Assicurazione viaggio e coronavirus: una guida pratica

22 Mag Assicurazione viaggio e coronavirus: una guida pratica

Che tu stia cancellando un viaggio già prenotato o ti chieda se la tua assicurazione viaggio copra in caso di spese mediche dovute al coronavirus all’estero, non è facile capire quali siano i tuoi diritti. Ho pensato dunque di fare luce sulla situazione ai tempi del Covid-19 e di vedere come si comportano le singole compagnia di assicurazioni viaggi.

Finora non è semplice trovare delle informazioni online dettagliate e che quindi rispondano alle nostre domande in maniera concisa. Facile.it ad esempio, che da tanti consigli su tutto, a mio avviso non centra l’obiettivo: le polizze viaggio rispondono o no per i sinistri correlati al Covid-19? E come o cosa coprono?

Se hai avuto problemi con la tua assicurazione viaggio a causa di questa situazione probabilmente la tua reazione sarà stata “mai più con loro!” – ma per decidere con chi andare in futuro sarebbe opportuno fare un’attenta analisi alle alternative sul mercato online.

Innanzitutto abbiamo due situazioni:

  1. Finché non è stata dichiarata la pandemia da parte dell’OMS, il coronavirus era coperto da quasi tutte le assicurazioni viaggio operanti in Italia. Che cosa vuol dire in pratica? Ti faccio due esempi: se contraevi il virus durante il viaggio, l’assicurazione pagava le spese sanitarie e il rimpatrio se necessario. Uguale in caso di annullamento viaggio: se contraevi il virus prima di partire e non potevi viaggiare, la polizza prevedeva il rimborso del costo del viaggio.
  2. Post dichiarazione della pandemia, la situazione cambia parecchio ed ho studiato le condizioni di polizza delle maggiori assicurazioni viaggio online per capire come si comportano in caso di pandemia (detto tra di noi, ho potuto constatare che in qualche occasione il contratto assicurativo manca secondo me di chiarezza).

  • Zurich non copre in caso di pandemia e al momento in cui ho letto il contratto (maggio 2020) non si parlava di Covid-19 nelle loro FAQ. Bisogna dunque arrivare a pagina 4 di 15 per trovare questa esclusione nel set informativo, ovvero: “d) nel caso di epidemie aventi caratteristica di pandemia, di gravità e virulenza tale da comportare una elevata mortalità ovvero da richiedere misure restrittive al fine di ridurre il rischio di trasmissione alla popolazione civile;”
  • IMAWAY non copre pandemia ma ha un’ottima spiegazione nelle FAQ.
  • TravelEasy (polizza commercializzata da Facile.it) ma sottoscritta da IMA Italia Assistance, non copre pandemia e di COVID 19 non se ne parla da nessuna parte nella homepage. Le FAQ sono difficili da trovare ma riportano questa info: “le polizze TravelEasy operano per il COVID-19 (Coronavirus)?  No, nessuna delle Polizze sottoscritte con IMA ITALIA ASSISTANCE opera, come da esclusioni generali dell’Art. 1.21 lettera u) contenute nei set informativi di polizza. Siamo consapevoli che questi eventi particolari possono provocare disagi ai viaggiatori o a chi sta pianificando un viaggio, per questo motivo vorremmo darti alcune informazioni utili: Se hai pianificato un viaggio con vettore aereo, al momento ci sono compagnie che hanno predisposto sui loro siti le modalità di rimborso dei biglietti.  Se hai organizzato un viaggio verso una nazione che restringe l’accesso, come indicato sul sito governativo viaggiaresicuri.it, è opportuno verificare il diritto al rimborso dei servizi acquistati con i distributori di competenza.”
  • Allianz Assistance: informazioni COVID disponibili in sulla loro homepage “- Coronavirus (COVID-19) – Prima di acquistare una copertura assicurativa, ti invitiamo a leggere nel link sotto riportato le informazioni sui divieti di viaggiare e sulle esclusioni di polizza correlate all’attuale situazione di pandemia. Consigliamo quindi, nel tuo interesse, di NON acquistare polizze assicurative senza aver letto attentamente il disclaimer.” Cliccando sul link ci sono informazioni molto precise, da questo lato ‘informativo’ ottimo, purtroppo però non coprono la pandemia.
  • Europ Assistance: nessuna info nella pagina iniziale del loro sito web purtroppo.  Dopo mezz’ora di ricerche ho trovato nelle questo nelle loro FAQ.  Coronavirus: informazioni e raccomandazioni ma il contenuto non aiuta perché hanno tante polizze e ognuna con regole diverse! Per avere un’informazione a riguardo ho telefonato e mi è stato detto che la pandemia è esclusa da tutte le polizze che si possono acquistare online.
  • Axa Assistance: informazioni sul Covid-19 in homepage messe bene in evidenza: un clic e hai tutte le informazioni importanti. Ottima comunicazione, NON coprono la pandemia da quando è stata dichiarata tale l’11 marzo 2020.
  • Amex Chubb: nessuna info in merito al coronavirus in homepage. E’ necessario leggere le condizioni di polizza. A pagina 6 del Set Informativo difatti, è riportato che escludono la copertura per pandemia.
  • AmeriGo: questa è una polizza viaggio sottoscritta da IMA Italia Assistance e come le altre (ovvero Traveleasy e IMAway) non copre le pandemie.
  • Coverwise: sottoscritta da AXA, ha adottato un’ottima comunicazione sul sito e le FAQ risultano essere esaustive. Comunque, una volta dichiarata pandemia, non c’è copertura.
  • Columbus Assicurazioni: nella loro homepage trovi le informazioni in merito al coronavirus. Se sei coperto o meno dipende da quando hai acquistato la polizza: se l’hai comprata prima del 13 Marzo 2020 sei coperto per eventi derivanti dal virus, se l’hai acquistata dopo questa data la copertura non c’è.
  • Viaggi Sicuri: ottima visibilità nella homepage che rimanda a delle FAQ specifiche sul COVID-19. Questa assicurazione viaggio non copre da quando è stata dichiarata la pandemia. Ci sono molti link utili per sapersi gestire con i vettori/hotel.
  • Assivia.it: come per Viaggi Sicuri, hanno le FAQ specifiche sul coronavirus in homepage. Sono molto chiare e riportano link utili per chi deve richiedere rimborso ai fornitori di servizi.
  • AssicurazioniLowCost.it: uguale a Viaggi Sicuri e Assivia.

Infine, se hai un viaggio prenotato e vorresti annullarlo per via di questa situazione incerta, ti consiglio vivamente di aspettare che sia il vettore (compagnia aerea, crociera) a contattarti per comunicarti l’annullamento del servizio: in questo caso avrai il diritto di ottenere un rimborso o un voucher fruibile per 1 o addirittura 2 anni. Se hai acquistato i biglietti di viaggio da un sito terzo (tipo Volagratis o GotoGate), dovrete contattare il loro servizio clienti.

Purtroppo, se sarai tu ad annullare per paura di intraprendere il viaggio (o di fatto per qualsiasi altra ragione), ti verranno rimborsate solo le tasse aeroportuali o portuali.

Lascio qui un link utilissimo che spiega con domande e riposte, quali sono i tuoi diritti nelle diverse situazioni in cui ti potresti trovare in questo momento. Buona lettura!

Nessun commento

Scrivi un commento