Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

A partire dal 1° Maggio il governo cubano ha comunicato le nuove procedure per l’ingresso dei turisti nel paese. Infatti, d’ora in avanti chiunque voglia godersi quel paradiso terrestre dovrà obbligatoriamente stipulare un’assicurazione viaggio riconosciuta dal consolato cubano. Ovviamente in rete c’è un gran pasticcio di informazioni perciò ho deciso di chiamare direttamente il consolato cubano e chiedere lumi. Il risultato è questo:

Se vorrai stipulare la polizza in loco,appena scenderai dall’aereo un agente assicurativo della Asistur (http://www.asistur.cu/), un’assicurazione sanitaria cubana, ti mostrerà diversi tipi di coperture con massimali differenti. Vediamole meglio: la copertura più alta è di circa € 20.000 per le spese mediche e costa circa € 2.35 al giorno mentre quella più bassa è di circa € 4.000 per spese sanitarie ed ha un costo giornaliero di € 1.56. Non è esattamente l’assicurazione viaggio più economica al mondo considerando i massimali limitati! Inoltre, fate attenzione perché il sito internet della Asistur è solo in spagnolo o in inglese, quindi se non siete molto abili con queste lingua vi sconsiglio di stipulare una polizza con loro. Una valida alternativa è quella di stipulare una polizza sanitaria prima di partire.

Quali sono le assicurazioni viaggio accettate dal governo cubano? Il sito del Ministero degli Affari Esteri italiano (http://www.viaggiaresicuri.it/?cuba) riporta semplicemente l’obbligo di assicurarsi prima di entrare a Cuba. Inoltre il consolato cubano telefonicamente mi ha riferito che qualsiasi assicurazione viaggio va bene e che non c’è una lista in particolare. Pertanto se qualche fortunato ha in programma un bel viaggio a Cuba sembra proprio che potrà stipulare una qualunque polizza viaggio. Fate attenzione però, alcune assicurazioni viaggio come InsuranceBookers, Columbus Direct e Travel Guard escludono Cuba da ogni copertura: questi prodotti sono tutti sottoscritti da Chartis, una compagnia legata al gruppo assicurativo americano AIG.
Perciò prima di stipulare una polizza leggete sempre le condizioni di contratto o chiamate il servizio clienti!

Hasta la vista!

Condividi questo articolo:
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • TwitThis
  • Google
  • E-mail this story to a friend!
  • Print this article!


Lascia un Commento