioni e ripensamenti ho deciso di sottoscrivere l’assicurazione con Viaggi Sicuri esattamente la polizza Argento. Spero di aver fatto la scelta migliore!!!Le chiedo un piccolo consiglio riguardo la franchigia, mi pare di aver capito sia conveniente chiedere l’esonero, oppure no? Grazie x tutte le informazioni che ho potuto leggere sul sito e complimenti!!

  • paola
    Postato alle 23:22h, 06 agosto Rispondi

    grazie Roberto per il consiglio. Alla fine ho optato per Viaggi Sicuri polizza argento senza franchigia.
    Complimenti per l’aiuto che dai

  • Roberto Ricci
    Postato alle 20:06h, 06 agosto Rispondi

    Ciao Massimiliano,
    le assicurazioni in generale, concordo con te, non sono enti benefici e cercano chiaramente di tutelrsi il piu’ possibile.
    Per evitare qualsiasi problema, pero’, noi consumatori abbiamo dalla nostra le condizioni di polizza: prima di stipulare qualsiasi prodotto assicurativo, è bene quindi leggerle attentamente. Se ci si attiene a quanto scritto (contatti con centrali operative, certificati e documentazioni vari, etc etc), non dovrebbe esserci nessun tipo di problema.

    In genere, solitamente per motivi logistici, un’assicurazione potrà chiedere all’assicurato di anticipare sul posto la spesa medica, ma solo se questa non è di grossa entità.
    Qualora invece si trattasse di qualcosa di più serio, come un ricovero ad esempio, l’assicurazione provvederà a pagare le fatture direttamente alla struttura ospedaliera.
    Sinceramente non so cosa potrebbe accadere qualora l’assicurato non voglia o possa anticipare l’ammontare di una ipotetica spesa (non mi è mai successo di sentirlo), ma tieni presente che solitamente si tratta di cifre piccole come $150, solitamente pagabili con carta di credito.
    Ti consiglio, comunque, individuato il prodotto che fa per te, di contattare telefonicamente l’assicurazione e porgere loro direttamente le domande fatte a me: è indubbiamente la cosa più sicura da fare.
    Per quanto riguarda InsuranceBroker non posso purtroppo aiutarti, la mia esperienza rispetto i loro prodotti è praticamente inesistente.
    Buon viaggio!

  • Massimiliano
    Postato alle 19:00h, 06 agosto Rispondi

    Anche io prossimo a partire per gli USA (tour California, Nevada, Arizona) con tre amici. Abbiamo rinviato fino ad oggi problema assicurazione in quanto non abbiamo e le idee chiare e sinceramente più provo a capirci qualcosa più mi confondo.
    Ho la sensazione che qualsiasi cosa succeda (e speriamo bene!!!) la compagnia troverà il cavillo per non coprire/risarcire: non avvisati in tempo, non autorizzati, patologia non coperta…etc etc.

    Fatta questa premessa e spaventano dalla cifre blu che richiede la sanità americana, la prima cosa che le chiedo è cosa si intende per “spese di entità inferiore” che solitamente sono pagate in prima persona? Se il sottoscrittore della polizza non è nelle condizioni di garantire il pagamento di queste “spese di entità inferiore” cosa può succedere?
    Per qunato rigurada viaggisicuri anche a me spaventa la voce assistenza sanitaria: NO.

    Le chiedere se ha anche info su: insurancebroker, propongono tre profili a: € 52, €60 e €90; quest’ultima con spese mediche illimitate.
    e poi che differenza c’è tra

    Grazie per la disponiblità ed ancora complimenti

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:55h, 06 agosto Rispondi

    Ciao Paola.
    Se vuoi un consiglio spassionato: non fare l’assicurazione che ti offre la compagnia aerea! C
    Copre troppo, veramente troppo poco!
    € 10.000 ai Caraibi non sono sufficienti per un imprevisto qualsiasi.
    Sempre Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) ha un proprio sito che commercializza prodotti che almeno posseggono un massimale di € 155.000 in caso di spese mediche, al costo di € 93 per persona.

