Cosa fare in caso di cancellazione del volo da parte di Ryanair

Annullamento volo Ryanair

10 ott Cosa fare in caso di cancellazione del volo da parte di Ryanair

Ryanair ha cancellato oltre 2.100 voli in 34 rotte nei mesi di Settembre e Ottobre. Cosa possiamo fare per ricevere il rimborso del volo cancellato e degli altri servizi prenotati?
Se siete tra gli sfortunati che hanno ricevuto la email da Ryanair, la prima cosa da fare è non abbattersi! Vediamo nel dettaglio cosa fare e cosa non fare per richiedere un rimborso.

COSA FARE:

  1. Per chiedere il rimborso del volo cancellato dovrai compilare questo modulo online. La compagnia informa che i rimborsi verranno elaborati entro 7 giorni lavorativi utilizzando la forma di pagamento usata per la prenotazione del biglietto.
    Se invece preferisci modificare le date di viaggio, Ryanair ti dà la possibilità di farlo gratuitamente tramite la chat del sito, disponibile qui.
  2. E gli altri servizi? Purtroppo è possibile modificare/annullare trasferimenti, parcheggio e autonoleggio solo se acquistati sul sito di Ryanair durante la prenotazione dei biglietti aerei. In questo caso dovrete contattare direttamente i fornitori. Ryanair ha stilato un elenco con email e numero di telefono che trovate qui.
    Per quanto riguarda l’hotel prenotato, dato l’anticipo con cui vi è stata comunicata la cancellazione del volo, è molto probabile che non abbiate penali di annullamento per la modifica o la cancellazione della stanza. Se invece, per risparmiare, avete utilizzato l’opzione “non cancellabile” che trovate nei portali più conosciuti (es. Booking.com), l’unica soluzione è quella di contattare appena possibile l’hotel, spiegando la situazione e sperando nel buon cuore dell’operatore.

 

COSA NON FARE:

  • Inviare una richiesta di rimborso per annullamento all’assicurazione viaggio acquistata. Purtroppo in questo caso non sarà possibile chiedere il rimborso all’assicurazione in quanto non prevede copertura per la cancellazione del viaggio senza giusta motivazione da parte della compagnia aerea.

 

Ricordate sempre che in caso di ritardo superiore alle 3 ore oppure in caso di cancellazione del volo da parte della compagnia aerea, il regolamento dei Diritti del Passeggero indica che il cliente deve ricevere un rimborso completo dei voli cancellati o la riprenotazione gratuita sul prossimo volo disponibile per la destinazione scelta. In caso di ritardo o cancellazione durante il viaggio di rientro inoltre il regolamento impone di fornire al passeggero vitto e alloggio, due telefonate, la sistemazione in hotel (qualora si renda necessario il soggiorno di una o due notte) e del trasporto dall’aeroporto all’hotel. Per maggiori informazioni, clicca qui.

Nella carta dei Diritti del Passeggero, che trovate qui, è inoltre indicato che in caso di cancellazione del volo potrete richiedere anche una compensazione monetaria calcolata in base alla tratta: i rimborsi vanno da un minimo di € 250 per voli intracomunitari inferiori ai 1.500 km fino ad € 600 per voli internazionali che superano i 3.500 km). Attenzione, la compensazione pecuniaria non è dovuta per alcune ragioni (avverse condizioni meteorologiche, allarmi per la sicurezza o scioperi) e se il passeggero è stato avvisato con almeno due settimane di anticipo oppure nel caso in cui venga offerto un volo alternativo.

Nessun commento

Scrivi un commento