    Puoi provare a fare un preventivo anche con Europ Assistance o con Viaggi Sicuri. Quest’ultima in particolare (www.viaggisicuri.com) ha premi bassi e massimali più alti: la loro polizza Base (che dovrebbe bastare) prevede un massimale di € 1 milione per spese mediche. 15 giorni Americhe/Canada/Caraibi costa € 42.41 a persona.
    Buon viaggio

  • paola
    Postato alle 21:20h, 05 agosto Rispondi

    Dovrei partire a breve per un viaggio di 15 gg nella Repubblica Dominicana. Classico soggiorno mare per rilassarci. La compagnia aerea con la quale volo propone un’assicurazione Mondialassistance dal costo di 156 euro per 2 che copre quanto segue:
    pagamento diretto spese osped. fino a 10.000 euro
    rimborso spese mediche fino a 1250 euro con franchigia di 50 euro. bagaglio ed effetti personali fino a 800 euro massimale per oggeto 10 euro. anticipo spese in caso di ritardata consegna bagaglio 200 euro, infortunio di viaggio fino a 25.000 euro con franchigia 10% per invalidita permamente. stesso importo per infortunio di volo con franchigia 5% per invalidita permamente. responsabilita civile 50.000 euro con franchigia di 250 euro per danni a cose.
    Cosa ne pensi? Meglio questa od altre ?
    Ringrazio anticipatamente per la tua risposta

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:11h, 04 agosto Rispondi

    Ciao Gabriele.
    Per mia esperienza e come da condizioni di polizza delle maggiori assicurazioni viaggio, è previsto il rimborso diretto in caso di ricovero o infortunio grave.
    E’ necessario contattare preventivamente la Centrale Operativa la quale prenderà in carico o garantirà alla struttura ospedaliera, il pagamento.
    Nel caso di Viaggisicuri è la prima dicitura che si legge (in stampatello) nella Sezione A – Spese Mediche e Rimpatrio.
    Per quanto concerne spese di entità inferiore, solitamente si provvede al pagamento in prima persona per poi richiedere il rimboros: anche in questi casi, comunque, consiglio di informare la propria centrale operativa.

  • Gabriele
    Postato alle 12:12h, 01 agosto Rispondi

    Buongiorno,
    avrei anch’io intenzione di stipulare un’assicurazione sanitaria con Viaggi Sicuri per un soggiorno di circa 20 gg negli USA ma ho lo stesso dubbio espresso da Carlo relativamente al pagamento DIRETTO dei costi da parte di Viaggi Sicuri. Infatti nelle condizioni di polizza alla Sezione A è scritto: ” In caso di infortunio o malattia dell’assicurato incorsi al di fuori dell’Italia, l’Assicurazione VI RISARCIRA’… per le spese CHE AVETE SOSTENUTO…”
    Sembra di capire che le spese debbano essere ANTICIPATE DALL’ASSICURATO che verrà in seguito RISARCITO da parte della Compagnia Assicuratrice.
    Mi può chiarire questo importante dubbio? Molte grazie.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:57h, 23 luglio Rispondi

    Ciao Carlo,
    ti ringrazio per i complimenti.
    Per rispondere alla tua domanda, sono andato a spulciare le condizioni di polizza, ed ho forse trovato quello che cercavi.
    Credo che la sezione di riferimento sia quella relative alle spese mediche, di cui ti incollo un estratto:

    […] L’ASSICURATO DEVE IN OGNI CASO PORSI IMMEDIATAMENTE IN CONTATTO CON LA CENTRALE OPERATIVA…..PRIMA DEL RICOVERO OSPEDALIERO O RICOVERO AL PRONTO SOCCORSO, PER EVENTUALMENTE ATTIVARE LE NECESSARIE PROCEDURE di PRESA IN CARICO E/O GARANZIA DI PAGAMENTO PRESSO LA STRUTTURA OSPEDALIERA ALL’ESTERO.

    Per approfondimenti ti consiglierei di contattare direttamente la compagnia assicuratrice, ma credo che questo passaggio possa esserti utile.
    Di norma poi, come per ogni assicurazione, se la spesa medica è minima, verrà chiesto all’assicurato di anticipare in loco l’ammontare per poi richiedere il rimborso al suo rientro.

    A presto e buon viaggio.

  • Carlo
    Postato alle 21:48h, 22 luglio Rispondi

    Buongiorno,
    come gli altri utenti anch’io parto per un viaggio (22 giorni) in America/Canada. Sono molto interessato alla polizza Viaggiare Sicuri. Da quello che ho capito, Lei si sente di consigliarla, insieme alle altre compagnie, per il buon livello di servizi resi. Una sola domanda: non riesco a trovare, nelle condizioni generali di contratto, il punto in cui si specifica se, in caso di ricovero ospedaliero o di altra spesa improvvisa, i soldi si debbano anticipare o se le fatture (mi riferisco alle temute ricevute degli ospedali americani) vengano direttamente pagate dall’assicurazione.
    La ringrazio fin da ora per la risposta e complimenti per l’utilissimo sito,
    -Carlo

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:47h, 22 luglio Rispondi

    Ciao Monica.
    partendo dal presupposto che la copertura medica è in assoluto la più importante, io mi orienterei su 2 prodotti:
    * la copertura “E-Care” di Mondial Assistance: copre unicamente le spese mediche fino a € 155.000 a persona e assistenza in viaggio, il costo per 15 giorni esatti è di € 93 per persona (area Resto del Mondo);

    * la polizza “Base” Viaggi Sicuri: con il miglior rapporto qualità/prezzo, costa € 42,21 per 15 giorni esatti (area Americhe/Canada/Caraibi), copre spese mediche e rimpatrio fino a € 1 milione per persona e ha una copertura di € 250.000 in caso di responsabilità civile.

    Considera che se la durata del viaggio varia di qualche giorno, di conseguenza potrebbe cambiare anche il costo dell’assicurazione.
    Se avessi altre domande fammi sapere.
    Buon viaggio

  • monica
    Postato alle 18:03h, 21 luglio Rispondi

    salve ,
    stiamo cercando una polizza assicurativa(per 2 persone) per un viaggio di 15 gg nella Repubblica Dominicana ed essendo poco pratica vorrei chiederti quale mi consigli.
    Ho fatto un preventivo all’europe assistance ma vedo che ci sono altre assicurazioni meno costose e secondo me valide, mi puoi aiutare ??
    Stiamo organizzando questo viaggio tramite un tour operetor tedesco e nella formula da noi richiesta abbiano eliminato le spese di assicurazione e abbiamo pensato di farla per conto nostro evitando poi di trovarsi in difficolta’ a causa della lingua!!!
    grazie
    Monica

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:02h, 21 luglio Rispondi

    Ciao Barbara.
    In rete si trovano, a dire il vero, anche recensioni molto buone (oltre che cattive), ma la stessa cosa vale per tutte le altre assicurazioni, Europ Assistance e Mondial comprese.
    Essendo il web un luogo dove libera è l’espressione, mi sembra comprensibile si possano trovare esperienze varie e differenti.
    Premessa a parte, ti parlo della mia esperienza, che per quanto concerne Viaggisicuri è sempre stata molto positiva.
    La ritengo una società seria a tal punto da scegliere di inserirla nel mio blog e quindi annoverarla tra le altre più famose.
    Ritengo, in conclusione, tu possa fidarti.

    A prescidere da ciò, quello che ti consiglio è comunque di mettere a confronto le polizze, le garanzie ed i relativi massimali, di controllare *bene* gli scoperti e le franchigie e di valutare di conseguenza.
    Ecco, credo che questo sia l’approccio più saggio.

    Buon viaggio!

  • Barbara
    Postato alle 13:00h, 21 luglio Rispondi

    Salve. A fine luglio partiamo per 34 gg in America. E’ un coast to coast. Siamo coppia con bimbo di 4 anni.
    Abbastanza allertati dall’allarme influenza A, stiamo per sottoscrivere un’assicurazione viaggio. Quelle che mi danno maggiore tranquilità sono europe assistance e mondial ma sono ovviamente le più care. Su viaggisicuri.com ho letto diverse opinioni negative. Lenti nel risarcimento, bisogna sollecitarli a lungo e battere un po’ i pugni sul tavolo. Cosa mi consiglia?
    grz

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:46h, 21 luglio Rispondi

    Ciao Giorgio.
    Temo che la risposta alla tua domanda sia no, ma ti invito a verificare di persona presso l’assicurazione da te individuata.
    Le assicurazioni in genere non coprono sinistri legati ad una condizione medica già nota e accertata prima della partenza.
    In parole semplici, prendendo il tuo esempio, una persona già sottoposta ad angioplastica non sarà coperto per qualsiasi problema legato al cuore.

    A presto!

  • giorgio
    Postato alle 21:18h, 20 luglio Rispondi

    un paziente gia sottoposto a angioplastica sei mesi prima del viaggio,puo avere copertura per eventuali nuove angioplastiche e/ o altri problemi cardiaci?

  • Roberto Ricci
    Postato alle 18:21h, 19 luglio Rispondi

    Ciao Nunzio!
    Dunque, il massimale significa che in caso di spese mediche sarai coperto fino a quella cifra (nel caso che mi hai esposto 8 milioni di euro, che è decisamente tanto!).
    Tieni presente inoltre, che oltre al rimborso delle spese mediche, la polizza che mi hai illustrto prevede una ultereiore copertura di 40.000 € nel malaugurato caso di invalidità permanente.
    Spero di essere stato chiaro. Buon viaggio!!!

  • Nunzio
    Postato alle 18:19h, 19 luglio Rispondi

    Ciao. Sarò a new york la prima settimana di settembre per 8 giorni. Con la viaggisicuri viene 52 euro(e nn dovro’ pagare la franchigia) Ecco cosa mi viene proposto:

    Spese Mediche e Rimpatrio all’estero: 8 milioni
    Spese Mediche in Italia: 5000
    Interruzione Soggiorno: 4500
    Bagaglio Personale: 2000
    Per articolo/Totale Oggetti di Valore:400
    Ritardo Bagaglio: 200
    Documenti di Viaggio/Passaporto: 500
    Infortuni Personali: 40000
    Morte: 10000
    Responsabilità Civile: 250000
    Ritardo nel Viaggio (fino a) 100 euro
    Mancata Partenza b) Mondo
    Scippo: 500
    Dirottamento: 500

    è buona? ma se ad esempio mi succede qualcosa e finisco in ospedale, fino a quanti soldi sn coperto? non capisco :)

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:37h, 18 luglio Rispondi

    Ciao Giorgio.
    Cerco di fare un po’ di chiarezza, premettendo che in linea di massima cio’ che dico dovrebbe valere per la maggior parte delle assicurazioni.
    Prima di tutto facciamo un distinguo fra partecipanti al viaggio assicurati e non assicurati.
    Se sei il contraente di una polizza “collettiva” (ad esempio 3 amici in vacanza) devi sapere che, per quanto concerne la stipula della polizza, i partecipanti al viaggio non devono soffrire di patologie pregresse, pena la non copertura di eventuali sinistri legate a queste patologie.
    Se tale patologia è di lieve entità, sarai probabilmente coperto per eventuali eventi non riconducibili ad essa, ma se la patologia è particolarmente invalidante, ti conviene contattare l’assicurazione prima della stipula perchè questa potrebbe non concederti l’assicurazione.
    Faccio un esempio: se uno dei partecipanti al viaggio soffrisse, chessò, di determatite acuta, ed in viaggio si prendesse una storta alla caviglia, l’evento sarebbe, in linea teorica, coperto.
    Se, invece, uno dei partecipanti al viaggio fosse cardiopatico, l’assicurazione non solo potrebbe scegliere a priori di non assicurarlo, ma, nel caso la polizza fosse comunque stipulata, potrebbe non coprire un suo eventuale infarto.

    Se invece viaggi sempre con 3 amici, ma solo tu decidi di assicurati, e gli altri due no, qualsiasi cosa dovesse sfortunatamente succedere loro, la tua polizza non sarebbe sufficiente per corpire il loro sinistro, sia che si tratti di una semplice spesa medica che di un rientro anticipato. In parole semplice le coperture della polizza riguarderebbero esclusivamente te.

    Inoltre, qualsiasi assicurazione puo’ chiederti, come pre-requisito, che i partecipanti al viaggio *assicurati* non soffrano di patologie pregresse, ma non potrà chiederti nulla rispetto ad eventuali tuoi compagni di viaggio *non assicurati* (se questo è per puro caso avvenuto, credo ci sia stato un fraintendimento).

    Spero di aver fatto chiarezza, nel caso comunque, ti invito a contattare l’assicurazione direttamente per dissolvere qualsiasi dubbio su questo aspetto.

  • Giorgio
    Postato alle 12:36h, 18 luglio Rispondi

    Per un viaggio negli USA, Viaggi Sicuri chiede dichiarazione sullo stato di salute dei compagni di viaggio, pena la non validità. Non mi è chiaro se la non valididià si riferisca solo ad eventuali richieste di indennizzo direttamente legate alle condizioni di salute dei compagni di viaggio (ad es. per interruzione del viaggio) oppure anche per miei eventuali problemi di salute insorti dopo l’inizio del viaggio, che non hanno alcuna relazione con le condizioni di salute dei compagni di viaggio. Per me è importante perchè non posso certo garantire per la salute di terzi, che non stipulano la polizza.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:34h, 16 luglio Rispondi

    Ciao Alessandra.
    Dunque, premetto che Mondial è un’assicurazione di tutto rispetto ed hanno un ottimo prodotto assicurativo.
    Per quanto concerne Viaggi Sicuri posso dirti che è sottoscritta dalla compagnia tedesca Europäische Reiseversicherung AG, la quale a sua volta è autorizzata ad esercitare in Italia da ISVAP, organo di controllo delle assicurazioni: in altre parole non hai proprio nulla da temere.

    Per quanto riguarda il massimale di € 5 milioni, posso assicurarti che è un massimale più che sufficiente in caso di Spese Mediche.

    Inoltre, anche se non ho mai avuto bisogno di richiedere personalmente un rimborso con loro, in internet ci sono testimonianze come queste http://www.americaontheroad.it/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=2549 , che sembrano positive.
    Spero di averti in qualche modo aiutato.
    Buon viaggio!

  • alessandra
    Postato alle 14:09h, 16 luglio Rispondi

    Ciao, che confusione con queste polizze!! A fine mese partirò per 3 settimane con il mio ragazzo per gli stati uniti. Ho fatto preventivi online con europassistance, mondial e viaggisicuri…. la migliore come qualità prezzo credo sia la mondial, perchè con 139euro hai un massimale ILLIMITATO per le spese mediche…direi perfetta… ma poi ho visto il sito di viaggisicuri…e mi propone a 55euro un massimale per le spese mediche di 5.000.000 …cavoli io credo sia più che sufficente…ma sono perplessa riguardo la società assicurativa…non è ben chiaro chi sia…e anche l’impostazione grafica del sito è poco seria e mi sa molto di “fuffa” …ho letto che tanti si sono trovati bene…ma avete avuto qualche incidente e vi è stato rimborsato? quali sono le tempistiche di rimborso? trovarsi bene con un assicurazione a buon prezzo finchè non si fanno incidenti è semplice…è quando si deve essere rimborsati che diventa complicato e si scopre la vera validità di una compagnia assicurativa. aiuto….non so cosa scegliere…

  • Roberto Ricci
    Postato alle 15:31h, 10 luglio Rispondi

    Ciao Michele,
    nessun problema.
    il prodotto Viaggi Sicuri dispone di una centrale operativa, con sede a Milano, a cui l’assicurato si deve rivolgere in caso di problemi di salute o incidente all’estero. La centrale operativa di un’assicurazione ha il compito di indirizzare l’assicurato alla clinica / ospedale convenzionata, parlare con i medici locali, assistere l’assicurato e, nell’eventualità, organizzare il rimpatrio in Italia. Tutti i numeri della centrale operativa sono sulle condizioni di contratto e sulla polizza.
    Un consiglio: porta SEMPRE con te una copia della polizza in tasca. In caso di ammissione in ospedale, dovrai mostrare l’assicurazione ai medici in quanto questa per loro è una garanzia di pagamento.

    Per darti un’idea dei costi proibitivi che hanno le cure mediche negli Usa: un letto di ospedale, senza cure, esami e operazioni chirurgiche, ha un costo di circa $ 3.000 (tremila) al giorno.
    Forse questo può rendere l’idea di quanto può costare tutto il resto!
    Buon viaggio

  • michele
    Postato alle 00:28h, 10 luglio Rispondi

    Ciao. Scusa se approfitto ancora della tua pazienza e torno a disturbarti ma volevo avere altre delucidazioni: volendo stipulare con “viaggisicuri”, che a qualità/prezzo sembra la migliore, dovesse succedere qualcosa per cui ho bisogno dell’assicurazione, come faccio a contattarli?? Visto che ho già un’ass. che copre fino a 36mila euro, dovrò avvertire anche quest’altra?? O è sufficiente chiamare viaggisicuri?? Viaggisicuri, copre le spese dentistiche??

    Una curiosità se ne sei al corrente: so che sono costose, ma nella pratica, quant’è effettivamente il prezzo delle spese mediche negli USA??(new york nello specifico). Per es. chiamare un’ambulanza quanto costa?? e un’operazione d’appendicite?? Un’operazione più grossa?? Se lo sai, tanto per avere un’idea del senso di stipulare un’altra ass. ulteriore a quella da 36mila euro. Ps. comunque sia son orientato al 99% su viaggisicuri.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:50h, 09 luglio Rispondi

    Ciao Elisa.
    generalmente se la destinazione del viaggio non è sconsigliata dalla Farnesina, le assicurazioni viaggio prevedono normale copertura, a meno che non ci sia un’esclusione specifica per le pandemie sul contratto.

    Naturalmente consiglio sempre di verificare direttamente con la compagnia assicurativa al momento dell’acquisto.

    Per quanto riguarda l’asma, non saprei se questa patologia può in qualche maniera invalidare una richiesta di rimborso per influenza suina., o se possa essere in qualche modo in relazione con questa. Direi di no, ma non sono assolutamente un medico!!!!
    Certo è che in caso di eventuale sinistro, gli assicuratori inoltreranno la documentazione medica dell’assicurato a un loro medico legale per accertamenti e sarà lui a decidere le relazioni fra le due patologie.

    Ti premetto che nessuna assicurazione fornisce copertura per malattie preesistenti, anzi alcune non forniscono neppure la possibilità di stipula della polizza.
    Prova comunque a contattare Europ Assistance per fare un confronto….anche se tempo che la politica assicurativa sia la stessa.

    Buona ricerca!

  • Elisa
    Postato alle 10:24h, 08 luglio Rispondi

    Mi recherò fra 2 settimane negli USA per 3 settimane. Ho notato che alcune assicurazioni sanitari non coprono in caso di pandemie (tipo Allianz, Globy Rosso)… viaggisicuri mi ha assicurato di sì, telefonicamente. Ci si può fidare? Altra cosa, viaggisicuri non copre in caso di malattie preesistenti: il mio fidanzato ha una forma di asma e quindi non copriranno eventuali necessità legate a tale patologia. Ci potrebbero essere problemi di rimborso nel caso lui prendesse, ad esempio, l’influenza suina? Oppure ci sono altre assicurazioni che dovrei tenere in considerazione?
    Grazie

  • michele
    Postato alle 09:09h, 30 giugno Rispondi

    Grazie mille. Risposta precisa ed esauriente. A presto.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 08:36h, 30 giugno Rispondi

    Personalmente, considerando soprattutto la destinazione del tuo viaggio, ti consiglierei di stipulare un’assicurazione con massimale per spese mediche almeno di 1 milione di euro.
    Tutte quelle che vedi consigliate sul mio blog sono valide allo stesso modo: le differenze sostanziali stanno quasi esclusivamente nei premi assicurativi e massimali delle garanzie proposte.
    Europ Assistance è la più nota, ma anche tra le più costose (www.prontopolizza.it).
    Quella con il miglior rapporto qualità prezzo è Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com).
    Per quanto riguarda la stipula, tieni conto che tutte le assicurazioni hanno un sito e-commerce che ti permette di acquistare le polizze in tutta tranquilità e assoluta sicurezza, cosa che ti consiglio.
    A presto.

  • michele
    Postato alle 11:40h, 29 giugno Rispondi

    Devo partire per new york il 30 luglio. Rimarrò la 15 gg. L’ass. compresa nel pacchetto turistico acquistato copre fino a 36mila euro. E’ sufficiente, o mi conviene fare altra assicurazione?? Eventualmente, quale mi consigli?? Farla direttamente su internet è affidabile, oppure è più sicuro rivolgersi ad un’agenzia viaggio o direttamente all’ass?? Grazie per l’attenzione.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 10:32h, 29 giugno Rispondi

    Ciao Marco,
    per quanto riguarda la polizza Viaggi Sicuri, l’assistenza è inclusa nella voce Spese Mediche e Rimpatrio.
    Il loro servizio di emergenza, una volta contattato dall’assicurato, provvede a segnalare l’ospedale più vicino e a parlare con i medici che hanno in cura l’assicurato. In caso di eventuali costi ingenti, l’assicurazione provvede al pagamento diretto della struttura ospedaliera. Prova a leggere le loro Condizioni Generali (si possono scaricare dal sito), dovresti trovare risposte più articolate delle mie!
    Spero di esserti stato utile, nel caso contrario son qui!

  • Marco
    Postato alle 00:43h, 28 giugno Rispondi

    PS: seguendo il Suo consiglio ho visto la poliza di Viaggi Sicuri: effettivamente rispetto a World Nomads offrono massimali più alti e coprono bagagli e macchine digitali como Wolrd Nomads. Fin qui tutto ok considerando che con 9 euro si eliminano le franchige sembra anche meglio! L’unica cosa che mi fà venire un dubbio e che volevo chiederle è la seguente: in un documento pdf presente sul sito di Viaggi Sicuri, in una comparazione fra assicurazioni, sotto la voce “assistenza sanitaria” Viaggi Sicuri, a differenza di Amieasy, Europ e Mondial, dice “NO”! Ritengo quindi che i loro costi contenuti siano anche grazie al fatto che la loro centrale operativa non offre il servizio di segnalazione dei medici all’estero e pagamento diretto (parliamo di piccole somme visto che si tratta di visite)ma si limita ad approvare la vista ed in seguito a rimborsare???? Lei che ha provato il servizio ha esperienza??

    grazie e saluti

    Marco

  • Marco
    Postato alle 22:52h, 27 giugno Rispondi

    Robrto,
    La ringrazio per i consigli: ho visto il sito di Mondial (Elvia) e a mio giudizio ha di costi proibitivi…per 45 giorni con copertura USA (loro dicono che anche per un solo giorno negli USA è necessario stipulare il pcchetto USA) e bagaglio vogliono 350 euro!! Ora la mia unica remora è il foro di competenza in Danimarca…non vorrei che in caso di eventuali contenziosi la cosa possa diventare ingestibile!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 14:43h, 25 giugno Rispondi

    Ciao Marco.
    L’assicurazione offerta da World Nomads è sottoscritta da assicuratori danesi (IHI Bupa) e in caso di controversie in merito al contratto stipulato con loro, il tribunale di competenza e la legge applicabile sono entrambi danesi.

    E’ comunque un buon prodotto, molto utilizzato dai giovani backpackers per i premi contenuti: offre coperture essenziali quali le spese mediche e rientro sanitario con massimale di € 250.000, e bagaglio fino a € 800.

    Il preventivo per 2 mesi vedo che ammonta a € 158 oppure € 75 se decidi di coprire un solo mese, ma non te lo consiglio: meglio essere coperti per tutto il periodo del viaggio così non ci pensi più!

    Se non ti senti a tuo agio per il discorso del foro competente, prova a dare un’occhiata a cosa offrono le assicurazioni con sede in Itlia: Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com), Europ Assistance (www.prontopoplizza.it) e Elvia (www.e.mondial.it).
    I reclami in merito al contratto vengono gestiti direttamente da loro o da ISVAP, l’organo di controllo che regola tutte le assicurazioni presenti in Italia.

    Fra queste citate, la più vicina a WordNomads per quanto riguarda i costi è ViaggiSicuri: il costo di un’assicurazione per 45 giorni, destinazione Americhe, parte da € 116 e copre spese sanitarie e rientro in Italia fino € 1 milione.

    Buon viaggio e a presto!

  • Marco
    Postato alle 19:59h, 24 giugno Rispondi

    volevo alcune informazioni su World Nomads…copre fino a 250000 euro in tutto il mondo e per 45 giorni costa 119 euro circa e non ha senza franchige oltre che si può stipulare on-line…ora l’unico inconveniente è che il foro di competenza legale è in Danimarca…fa molta differenza?? tutte le persone a cui ho chiesto di questa assicurazione mi hanno dato un ottimo parere…dimenticavo…vado 5 giorni a NYC e 40 giorni in Costa Rica.
    grazie

  • Claudia
    Postato alle 20:48h, 19 giugno Rispondi

    Sì, sì, chiarissimo!!
    Grazie per le informazioni!

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:32h, 19 giugno Rispondi

    Ciao Claudia,
    è assolutamente lecito acquistare una polizza integrativa per aumentare i massimali, anzi, nel tuo caso lo consiglio!
    Attenzione però, in caso di sinistro, dovrai informare entrambe le compagnie assicurative dell’evento e portarle a conoscenza del fatto che siano 2 le assicurazione a coprirti.
    Avere più assicurazioni che coprono lo stesso rischio, infatti, non significa ricevere un doppio indennizzo. Qualora una compagnia assicurativa rimborsi l’intero importo del danno, non si potrà richiedere un ulteriore rimborso alle restanti compagnie di assicurazione: questo si chiamerebbe arricchimento ingiustificato! Diversamente se la prima assicurazione non arriva a coprire l’intero importo del danno, ci si potrà rivolgere alle altre eventuali compagnie assicurative che provvederanno a rimborsare la differenza.

    Spero di essere stato chiaro, l’argomento non è semplice da spiegare per iscritto!

  • Claudia
    Postato alle 10:28h, 19 giugno Rispondi

    Io ho sottoscritto l’assicurazione Elvia-Alitalia di cui parlava Sergio nel post precedente, sempre per 25 giorni negli Stati Uniti. Per aumentare il massimale coperto, potrei stipulare la poizza di viaggisicuri.com oppure non è possibile cumulare due diverse assicurazioni che coprano lo stesso rischio?
    Grazie per la disponibilità,
    Claudia

  • Roberto Ricci
    Postato alle 12:12h, 17 giugno Rispondi

    Salve Sergio,
    un massimale di € 30.000 per le spese mediche è veramente basso, per qualsiasi paese all’estero e per gli Stati Uniti ancor di più.

    Personalmente valuterei l’acquisto di una polizza che copra almeno 1 milione di euro: Allianz Global Assistance (www.allianz-assistance.it) offre un massimale illimitato per gli USA, mentre Viaggi Sicuri (www.viaggisicuri.com) offre diversi livelli di copertura tra cui la soluzione Argento che prevede € 5 milioni per spese mediche e rientro sanitario.
    Potrebbe inoltre valutare anche una polizza Europ Assistance (www.europassistance.it).
    Tra le tre, quella con il miglior rapporto qualità/prezzo rimane ViaggiSicuri.

    Buona ricerca!

  • Sergio
    Postato alle 12:01h, 16 giugno Rispondi

    Salve, sto per andare per 25 giorni negli USA, con un volo alitalia.
    La compagnia offre un’assicurazione, fornita dalla Elvia Allianz Global Assistance, in combinazione col biglietto.
    La quota richiesta è veramente ridicola, nell’ordine dei 35€, per assisenza medica e di bagagli.
    Sono però perplesso per il massimale in caso di spese ospedaliere, che è 30.000€.
    Credete sia sufficiente?
    Grazie.
    Sergio

  • Roberto Ricci
    Postato alle 16:04h, 08 giugno Rispondi

    Buongiorno Arianna.
    E’ una domanda che mi è stata posta diverse volte: inizio con il tranquillizzarti sull’affidabilità di viaggisicuri.com…è seria, e provata da me in prima persona.
    Come avrai visto, ha una gestione della franchigia molto trasparente, massimali alti (vista la destinazione del vostro viaggio consiglio di scegliere formule con massimali più alti possibili) e premi bassi.

    Il costo più basso è semplicemente giustificabile con il fatto che è venduta in Italia da un broker inglese.
    Gli anglosassoni sono soliti, contrariamente a noi italiani, stipulare polizze viaggio per qualsiasi tipo di soggiorno. Questo ha fatto in modo che su quel mercato si sviluppasse una fortissima concorrenza che ha
    prodotto una gara al ribasso dei premi assicurativi.

    Cosa che in Italia non succede….
    Mondial Assistance e Europ Assistance, altrettanto valide, la prima svizzera e la seconda francese, sono arrivate nel nostro paese per prime molto tempo fa, e diciamo che hanno trovato campo libero…..
    Se avessi altri dubbi contattami tranquillamente.

  • Arianna
    Postato alle 15:22h, 08 giugno Rispondi

    Buongiorno, siamo in 4 adulti e stiamo stipulando un’assicurazione per viaggio a New York-Boston per 12 giorni. Come mai c’è così tanta differenza tra le varie compagnie assicurative in base a costi, massimali e coperture? ViaggiSicuri è affidabile visti i termini di paragone con le altre?
    Grazie, saluti.

  • Roberto Ricci
    Postato alle 17:27h, 06 maggio Rispondi

    Ciao Alba.
    Il massimale è da intendersi a persona, e non riferito all’intero gruppo: è un importo davvero più che sufficiente!!

    Buon viaggio.

  • Alba
    Postato alle 10:52h, 06 maggio Rispondi

    Buongiorno, devo partire per New York e sto stipulando un’assicurazione per 5 adulti, che copra le spese mediche. Stavo pensando a Viaggisicuri, Argento. Il massimale per spese mediche di 5.000.00. di € è sufficiente?
    Grazie e saluti
    Alba

  • Roberto Ricci
    Postato alle 13:00h, 01 aprile Rispondi

    Ciao Silvia,

    ti chiedo scusa per il ritardo nella risposta ma ero fuori causa ferie! Dunque.. direi che la differenza sostanziale sta nel massimale! Se non ricordo male Genertel ha un massimale per le spese mediche a scelta tra € 10.000 e € 25.000 mentre le spese sanitarie ed il rimpatrio di Viaggi Sicuri variano in base alla copertura che scegli. Per la copertura base hai fino 1 milione di euro, per quella argento 5 milioni di euro, mentre la copertura più alta, la oro, arriva a 8 milioni di euro. Come puoi notare la differenza non è poca e se viaggi nell’area degli Stati Uniti o Caraibi ti consiglio di stipulare una polizza che abbia un massimale abbastanza alto (soprattutto in relazione alla durata del tuo viaggio) dato che le spese sanitarie in quell’area sono particolarmente elevate.

    Ti consiglio di leggere le condizioni di contratto delle rispettive compagnie e controllare cosa è coperto e cosa no! In caso di dubbi chiama sempre il servizio clienti!

    Buon Viaggio

Scrivi un commento